Basta portatili di casa APPLE !!!


Recommended Posts

Ha ragione chest... Dire che Apple utilizza lo stesso hardware dei pc è quantomeno inesatto: Apple utilizza il meglio dell'hardware disponibile sul mercato. Inoltre, l'hardware selezionato da Apple per essere inserito in un Mac viene specificatamente testato per funzionare impeccabilmente

quello che fanno sony, hp, ibm ecc.

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 199
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

C'è del vero in ciò che dici. Io però mi sono fatto questa idea, seguimi: in Microsoft hanno deciso di portare il loro guadagno su ogni PC a quote più alte. Dai 50$ attuali (essenzialmente la licenza windows) a, mettiamo 250 dollari, introducendo altri aspetti da loro controllati. Per fare questo sono disposti e avdere calare dal 95% all'80% la loro quota, considerando che 250 dollari sull'80% fa molto motlo di più che 50 dollari sul 95.

Inoltre controllando per davvero l'hardware avrebbero verametne meno problemi coi sistemi DRM e forse persino coi bugs. Quindi costi di controllo infinitametne minori. E potrebbe iniziare a vendere ogni genere di gadhet hardware sostenendo che è "ottimizzato" perchè fano tutto loro.

L'unico serio rischio per questa stratagia è che qualche "big" dell'hardware si inkazzi come una biscia e passi di sana pianta ad un concorrente. Solo che di concorrenti io ne vedo pochi.

Per cui tutto questo rischio io non lo vedo...

non c'è alcun rischio in questa cosa qua. anzi, fa solo del bene alla concorrenza. io non ho mai capito perchè microsoft non abbia mai costruito computer di mano propria. è strano. in ogni caso non è malaccio come hardware house, vedi xbox. in quanto a design però stanno proprio indietro ed hanno un cattivissimo gusto.

Link to comment
Share on other sites

quello che fanno sony, hp, ibm ecc.

Esatto, verissimo!!! Se Microsoft si preoccupasse che Windows funzioni solo con i componenti usati dai brand noti, sarebbe già un grossissimo passo avanti. Ma finché anche un anonimo produttore bulgaro può costruire una scheda da due soldi (per ricevere la radio, o per vedere la tv, o per aggiungere una porta seriale, o per collegarsi a Internet, o per entrare in rete, o..., o..., o...), scrivere un driver alla come capita capita e venderla in tutto il mondo perché venga installata su milioni di pc con Windows, allora la stabilità del sistema operativo non può fare altro che andare a farsi fòttere!

non c'è alcun rischio in questa cosa qua. anzi, fa solo del bene alla concorrenza. io non ho mai capito perchè microsoft non abbia mai costruito computer di mano propria. è strano. in ogni caso non è malaccio come hardware house, vedi xbox. in quanto a design però stanno proprio indietro ed hanno un cattivissimo gusto.

Alla fine degli anni 70/inizio degli anni 80, quando tutti si sentivano dei piccoli geni dell'elettronica ed erano presi dalla frenesia di costruire personal computer, convinti che solo con l'hardware si facessero i soldi e che il software fosse semplicemente un "accessorio" di poca importanza, Bill Gates & soci ebbero la lungimiranza di non farsi prendere dalla stessa fregola e di non farsi carico degli enormi costi necessari per produrre personal computer. "Lasciamo che a spendere milioni di dollari in catene di montaggio per fabbricare pc siano gli altri" si dissero "tanto sono solo dei cassoni inutili con tante luci finché non gli installi il sistema operativo... e questo ce l'abbiamo solo noi, l'abbiamo comprato da un nerd per un tozzo di pane... lo vendiamo a tutti quelli che costruiscono hardware e mentre gli altri CREDONO di fare i soldi, noi li facciamo sul serio"! E' così che si è creato un sistema bipolare con da una parte i produttori di computer che spendevano barche di soldi in ricerca, manodopera, stabilimenti e dall'altra Microsoft che spendendo poco o nulla rendeva tutti dipendenti da lei dando loro il necessario sistema operativo e facendosi pagare per questo una piccola quota su ogni computer venduto. Se la Microsoft si fosse messa a produrre computer, non sarebbe diventata la potenza che è oggi, anzi, forse non esisterebbe nemmeno più.

Unica voce fuori dal coro una giovane e fantasiosa azienda di Cupertino con come simbolo una mela morsicata, che faceva tutto da sola e in questo modo evitava di dipendere da chicchessia e poteva fare i computer come voleva lei, senza vincoli di alcun genere... Va beh, questa è un po' romanzata, in realtà Microsoft riuscì presto a diventare necessaria anche alla Apple, non con il SO ma con i suoi software di produttività... Non era riuscita a entrare dalla porta, lo fece dalla finestra e già che era lì si mise in tasca qualche idea che era stata sbadatamente lasciata sul tavolo della cucina di Cupertino!

Link to comment
Share on other sites

Esatto, verissimo!!! Se Microsoft si preoccupasse che Windows funzioni solo con i componenti usati dai brand noti, sarebbe già un grossissimo passo avanti.

è diverso il principio.

MS fornisce delle specifiche per i driver ecc. e sono i produttori a conformarsi.

Poi, MS mantiene anche una HCL (hardware compatibility list) che sarebbe bene consultare prima di comperare della ferraglia, ma quanti lo fanno?

E quanti si sono fermati dall'installare una periferica su xp quando in questi anni è comparso lo warning che diceva che il relativo driver poteva indurre instabilita' nel sistema?

E quanti si sono lamentati quando è sembrato che per sviluppare il driver di una periferica certificata da MS avresti dovuto pagare?

Insomma, voglio dire che non si possono chiedere due cose opposte nello stesso tempo.

Se MS facesse quello che dici, le periferiche "cinesi" verrebbero tagliate fuori e immediatamente avresti meno concorrenza e prezzi piu' alti.

Apple ha fatto una scelta anni fa e, piano piano, si avvicina all'idea di MS (una volta, e tu lo sai bene, ma lo dico a beneficio dei piu' giovani, a cupertino producevano tastiere e mouse proprietari, interfacce di comunicazione proprietarie, connettori per il monitor proprietari eccetera eccetera). Il tempo ha dimostrato che era sbagliato: ti ricordi quanto costava un mac una volta un confronto ad un pc?

Link to comment
Share on other sites

è diverso il principio.

MS fornisce delle specifiche per i driver ecc. e sono i produttori a conformarsi.

Poi, MS mantiene anche una HCL (hardware compatibility list) che sarebbe bene consultare prima di comperare della ferraglia, ma quanti lo fanno?

E quanti si sono fermati dall'installare una periferica su xp quando in questi anni è comparso lo warning che diceva che il relativo driver poteva indurre instabilita' nel sistema?

E quanti si sono lamentati quando è sembrato che per sviluppare il driver di una periferica certificata da MS avresti dovuto pagare?

Insomma, voglio dire che non si possono chiedere due cose opposte nello stesso tempo.

Se MS facesse quello che dici, le periferiche "cinesi" verrebbero tagliate fuori e immediatamente avresti meno concorrenza e prezzi piu' alti.

Apple ha fatto una scelta anni fa e, piano piano, si avvicina all'idea di MS (una volta, e tu lo sai bene, ma lo dico a beneficio dei piu' giovani, a cupertino producevano tastiere e mouse proprietari, interfacce di comunicazione proprietarie, connettori per il monitor proprietari eccetera eccetera). Il tempo ha dimostrato che era sbagliato: ti ricordi quanto costava un mac una volta un confronto ad un pc?

E se invece di parlare di certificazioni MS o di pincopallo si parlasse di standard da seguire e rispettare per creare i protocolli di scambio dati fra periferiche e OS su bus altrettanto standard?

Sarò un sempliciotto ma mi stupisco ogni volta che attacco una scheda audio USB o FW al Mac e vedo che Coreaudio riesce comunque a comunicare in maniera basilare ma correttamente con tale dispositivo, senza che la casa madre della scheda in questione abbia sviluppato, dietro pagamento di licenza, alcun driver per OS X, anzi manco sa che la scheda funziona con questo sistema operativo.

Link to comment
Share on other sites

è diverso il principio.

MS fornisce delle specifiche per i driver ecc. e sono i produttori a conformarsi.

Poi, MS mantiene anche una HCL (hardware compatibility list) che sarebbe bene consultare prima di comperare della ferraglia, ma quanti lo fanno?

E quanti si sono fermati dall'installare una periferica su xp quando in questi anni è comparso lo warning che diceva che il relativo driver poteva indurre instabilita' nel sistema?

E quanti si sono lamentati quando è sembrato che per sviluppare il driver di una periferica certificata da MS avresti dovuto pagare?

Insomma, voglio dire che non si possono chiedere due cose opposte nello stesso tempo.

Se MS facesse quello che dici, le periferiche "cinesi" verrebbero tagliate fuori e immediatamente avresti meno concorrenza e prezzi piu' alti.

Apple ha fatto una scelta anni fa e, piano piano, si avvicina all'idea di MS (una volta, e tu lo sai bene, ma lo dico a beneficio dei piu' giovani, a cupertino producevano tastiere e mouse proprietari, interfacce di comunicazione proprietarie, connettori per il monitor proprietari eccetera eccetera). Il tempo ha dimostrato che era sbagliato: ti ricordi quanto costava un mac una volta un confronto ad un pc?

Aiuto, ti hanno clonato. Ma ti rendi conto di quello che dici??? Ma secondo te, in coscienza, un produttore deve PAGARE Microsoft per scrivere un driver e non avere quel mafioso messaggio di avvertimento, che NULLA DI NULLA ha a che fare con la stabilità vera?

O pensi che case come HP si siano dimenticate di conformarsi a delle indicazioni aperte???

Inoltre lasciami dire che Apple ha certametne fatto errori, ma ha capito la lezione talmente bene che il modello Apple degli anni 2000 sarà copiato da microsoft, che ormai di tagliare fuori i produttori cinesi per alzare i prezzi NON VEDE L'ORA.

Link to comment
Share on other sites

Aiuto, ti hanno clonato. Ma ti rendi conto di quello che dici??? Ma secondo te, in coscienza, un produttore deve PAGARE Microsoft per scrivere un driver e non avere quel mafioso messaggio di avvertimento, che NULLA DI NULLA ha a che fare con la stabilità vera?

no, non deve.

Dico che non puoi pretendere che ms certifichi i driver di qualsiasi periferica esce (e non parliamo di un mercato di 4 stampanti, parliamo di centinaia e centinaia di "cosi" di vario genere ogni anno) senza battere ciglio.

Certo che MS rilascia delle specifiche, ma se poi il produttore pasticcia?

O pensi che case come HP si siano dimenticate di conformarsi a delle indicazioni aperte???

Link to comment
Share on other sites

no, non deve.

Dico che non puoi pretendere che ms certifichi i driver di qualsiasi periferica esce (e non parliamo di un mercato di 4 stampanti, parliamo di centinaia e centinaia di "cosi" di vario genere ogni anno) senza battere ciglio.

Certo che MS rilascia delle specifiche, ma se poi il produttore pasticcia?

Il fatto stesso che la "certificazione" sia un atto burocratico e a pagamento è de-men-zia-le e mafioso.

A quei livelli iscrivi il partner ad un server di certificazione e lo fai lavorare da solo.

Questo nel mondo semi-normale.

Nel mondo normale rilasci le specifiche, un programma di certificazione da installare presso il partnet e questo fa i kazzacci suoi.

Quello della certificazione su tangente è un piccolo residuo dell'universo mafioso degli anni '90, che io mi auguro vivamente sia spazzato via dalle proteste dei produttori.

Link to comment
Share on other sites

io ho scelto di passare ad Apple proprio per fuggire dalle tentazioni/fregature di hardware che non sai mai come funzionerà! Questo per me è stato un valore aggiunto decisivo nella scelta iniziale.. ero rimasto scottato dal portatile assemblato (pagato più dle mio PB 15":eek:) e fritto al secondo anno... ora con il passaggio ad Intel e bootcamp vari, se Apple acquisterà quote di mercato, assisteremo forse allo stesso proliferare di hardware e schifezze varie di dubbia stabilità? Temo di sì... stiamo andando verso una convergenza, e Apple ha deciso di schierarsi anche tra la sfilza di produttori di Notebook su cui montare Windows... con il surplus di avere anche un altro OS "di cui molti parlano bene". Bastano 15 minuti in un Apple Store e ci si rende conto che le persone entrano e chiedono: "ma è vero che ci metto anche windows?!". Prevedo che a breve (un paio di anni), il mercato sarà notevolmente cambiato....

Comunque, c'è sempre qualcosa che sfugge... io ora sto usando un mouse bluetooth non supportato da Mac (il logitech mx900)... e invece... non ho dovuto fare nulla: attaccato, mosso, funziona... poi con uno shareware (controller mate, che anche senza registrazione basta e avanza) sono riuscito anche a configurare i suoi 8 tasti...

Insomma: si sta proprio bene con Apple!!!:D

Link to comment
Share on other sites

e se sviluppa un driver di ***** e poi dicono che è colpa di windows?

Se è di cacca graficamente non è un problema di Microsoft. Se impianta il sistema vedrai che il server di certificazione lo beccherebbe subito.

Il tutto senza pagare tangenti e senza bollini burocratici di stampo mafioso.

E comunque la soluzione dal punto di vista dei difensori di Windows, sta nel layer in cui girano i driver, come del resto stanno facendo in Vista, se non erro.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share