Powerbook


Recommended Posts

Chest,mi dici che :"ho anche sempre scritto che nell'IT i soldi logorano chi non li ha, e che col tempo questo monopolio de facto avrebbe distrutto gli avversari." e poi mi dici che Sony ha perso una quota di mercato a causa di Xbox...

A parte che nel mondo delle console,è proprio Sony a detenere il monopolio,mentre MS è l'ultima arrivata (con una pessima base d'installato sia in Europa che -sopratutto- in estremo oriente )...vorrei farti notare,che nel suddetto mercato,c'è una situazione di vivace concorrenza e se non ci fosse,saremmo ancora a pagare una PS2 450 euri.

Viva la concorrenza!

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 8.5k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Purtroppo per noi (ma non per M$) negli USA, come in Italia (e come in tutto il mondo...) la giustizia non tocca mai i potenti...

Finchè sarà così scordiamoci di intaccare il monopolio di zio Bill...

Cisco

Link to comment
Share on other sites

Linux sale nel mercato server, ma anche MS lo fa.

Stanno scendendo tutti gli unix tradizionali, che verranno spazzati via in pochi anni. SCO e' morta, SGI quasi, Sun inizia a fornire workstation e server linux ecc.ecc.

Qui da noi linux inizia a sfondare solo adesso perche' siamo sempre in ritardo di qualche tempo, ma negli usa questo anno MS ha recuperato qualcosa su linux nel mercato server.

E' comunque ovvio che la vera sfida e' windows-linux nel mercato server. Il desktop e' dominio di MS e lo sara' per molti anni, almeno finche' linux non diverra' realmente utilizzabile da tutti, e quel giorno e' davvero lontano.

Apple puo' continuare a vivacchiare tranquillamente per i secoli attorno al 3-5%, ma non credo possa schiodarsi di li': il mercato home bada ai costi, e le macchine win-intel-amd si trovano a prezzi stracciati, mentre il mercato pro necessita di potenze che apple per ora non riesce a garantire.

Immagino che chi usa apple continuera' ad usarla con soddisfazione e via cosi'.

Ci sara' qualche switcher, ma non credo incida piu' del 5% della quota totale del mercato di Apple, e del resto ci sono pure in senso contrario.

Quel che piu' conta e' che se ogni anno apple e' piu' o meno al quinto posto dei produttori di computer, ci sono altri quattro marchi che vendono ciascuno da solo piu' macchine windows di tutta apple. In piu' ci sono gli assemblati.

Alla fine il risultato e' che la base di installato continua ad allargare la forbice, creando problemi agli sviluppatori hw e sw.

Per me e' importante che una azienda come apple stia sul mercato, per tanti motivi: storia, affetto, possibilita' di scelta, capacita' di innovare ecc., ma se qualcosa non cambia siamo solo alla sopravvivenza.

Link to comment
Share on other sites

Ciao Carlo,

la scelta...beh posso solo dirti che io aspetterei almeno l'inizi del mese prossimo, probabilmente si avraà n rinnovo di una o due delle gamme fra iMac Lcd, iBook e Titanium...

Mickey

Link to comment
Share on other sites

Marco,

La tua ultima frase mi trova pienamente d'accordo.

Ma siamo poi sicuri che Apple voglia davvero schiodarsi dal famigerato 4-5 %?

Forse Apple, in epoca Sculley-Spindler-Amelio davvero voleva la competizione selvaggia, davvero voleva intaccare disperatamente il monopolio M$ (che c'era già) con prodotti che si avvicinavano molto alla filosofia Wintel. Non credo che oggi Apple abbia difficoltà ad immetere sul mercato un oggetto che possa competere con un buon Win-box assemblato a prezzi certamente inferiori a quelli visti fino ad oggi. Qui tutti ci chiediamo: perchè non lo fa? Forse Steve Jobs ha capito che l'unico modo di sopravvivere contro il Leviatano di Redmond (che, non ce lo dimentichiamo rappresenta pure una lobby politica potentissima, come nessun concorrente è in grado di fare) è quello di consolidare la nicchia ed offrire un prodotto che si differenzi pesantemente dagli altri.

Allora che senso ha la campagna Switch? Beh, credo che questa sia l'ammortizzatore usato per attutire l' impatto del passaggio ad OSX, che ha alienato le simpatie di molti utenti storici (a torto o a ragione di questi ultimi - personalmente propendo per la prima ipotesi). Insomma, alla Apple hanno tentato di far rimanere tale questo 4-5 %. resta di capire se il loro sforzo è stato premiato o meno.

- Matteo

Link to comment
Share on other sites

>Forse Apple, in epoca Sculley-Spindler-Amelio davvero voleva la competizione selvaggia, davvero voleva intaccare disperatamente il monopolio M$

--- il discorso storico sarebbe complesso.

Premessa: ci sono state, in tutte le epoche "storiche", discussioni da parte del management apple sulla necessita' di licenziare macos alle terze parti, e per molti motivi la decisione e' stata presa troppo tardi.

Se fosse stata presa quando lo stesso gates lo suggeriva, oggi non faremmo questi discorsi, comunque...

Dopo aver perso il mercato office con i fiaschi dell'apple III e del lisa, ad un certo punto Apple, quando Gassee di fatto dirigeva i prodotti, di fatto ha abbandonato la ricerca della quota "grossa" di mercato.

Gassee voleva avere le macchine piu' potenti e piu' care sul mercato,

e i fatto gli hanno dato ragione, con fatturati e margini mostruosi per anni, anche se con quote di mercato non crescenti.

Poi i tempi sono combiati, e apple ha messo sul mercato una gamma enorme di macchine per cercare di cercare di coprire ogni area di mercato, tamponando l'imminente arrivo di win95.

pple aveva ancora circa il 15% del mercato.

LA strategia si e' rivelata un fallimento, con inventari spaventosi di macchine che nessuno voleva e carenza di macchine che erano vendute solo sulla carta.

In particolare la gente voleva macchine care e potenti e apple aveva stock enormi di macchine economiche.

A questo punto c'e' stato il crollo, anche qualitativo, con i performa schifidi, il sys 7.5 e i powerbook che si incendiavano.

La quota di mercato e' andata a picco, cosi' come le azioni.

I manager hanno tentato piu' volte senza riuscirvi di vendere la societa' e poi e' arrivato Jobs che ha tagliato i prodotti.

A spanne e in fretta, con qualche errore cronologico, ma la storia e' questa.

Il punto e' che nessuno sano di mente puo' pensare di recuperare qualcosa oltre il 5%, quindi l'idea ovvia e' cercare delle nicchie prosperose e lucrare su quelle.

Pero', come gia' detto, se la base di installato diventa enormemente inferiore, gli sviluppatori non ci stanno piu'...

Sulle macchine economiche: apple e' rimasto l'unico produttore di computer con hw e sw proprietario.

Anche se adotta parti hw standard in grande misura e usa dal lato sw tecnologie che sono standard industriali, ha necessita' di grossi margini per poter fare ricerca e sviluppo.

Non potrebbe comunque mettersi a competere sul prezzo con dell o con gli assemblatori, quindi tanto vale cercare di piazzare macchine piu' care grazie a innovazioni come airport o al design.

Link to comment
Share on other sites

Grazie Mickey avevo gia l'intenzione di comperarlo nel febbraio 2003.

Devo aspettare nuovi eventi in casa Mac.Poi mi deciderò sul dafarsi.

Ma tu che hai come computer? Anche un titanium?

Per il momento mi diverto con un vecchio IMac e il suo lavoro lo fa molto bene.

Alla prossima!!

Ancora un saluto al mio caro amico svizzerotto Felcaf!!!

Link to comment
Share on other sites

Si Carlo ho anche un Titanium 800...ed è un bel prodotto, sicuramente adesso ha un prezzo fuori mercato, troppo alto, anche perchè Apple ha pensato bene di non riprezzare la linea dei portatili agli ultimi MacWorld...scelta incosciente e sono stati puniti nelle vendite proprio dei Titanium per questo si parla insistentemente del rinnovo della linea Titanium...

Mickey

Link to comment
Share on other sites

Gent.le Marco (Mc100), mi ha fatto molto piacere la tua attenta e puntuale risposta alla mia osservazione, chiedo scusa per il ritardo con cui scrivo, ma il lavoro con questi maledetti computer.... Primo perchè qualcuno ha preso in considerazione le mie parole, secondo perchè avere pareri contrastanti, in ogni caso è sempre un momento per crescere e vedere le cose sotto più prospettive. Capisco che è quasi impossibile capire il tono con cui si dicono le cose attraverso uno strumento come un forum telematico, anche gli emoticons, non riescono ad avere lo stessa valenza di una discussione de visu, in ogni caso ti assicuro che la mia osservazione era fatta in tutto relax e soprattutto la mia piccola provocazione iniziale aveva lo spirito di sondare il perchè di tutta questa avversione al mondo MAC in forum dedicato ad esso. Questo perchè sono un nuovo del forum e ho sempre visto da parte di alcune persone che lo frequentano sempre degli attacchi feroci. E non capivo veramente il perchè. Secondo me, e questa è un'opinione del tutto soggettiva, non ci sono attualmente delle alternative al mondo mac nel panorama informatico, ed è per questo che continuo ad usare il mac. Questa scelta ti assicuro mi costa molto, se avessi la consapevolezza di poter fare quello che faccio con mac con Win, cambierei subito piattaforma e ripeto non capisco perché chi é invece convinto del contrario, perché continua a perseverare in questa sua decisione, permettimi il termine masochistica. Traspare dalle tue righe di risposta che a te sta a cuore il mac, e questo già mi da' conforto, ma sei contrario a certe scelte. Credo però, visto il grosso passo compiuto dalla Apple nel costruire X, più logico molto spesso non giudicare per dei dettagli una cosa così importante, ma l'interezza e lo sforzo compiuto. Spero di farti cosa gradita nel rispondere punto punto alla tua corretta lettera, anche per mostrarti che l'ho letta e valutata attentamente.

il problema e' che php, e apache ci sono anche sugli altri

sistemi.

Ovviamente come immagini questo lo so, ma per installarli in X basta decommentare un paio di righe, ed inoltre il mio appunto non era fatto nei confronti di OS di altre aziende, ma ai predecessori di X.

provate a fare quello che fate con X, con SCO, Solaris etc

--- non puoi, non sono sistemi desktop.

Vale anche il contrario naturalmente. Fai con OS X quello

che fai con Solaris:

Cosa non posso fare con X che con SCO posso fare?, al limite a Solaris potrei contrapporti Xserve

A parte che nessuno dice che l'interfaccia di win e'

meglio, ma solo che alcune soluzioni possono esserlo,

E qui siamo perfettamente d'accordo. anzi facciamo una cosa, perchè non proviamo a redigere una lista di queste cose e magari, mandarla alla Apple.,

ma il

discorso "da chi ha copiato chi" ha poca importanza. Apple

ha l'ha presa dal Parc Xerox, che a sua volta aveva attinto

dal lavoro del professor Engelbard. E allora?

Giusto, ti ricordo che anche il DOS.....Ma il mio pensiero, e forse l' ho espresso male, stava a significare, che questi signori da più tempo di tutti stanno portando avanti una interfaccia grafica nel mercato, forse avranno maturato una conoscenza tale, che si è tradotta in X.

--- cerchiamo di essere realisti: MS la guerra non l'ha

vinta oggi, la ha stravinta ai tempi della introduzione di

win95 perche' apple non e' stata in grado di rilasciare

*allora* un sistema nuovo.

Sono perfettamente d'accordo, ma sinceramente non credo di aver detto il contrario, ho voluto sottolineare, quali sono gli strumenti adottati da Ms ancora una volta per essere leader di mercato, e non per la validità dei prodotti. Inoltre vista la tua grande preparazione storica ricorderai benissimo chi all'epoca era al vertice di Apple, quelli sono stati i veri anni bui.

Inoltre le mie esigenze come mi è stato detto nel forum non coincidono con quelle dell'utente finale e forse questo è un altro dei motivi di discordanza, ma non sono né un fanatico né un integralista (anche questo mi è stato attribuito), sono veramente convinto della validità di X e sono convinto che ci siano una serie di dettagli da mettere a posto. Ma non posso nemmeno dire che un OS fa schifo, perché itunes od iphoto moltiplica i dati sul disco (perchè l'utente non ha visto come funziona sugli help), oppure perchè non riesco a veder i dati occupati in un disco e così tante altre sciocchezze (sono tutte cose che ho letto nel forum). Sbaglierò ma sono per la bit diversità, mi spaventa molto un mondo con un grande fratello informatico (e ci siamo vicini), per la mia professione molto più apocalittico di quello prospettato da Orwell in 1984. Dove c' è monopolio non c'è qualità, né giustizia.

un salutone

Fabio

Link to comment
Share on other sites

>Spero di farti cosa gradita nel rispondere punto punto alla tua corretta lettera, anche per mostrarti che l'ho letta e valutata attentamente.

----- Premessa: a volte si risponde di fretta e bruscamente per andare veloce, ma nessuno qui ha intenzione di fare il fenomeno o cazziare gli altri.

Siamo qui per divertirci parlando di Apple, poi qualcuno e' piu' critico e qualcuno meno, ma il solo fatto che stiamo qui dimostra che alla mela ci teniamo.

Ti chiedo solo un favore: prova a quotare meglio, leggere la tua risposta e' una piccola impresa ;-)

>per installarli in X basta decommentare un paio di righe,

insomma: apache e' a posto, ma php e mysql necessitano di diverse righe di istruzioni da terminale.

Su windows c'e' un pratico installer che mette a posto tutto lui. Non e' un problema di OS, certo, ma sarebbe carino se apple vendesse jaguar con queste cose gia' a posto, ma immagino siano ok sulla versione server...

>Cosa non posso fare con X che con SCO posso fare?, al limite a Solaris potrei contrapporti Xserve

con SCO sei a posto: SCO e' morta ;-)

Solaris e' un server di ben altra caratura rispetto a Xserve e allo stesso linux. La stessa apple lo sa bene, e infatti il target di xserve e' lo small business, non certo l'enterprise.

Parliamo ad esempio di come scala l'os su macchine con decine di processori... oppure per dirne una molto piu' banale della gestione delle ACL.

>questi signori da più tempo di tutti stanno portando avanti una interfaccia grafica nel mercato, forse avranno maturato una conoscenza tale, che si è tradotta in X.

no, non a mio parere e a parere di un bel po' di studiosi di interfaccie umane.

Se leggi un bel po' delle osservazioni di esperti come Tognazzini troverai un mucchio di osservazioni condivisibili su come X sia un deciso passo indietro in questo campo.

Si e' badato troppo alla spettacolarita' e troppo poco all'uso quotidiano e intenso.

>non posso nemmeno dire che un OS fa schifo, perché itunes od iphoto moltiplica i dati sul disco (perchè l'utente non ha visto come funziona sugli help), oppure perchè non riesco a veder i dati occupati in un disco e così tante altre sciocchezze

---- saranno anche sciocchezze, ma sono le cose che, se funzionanti a dovere, rendono la vita piu' comoda e semplice all'utente.

Faccio un esempio: trovo fastidiosissimo che, se ho la scrivania mediamente affollata, c'e' una alta probabilita' che quando creo o sposto qualcosa sulla scrivania stessa, il sistema me la piazzi sotto o parzialmente sotto al dock.

E' una stupidaggine, ma e' odiosa e indice di poca cura da parte del designer della interfaccia.

Erano cose come queste che IMHO rendevano, per un novizio totale, l'esperienza di uso di un mac radicalmente diversa, e al momento non ci sono piu'.

Immagino torneranno, ma e' frustrante essere dovuti ripartire da zero invece di riprendere il discorso da dove si era arrivati.

>Sbaglierò ma sono per la bit diversità

---- direi che su questo nessuno puo' opinare

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share