Powerbook


Recommended Posts

  • Replies 8.5k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Io ho acquistato un Pismo 400 Mhz su eBay.it a natale per 450€ e mi trovo benissimo, ci gira Panther ed un sacco di software, sono in rete airport con un iMac 400 e ne uso la stampante dalla mia camera. La cosa importante é verificare bene l'asta in oggetto per non ritrovarsi a dover poi upgradare la macchina (Ram, HD, ecc) altrimenti ti sogni il risparmio e per girare bene deve avere un buon 512 Mb di Ram.

Altra cosa ti sconsiglio di comperare fuori della comunità europea altrimenti tra spese di spedizione e le tasse doganali ti sogni il guadagno

Link to comment
Share on other sites

Mi è arrivato il Powerbook, e come da manuale l'ho attaccato alla rete per caricare completamente la batteria.

Prima ha emesso una luce verde, poi una luce arancione, adesso nessuna luce. I led verdi sul fondo dicono che la batteria è carica all'80%, e da lì non si sono più mossi da tre ore, la luce dell'alimentazione resta spenta.

E' un brutto segno?

Link to comment
Share on other sites

......e visto che ne parlavo, oggi mi sono dimenticato il pb alimentato dalla sola batteria.....tanto per confermare quanto detto...quando s'è spento per esaurimento batteria.....alla ricarica mi sono accorto che dai 4035 di capacità è passato a 3800.Ribadisco attenti a non scaricarlo mai del tutto, il che significa che delle 4 ore dichiarate se ne vedono solo 3, ma se bisogna metterlo in carica quando ha ancora un 30 40 % di carica....quanto poco mi dura il puppampere. Fortuna che il mondo è pieno di prese elettriche!

Link to comment
Share on other sites

Si sono d'accordo.. sembra evincersi che la scarica fino al termine dello stato di sleep sia nociva perchè riduce la capacità dalla stringa di terminal in maniera significativa.

Ma ho anche notato che il valore tende a risalire dopo due cicli normali.

Probabilmente la batteria andrebbe ricaricata dal 30% in poi per minimizzare il deterioramento di ogni ciclo.

In ogni caso ogni ciclo riduce il valore della stringa di terminal se pur di poco.

E' questo il motivo per cui preferisco alimentarlo senza batteria collegata se non è strettamente necessaria.

E ovviamente preferisco conservare la stessa

quando non inserita nell'alloggiamento tra

il 30 e il 50% di carica e mai oltre la settimana.

Sulle durate dichiarate ci sarebbe tanto da dire... ma la durata dei 12" ibook anche se lontana dalle 6 ore dichiarate è veramente notevole.

Sinceramente non mi piace giocare con il controllo luminosità...

lo ritengo uno stress per l'inverter e non vorrei trovarmi con uno schermo flickerizzante.

Tengo la luminosità all'80 % costante.

Link to comment
Share on other sites

sicuro che non sia un WINDOWZ? eh eh eh eeh...

Magari !

--------------------------------------------

Resetta la pram e se non va

restituiscilo al creatore.

E' sempre felice di riprendere le sue

creature difettose.

Link to comment
Share on other sites

Altra cosa ti sconsiglio di comperare fuori della comunità europea altrimenti tra spese di spedizione e le tasse doganali ti sogni il guadagno...

Ma sai.. non ne sarei così sicuro

fuori si fanno affaroni Posted Image.

In italia la gente si affeziona ai mac più

che altrove... quindi si trovano prezzi assurdi

sul mercato dell'usato e soprattutto non esiste il ricondizionato con garanzia, formula in auge in US.

Link to comment
Share on other sites

<FONT COLOR="119911">sicuro che non sia un WINDOWZ? eh eh eh eeh...</FONT>

Mah, non so, ha uno strano disegno a forma di mela sopra il coperchio. Forse è un Apploz, o un Wipple...

:-)

POWERBUK, anche tu scottato dall'alimentatore di Apple? A me ha solo lasciato perplesso che un giocattolo da cinque milioni e passa di lire non sia più che perfetto. Fa il paio con il televisore Samsung della mia fidanzata, uscito guasto dalla fabbrica.

Da ragazzino abitavo a due passi dalla Brionvega, gloriosa fabbrica di televisori poi schiacciata, come quasi tutta l'industria italiana, dalla concorrenza estera.

Ricordo che dalla strada di vedeva uno stanzone nei seminterrati, con dozzine e dozzine di televisori che restavano accesi una notte intera. Passato questo collaudo, venivano spediti ai punti vendita.

Oggi non usa più?

PS - Mi sostituiscono l'alimentatore fra cinque giorni. Ovvero: le gioie della globalizzazione (lo fabbricano in India, ma lo spediscono dall'Olanda. Possibile che la Apple Italia, che oltretutto è a due passi da dove abito, non abbia UN alimentatore per PB in magazzino??).

Link to comment
Share on other sites

Non scottato dall'alimentatore ma di difetti e rapporti con l'assistenza apple ho avuti parecchi.

Giochicchio mangiando mele dal 1987 anno in cui mi regalarono il primo IIGS e addirittura dal 1985 (avevo circa 10 anni) in cui toccai il primo Mac 512k lì dove lavorava mio padre...

Quindi ho vissuto l'evoluzione/involuzione di apple da marca seria e all'avanguardia, scrupolosa e con prodotti molto più affidabili della concorrenza, a quello che è oggi...

altro che brionvega !

Cmq sei piuttosto fortunato.

Meglio un alimentatore fritto che due o tre pixel bruciati Posted Image.

Ehm il televisore samsung della tua ragazza?

certo che fanno coppia.

Apple usa schermi samsung come tft almeno dal lontano 1998... di che ti stupisci Posted Image.

Link to comment
Share on other sites

<FONT COLOR="119911">Apple usa schermi samsung come tft almeno dal lontano 1998... di che ti stupisci</FONT>

Aaahhhhh... :D

Mi era piaciuto molto un post (era tuo?) che diceva pressappoco che l'ingegnerizzazione spinta dei portatili si paga. Cioè, se non ho capito male, che se vuoi il computer spesso cinque millimetri devi anche aspettarti certi inconvenienti, cavetti che si interrompono, il case che diventa un forno, schermi che si deformano...

Così l'impressione che si ha è quella di un prodotto perennemente in beta-testing, esattamente l'impressione che ho avuto dall'alimentatore balengo scoprendo che sanno e hanno pubblicato una technote in cui suggeriscono, prima di rivolgersi all'assistenza, di... cambiare presa e staccare il condizionatore!

Proprio loro, così fissati con l'immagine, il brand...

Secondo te si può chiedere a un cliente che ti ha appena lasciato 2.600 € di passare la giornata cercando fra tutte le prese di casa quella che va a genio al loro scatolotto bianco? E se non trova una presa empatica cosa fa, butta il Powerbook? Senza contare quelli che ti consigliano di entrare in open firmware per "resettare tutto": ma chi si azzarda a fare certe cose da stregone?

(Ho provato anche ad attaccarlo a uno stabilizzatore, niente da fare).

Cmq, quando ho fatto presente al tipo di AppleCare che sui forum (della Apple!) il loro alimentatore bianco da 65W è oggetto di vituperio abbastanza frequente, è stato laconico: "Ho un powerbook come il suo e va benissino, in tre mesi mi sarà capitato di sostituire tre o quattro alimentatori... è che quando sui forum si lamentano in quindici sembrano un milione".

Una volta vigeva la regola del commercio che "il cliente ha sempre ragione", e ogni cliente era effettivamente sacro come una vàcca indiana. Oggi, a quanto pare, il cliente preso individualmente ha poca importanza, può addirittura diventare una seccatura, è sacrificabile se il segmento di mercato coperto rimane abbastanza ampio da garantire il pieno settimanale al titolare.

Che fare? Incrociare le dita e sperare che non abbiano badato a spese assemblando il computer.

Non è bello, però, far vivere la gente con questi patemi.

:-|

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share