Powerbook


Recommended Posts

<FONT COLOR="ff0000">Una volta che un software del genere si impone è difficile che si cambi direzione.</FONT>

<FONT COLOR="000000">Questo è vero, ma protools, ad esempio, che è lo standard, non ha impedito a Logic di diffondersi!!!</FONT>

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 8.5k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Gianni

<FONT COLOR="ff0000">Final Cut ha prestazioni pari a quelle dell'Avid, ma sta di fatto che il secondo è il più usato e oltretutto ha una grafica più intuitiva.</FONT>

Veramente a vederli ho l'impressione contraria (sto parlando di GUI). Inoltre il primo ho avuto modo di giocarci e sono riuscito a fare qualcosa ... ma parlo da profano.

<FONT COLOR="ff0000">Evidentemente Win ha fatto passi avanti. O Apple passi indietro?</FONT>

Beh, che Windows sia cresciuto (vabbé, lasciatemela passare Posted Image) è sicuro. Apple in proporzione è cresciuta molto più ... basta confrontare OS 8 o 9 con X. Inoltre mentre Apple ultimamente sta facendo crescere X a ritmo vertiginoso, M$ è riuscita a battere se stessa: peggiorare Win2k (che rimane secondo me il miglior OS di M$ di sempre).

Link to comment
Share on other sites

Gennaro, mah, forse l'abitudine all'interfaccia di avid rende il cambiamento scomodo, ma se avessi soldini da spendere comprerei un bell'Avid Xpress DV per il mio PB...

Riguardo la mia ultima domanda, era una piccola provocazione. Anzi, rilancio: com'è che molti studi usano ancora come piattaforma il vecchio PowerPC 8700 (si chiama così, vero?) e quando devono cambiare quella gloriosa macchina il più delle volte passano a Winzozz?

Link to comment
Share on other sites

Gianni

<FONT COLOR="ff0000">PowerPC 8700 (si chiama così, vero?)</FONT>

No, Power Macintossh 8600 oppure 8500, 8200, 8100 Posted Image

Ad ogni modo, la risposta è chiara, secondo me a ottieni prendendo spunti da un pò tutti i post

1) L'hardware x86 a parità di prestazioni costa meno (anche se poi è più problematico gestirlo, grazie a Windows, ma questo è un altro discorso)

2) Pirateria molto più diffusa su x86 che su Mac. Non è un fattore da poco.

3) Il PC te lo vendono anche dal macellaio sotto casa, e ti illudi che sarà facile risolvere i problemi grazie alla diffusione di quella piattaforma e grazie all'apporto di amici (che poi magari si fa più casino anche questo è un altro discorso...)

4) Windows è cresciuto ... quindi ora c'è un sacco di gente che s'illude che è in alcuni campi "buono" come un Mac

5) Apple qualche [email protected] l'ha fatta

6) Qualche altra [email protected] l'hanno commesse anche altre software house legandosi troppo a M$, tralasciando la qualità del software per Mac ... non tenendo conto che M$ fagocita tutto e tutti, prima o poi

Link to comment
Share on other sites

Posted Image PowerMac, sì insomma, quello grigio...

Sono complessivamente d'accordo con te, fotografi molto bene la situazione. Solo ti ricordo, riguardo i primi 4 punti, che io parlo di studi professionali, che ragionano in una logica aziendale. Questo forse è in argomento con il topic "dove sta andando apple?"

Link to comment
Share on other sites

ma è assurdo!?!!? , vabbeh se non esce nemmeno il speedbump del g4 , a 1.5 e con le schede video migliori, mi prendo a 999 euro un ibook e fanculo me lo faccio bastare fino a fine 2005 quando ci saranno i G5 stabili.

ormai mancano 2 giorni.. io confido tantissimo nel 4778 della motorola con la ram potenziata, la frequenza incrementata, il costo minore, e una 9700 nei 12, fino alle 9800 pro su quelli più grossi.

Link to comment
Share on other sites

Ma nonostante tutto, nonostante l'etica mac e tutti motti think different.

Se tra 2 giorni non esce lo SpeedBump del g4 sui powerbook con annessa incremento di schede video , e magari un leggero abbassamento dei prezzi.

è ufficiale NON NE VALE LA PENA, spendere 2000 euro.

Se non esce speedbump , mi compro un ibook da 999 euro e me lo farò bastare fino a quando la apple non si deciderà che i pb (gioiello di punta della casa) non può rimanere indietro.. di questo passo avremo prima emac G5 che pb G5.

Se rimangono invariati.. ora come ora ripeto non ne vale la pena!

E chi l'ha preso come te a luglio il pb o ancora prima.. ha fatto un affare della madonna =) è rimasto il top per così tanto tempo e lo rimarrà ancora... fino a giugno allora almeno (se salta lo speedbump di questi giorni).

naturalmente se vengono aggiornati mi butto subito nel nuovo prestante g4 pb =) ma le ultime news sembrano negarlo..

cmq si sa.. apple è come un uovo di pasqua.. quello che presenta all'expo è davvero difficile riuscire a indovinarlo..

Link to comment
Share on other sites

Gianni, in tutti le mie esperienze personali (mi ci sono scontrato/scottato sia all'università che presso privati), i "professionisti" hanno agito esattamente come la gente comune. E questo mi stupisce davvero. Purtroppo la gente s'illude di poter fare con alcuni strumenti cose che proprio non le competono ...

Qui Apple a parte sensibilizzare l'opinione pubblica, partendo dalla base (la scuola, lo ripeto da anni), poco può fare.

Link to comment
Share on other sites

Gabriele,

ti ha fatto qualcosa il PowerBook attuale? Ha una delle migliori schede grafiche sul mercato, un processore molto potente ed un rapporto prestazioni/durata della batteria ineguagliabile da altri prodotti sul mercato. Per RAM potenziata cosa intendi? Io ho 1 Gb di RAM che presto diventeranno 2. Per quanto riguarda la Mobility Radeon Pro, arriverà anche quella, anche se non penso che per gli utilizzi in cui eccelle il Mac portatile(video, grafica 2D) questo processore grafico possa segnare un incremento di prestazioni significativo rispetto alla 9700.

Link to comment
Share on other sites

Gabriele,

se non dovessere aggiornare come oramai sembra scontato i PowerBook al MacWorld non è detto che non possano farlo comunque entro il mese di gennaio, caso contrario è probabile che molti compreranno un economicissimo iBook, come acquisto ponte in attesa del PowerBook G5...

Per la cronaca, il processore sul quale tutti facciamo affidamento è prodotto da FreeScale è sarà l'MPC 7448...

Inoltre credo altamente improbabile che tutti la produzione PowerBook vada solo con schede video Ati..almeno uno della gamma deve restare su Nvidia...

Mickey

Link to comment
Share on other sites

Ragazzi ho un problemino....

quando inserisco nuove foto o nuove canzoni le mette sia nella playlist sia in libreria, ma se le cancello dalla playlist rimangono nella libreria. Come faccio a non doverle sempre cancellare sia da una parte che dall'altra? Io vorrei cancellarle la canzone o la foto solo dalla playlist in modo che si cancellino in automatico anche dalla libreria. Grazie

Link to comment
Share on other sites

...è vero, i grafici più bravi in genere usano mac. quelli con più esperienza è perché così hanno imparato, quando con win c'era da spararsi. i giovani prima o poi scoprono mac per questione di feeling. ciò non toglie, per i motivi da voi esposti, che apple detiene quote sempre minori nel settore.

il video è un altro discorso, e si dovrebbe distinguere tra montaggio (dove avid in campo professionale non ha rivali) e post-produzione, ma così andremmo ulteriormente off topic. va però detto che questo tipo di utenza non sceglie per ignoranza o perché il vicino di casa all'occorrenza sa mettere le mani su windows, né utilizza software taroccato. la semplice verità è che avid, nato su mac, con l'evolversi delle piattaforme ha iniziato a rendere meglio su windows. in particolare, su nt2000 citato da gennaro tangari. per recuperare quote di mercato, come ricorderete, apple alcuni anni fa con una mossa geniale si appropriò dell'immagine del videomaker cosmopolita con camcorder (canon) e powerbook al seguito, che ha fatto breccia nelle nicchie più "avantgarde". la risposta di avid è stata un prodotto di pari costo che, al momento della presentazione - oggi, col g5 non saprei) non sembrava in grande armonia con la piattaforma mac. un ulteriore fattore contingente a discapito di apple è che in tempi di forte contrazione (tranne alcune eccezioni) dei budget audiovisivi si tendono ad evitare investimenti che, seppure emotivamente allettanti, potrebbero rivelarsi azzardati. provate a mettetevi nei panni di una piccola struttura produttiva che ha dovuto acquistare per motivi fiscali entro fine anno poniamo cinque workstation portatili su cui far girare avid. voi siete così sicuri che avreste scelto l'ergonomico, elegante e beneamato powerbook? questo, terra terra, è uno dei modi in cui si perdono (o non si acquistano) quote di mercato, il cui recupero poi è difficilissimo. da qui, e torniamo a inizio argomento, la mia sensazione (che mi auguro sarà smentita da imminenti sorprese) che apple, concentrandosi su altri nuovi business, stia consapevolmente trascurando il proprio posizionamento in certi settori pro. in compenso, è al top di un'area consumer 'trendy' , in crescita trasversale, e indifferente al fatto che con 1000 euro oggi si comprerebbe un notebook superiore, sulla carta, al nostro pb da 15". ma la mela, appunto, è tutta un'altra cosa...

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share