Sign in to follow this  
Guest

DearOldMac - vecchie discussioni

Recommended Posts

Guest

scordati di attaccarci un monitor VGA.

anche facendo hacking mi pare che la sincronia fosse su un canale diversa cdi quello che si usa adesso, sui vecchi monitor Apple. per il problema dei colori, hai controllato che uno dei connettori (quello del rosso, visto che vedi il blu ed il giallo=verde+blu) o dei cavi all'interno non sia staccato o rotto?

just my 2 pences

Share this post


Link to post
Share on other sites

I system fino al 7 e qualcosa sono pubblici, dovresti trovarli sul sito apple.

Sull'LC II ti consiglio il 6.0.4; se hai difficoltà a trovarlo, ce l'ho (o forse il 6.0.7) su due floppy, potrei anche mandartelo via email se la tua casella regge.

Il monitor è andato e comunque non era granché (aveva i cosiddetti "pixeloni"), all'LC II dovresti poter attaccare il 13"RGB che, essendo uno dei più robusti mai costruiti, puoi trovare usato e funzionante con poche kilolire ed è comunque storicamente congruente.

Devi controllare la quantità di ram video, che è espandibile.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

senza parlare poi della qualità delle componenti hardware e della coerenza del software!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Erano gli anni d'oro, altro che balle. All'epoca avevo un SE FD/HD, comperato a due cucchi e mezzo (metà prezzo...) nel circuito universitario, un SE/30 "truccato" che usavo come portatile (nel borsone! non c'era ancora nemmeno il Portable) e un LC appunto col monitor a 12" e i pixel un po' dilatati, che cambiai poco dopo con un LC III con monitor da 14".

L'LC III, assieme al PowerBook 180 e all'SE/30, è tuttora presente nei ricordi di famiglia. Hardware rock-solid, system software stabile (7.1), macchina pure elegante, e all'epoca c'era Windows 3.1 che girava in gamellotti di latta osceni, che per far finta di essere veloci avevano spesso un display sul davanti con la cifra "66", che poi erano in realtà 33MHz di un 486.

Come abbiamo fatto a ridurci al punto da comperare un pc con Windows Xp e constatare che è ampiamente competitivo se non migliore, francamente non riesco ancora a inquadrarlo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

> Come abbiamo fatto a ridurci al punto da comperare un pc con Windows Xp e constatare che è ampiamente competitivo se non migliore, francamente non riesco ancora a inquadrarlo.

Basta pensare che se Bill Gates si rende conto che la qualità è pagante (e se ne sta rendendo conto parzialmente da pochissimo), Apple cappotta nel giro di un anno.

Franco, la Microsoft ha delle risorse allucinanti.

E siccome parliamo di computer e non di centrini all'uncinetto, i soldi FANNO la differenza.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

> Come abbiamo fatto a ridurci al punto da comperare un pc con Windows Xp e constatare che è ampiamente competitivo se non migliore, francamente non riesco ancora a inquadrarlo.

ci siamo affidati ad un solo produttore di processori, e siamo stati fermi per due anni. credo che basti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Nei mesi scorsi sentivo dire agli esperti finanziari che la liquidità di Apple era molto molto elevata.

Il problema è che la impiega in maniera che secondo me è sbagliata. L'iMac originale, il bondi blue, è stata un'idea prorompente, che ha riportato ad Apple un bel po di clienti e soprattutto l'attenzione di molte software house alla piattaforma macintosh. Ora sarebbe l'ora di smetterla di pensare a quale colore mettere sul prossimo computer oppure a questa trasparenza o quell'animazione sul Mac OS X. Voglio un computer con cui lavorare senza compromessi. Che sia facilmente espandibile e solido come una roccia. Pensate un pò al Macintosh SE del 1986/87. E' molto più piccolo dell'iMac attuale CRT e forse anche (naturalmente considerando il monitor) del nuovo TFT. Eppure un slot di espansione seppur non standard c'era. Ma perchè hanno voluto a tutti i costi rendere l'iMac inespandibile. Concorrenza con i PowerMac, ma per favore, l'utente PowerMac si lamente del numero limitato di slot di espansione (che all'epoca se non sbaglio erano 4) figuriamoci se il mezzanine del bondie blue poteva rubare clienti pro!

Il discorso software non lo tocco nemmeno perchè altrimenti mi arrabbio troppo. Mi limito a confermare quanto detto da Franco. Il confronto fra System 7.1 e Windows 3.1 non era neanche proponibile. Win in fondo non era altro che un'applicazione DOS scritta malissimo e di una scomodità allucinante. Ora Xp non so quanto abbia da invidiare a Mac OS X.... Posted Image

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lenta cottura.

La prima volta che misi piedi in un negozio di pc fu un paio d'anni fa, per comperare una stampante usb, visto che la apple non ne faceva di sue e nei negozi apple costavano identiche un 20-30% in più (molto intelligenti, dico ora).

Poi lo scanner, poi la coolpix a ottimo prezzo. La ram. Ciao Apple centre.

Nel frattempo, vedevo la metamorfosi di windows non solo sui computer della teppa, ma anche su VirtualPC.

Il software che rappresentava il cuore di Apple iniziava ad aggiornarsi prima nelle versioni Windows, poi in quelle Mac ed in forma parziale (vedi Acrobat, che mi è semplicemente indispensabile).

In quindici anni di uso del computer ho avuto necessità una volta sola di avvicinarmi ad un sistema unix per acquisire immagini dinamiche di un airbag; era così semplice che la postazione in questione era dedicata, e aveva un operatore fisso addestrato apposta per saper usare unix e il programma di cad e simulazione relativo.

In compenso, la necessità di scambiare dati con utenti windows, o produrne per l'utilizzo da parte di costoro, è quasi quotidiana.

Il nuovo sistema operativo non fa un solo passo avanti verso la compatibilità con il mondo win, anzi VPC rallenta.

Fintanto che comunque il mio giardinetto macintosh era più fiorito, mi poteva star bene anche così. Ora ci sono ancora prodotti competitivi, soprattutto per il design che ha la durata della freschezza di una rosa, ma la differenza, proprio in termini di tempo reale da dedicare a un task, non è più indiscutibile.

Forse con BeOS poteva essere diverso, ma se non gli comperavano il caro estinto NextStep forse Jobs non sarebbe rientrato.

Porting di software tecnico di nicchia per MacOS? Are you kidding? Uno dei massimi argomenti di potere in una struttura universitaria è il know-how in attività di nicchia.

Se io sono un assistente che sa smanacciare unix su software specifico (metti, un dna sequencing) e domani mi entra in istituto un macintosh con lo stesso software che sanno usare anche altri, lo sfascio nottetempo a randellate. Altrimenti non solo divento rapidamente sostituibile, ma altri potranno avviare ricerche e pubblicare scientificamente nel mio settore privilegiato. Poiché l'autoorchiectomia non è gradevole, farò di tutto per ostacolare tale calamità, fin dalla pianificazione degli acquisti.

Soffrire in pace? Faccio il medico e quindi ho il massimo rispetto per la sofferenza, purché non sia fine a se stessa nel qual caso inizia a coincidere con il masochismo. Esistono terapie antidolore, dal sintomatico al radicale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io ho avuto LC ed LCII e sono state macchine buone, ma rispetto alla generazione dell'SE/30 il livello di qualità costruttiva era già sceso decisamente. Anche l'SE fdHD (che ho venduto un paio di settimane fa') era di una robustezza che rispetto al Mac Classic era di nuovo superiore. Il pto è che oramai siamo in un ciclo vizioso in cui escono e devono uscire nuovi modelli di computer a prezzi sempre più bassi ogni qualche mese e inevitabilmente le innovazioni non sono spesso così eclatanti, i test di qualità sui medesimi sono altrettanto veloci etc.

Se pensate al Mac SE (uscito nel '87 se non ricordo male) costava allora 5 milioni e mezzo + IVA (e non era neppure il top: c'era il MacII con 68020 e supportava i colori) ed è stato in produzione circa 3 anni (giusto?). E' chiaro che con quei prezzi e quei tempi di uscita i produttori di computer (e la Apple in particolare) avevano la possibilità di presentare modelli realmente nuovi e stabili sia a livello di OS sia di hardware. Già la linea Classic e LC hanno rappresentato un adeguamento al cmq diverso mondo dei PC che poi è sfociato nella rovinosa linea Performa. E' anche vero cmq che se abbassi i prezzi per andare dietro al mercato in cui operi devi forzare il consumatore a cambiare il computer più spesso, talvolta illudendolo che un prodotto sia rivoluzionario quando non lo è affatto; è chiaro devi solleticare il consumismo del consumatore (come fa la Apple) facendo del computer un oggetto di moda. D'altra parte, andando contro le logiche di mercato (perchè non penso che oggi si potrebbe tornare al modello di business del '87) come consumatore-appassionato di Apple preferivo spendere anche di più, ma avere una macchina senza difetti e che quando messa in produzione presentava caratteristiche di novità (e l'SE se vogliamo, a parte l'HD integrato, il floppy in una seconda fase diventato a 1,4Mb e lo slot di espanisione non è stato l'esempio di innovazione più ecclatante), che rimaneva in produzione un sacco e che non diventava subito vecchia come una mozzarella aperta.

D'altra parte le cose son cambiate (e da utenti Apple dobbiamo farcene una ragione).

Sul fatto che i PC poi siano ormai come i Mac ci andrei piano: i casini che un PC (e ancro peggio una rete di PC) ti può piantare e il tempo che ti può far perdere non sono lontanamente paragonabili a quelli di un mac. L'affidabilità e la qualità costruttiva delle macchine trovo siano ancora molto molto molto distanti (soprattutto nei portatili).

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Posso fare una domanda?

Perchè Apple non adotta i Pentium IV? O gli Athlon? O gli Alpha?

Non credo che costino di più!

Ci stiamo abituando al fatto di avere la metà dei Mhz. Perchè? Il contatto con IBM e Motorola continuerà all'infinito, a costo di tutto? Che cambino processore, subito, e si fanno i mac a 1,5 giga!!!!

Non è che dobbiamo aspettare, BASTA CAMBIARE FORNITORE! Subito, oggi pomeriggio!

Come mi compro la stampante Epson, come ho il processore IBM e il masterizzatore Yamaha, così potrei avere un processore da 1,8 giga, che con l'architettura OSX risolverebbe ogni problema, e noi ci scriveremmo solo nella sezione Off topic.

Ecco qual'è il problema. Siamo felici di provare un IMac da 800 Mhz, quando al supermercato il computer da 1,5 milioni è più veloce.

Ciascuno di noi è fiero di dire: " il mio computer è costato 7 milioni, va a 400 mhz, ma visto che è un Apple va, guarda che figata, come il pc da 2 milioni!!!"

CI SIAMO RINCOGLIONITI??????

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this