Sign in to follow this  
Guest

DearOldMac - vecchie discussioni

Recommended Posts

dunque, dire che un ppc va il doppio di un x86 di pari frequenza, sembra sbagliato anche a me, va molto di più. il punto è sfruttarlo.

per i programmi che mancano, scrivete alle software house e chiedete, specialmente le localizzazioni, oppure rivolgetevi ad altre. il discorso della banca non l' ho ben capito, ma la mia offre servizi su internet, che funzionano sia dal 9 che dal X, almeno da quel che dice mio padre.... (che è un fan win).

non vedo perchè dovrebbe far girare programmi x win, a quel punto uno si compra un pc......

tra l' altro next girava su un cubo ppc bipro.....

qualunquismo... tsè

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusa, Andrea, se mi altero. Ma francamente non sopporto più la cantilena della colpa delle software house. Ma insomma! O dai dei c0glioni a tutti i programmatori del mondo o dai dei c0glioni a quelli che hanno reso così complicato scrivere buon codice.

Tertium non datur, perchè fino a prova contraria se io CAMPO vendendo programmi non si cacchio vede perchè non dovrei ottimizzare il codice e renderli migliori di quelli della concorrenza.

E poi questa odiosa cantilena sarebbe ancor tollerabile se Apple avesse il 90% del mercato. Ma col 2% ma come si permettono di complicare la vita agli sviluppatori!!!! Dovrebbero REGALARE tools, libri, ambienti etc etc.

Ciò ammesso che tu abbia ragione.

Ma tu *non* hai ragione. Scrivere buon codice per PPC è possibile da 10 anni. Sono le novità tipo Altivec ed il multiprocessing, volute o subite da Jobs, che creano problemi.

Santa pazienza.

Share this post


Link to post
Share on other sites

(Gennaro_Mac) > evidentemente le mie info erano sbagliate, grazie x il link.

(Chest) > Dovrebbero REGALARE tools... e infatti lo fanno, i famosi dev tools

non si cacchio vede perchè non dovrei ottimizzare il codice e renderli migliori di quelli della concorrenza.

Scrivere buon codice per PPC è possibile da 10 anni. Sono le novità tipo Altivec ed il multiprocessing, volute o subite da Jobs, che creano problemi

io penso che nelle varie sh ci siano buoni programmatori, e lo si vede dagli interessanti algoritmi che usano nei vari programmi. siccome però sviluppano un progetto multipiattaforma, e anche piuttosto (molto) complesso, devono decidere che tipo di impostazione avrà, per una serie di motivi che non stiamo a sindacare, scelgono una struttura che facilita l' ottimizzazione per x86, poi nel porting fanno ottimizzazione ppc dove possibile, ma con evidenti limiti. questo spiega anche perchè spesso i programmi cocoa sono più veloci, perchè sfrottano framework già ottimizzati per ppc da apple.

altivec non è così difficele da usare, è alla pari di mmx e 3dnow, mentre il multitreading in effetti è piuttosto difficile in c++, mentre in liguaggi tipo java è fattibile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Franco, per la tua domanda su cassazione e danno riflesso...

ho trovato 30 risposte e pure i commenti in 3 secondi ho copiato la tua frase e incollata nel motore di ricerca di google.it

per il sinonimo di perditempo:

ci ho messo 8 secondi... il tempo di lanciare il DISC

Dizionario su CD Sabatini Colletti che ho sull'hard disk.

Regalato su vari quotidiani a 25.000 e in vendita dappertutto.

Ha anche una sezione dedicata all'enigmistica.

Non fanno piu' la de Agostini Giuridica?

Mi abbono ad un servizio internet... e' piu' veloce e trovo tutto prima.

Certi CD non si producono piu' perche' non servono piu' a un cavolo...

Le Medline su CD non si usano da anni...

quando in una facolta' universitaria, a casa, in ufficio tutti ormai hanno una connessione fissa il CD e' solo una perdita di tempo.

Il multimediale distribuito sui CD sta per essere ucciso da ADSL anche nel nostro paese.

Perche' devo aprire 10 CD che ho in libreria quando posso fare una ricerca su internet e avere il risultato in 20 secondi invece che 10 minuti?

Perche' devo aprire l'elenco del telefono e cercare un numero quando ho www.paginebianche.it

Perche' mi devo lamentare delle pagine gialle europee che sono solo per win mentre se faccio una ricerca sul web ottengo piu' informazioni e in minor tempo anche con il Mac.

Il problema a questo punto e' un altro: la differenza e' tra chi ha la banda larga o pseudo tale e chi non la ha.

Questa e' l'enorme differenza.

E lasciamo perdere che con il Mac si naviga piu' lentamente che con il PC.

Gia' con ADSL non riesco a stare dietro alle pagine che apro... non ho tempi morti con un g4/400... chiaro che si metto a navigare con un LC II... ma e' una macchina di 8 anni... nessuno naviga su internet con un 480 a 33 mhz sperando di ottenere grandi prestazioni.

Non so se l'ho gia' detto ma un'amica 10 giorni fa si lamentava del suo Mac... "i Wintel gestiscono meglio i caratteri cirillici e navigano piu' veloce su internet" aveva un LC III e usava Word 5.1 su system 7.x!

La scorsa settimana le e' arrivato un G4 800: e' rimasta sconvolta!

Se il suo LC III non avesse avuto il problema con i caratteri si sarebbe accontentata di quello come ha fatto per 6 o 7 anni: ora ha a disposizione una potenza sovrabbondante, mostruosa per le sue esigenze come per la media di qualsiasi utilizzatore di computer, un sistema operativo che si avvia con la lingua di qualsiasi suo collaboratore: giapponese, russo, coreano.... vabbe', tutte le cose che si fanno con Mac OS X....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sì, sull'alternativa online hai ragione in prospettiva; attualmente è ancora un po' meno flessibile di quella che ti concede il cd-rom fisico, e inoltre verso la qualità del gratuito ho sempre qualche diffidenza.

In compenso, può dare di più, tra cui anche il contatto diretto con gli autori dell'articolo, per esempio, o consentirti consultazioni a raggiera su altre banche dati.

Per quanto concerne MedLine, per esempio, alcune riviste come il Journal of Trauma consentono addirittura il download gratuito di interi articoli di riviste in formato .pdf, mentre dovresti pagargli diversi dollari solo per ordinarne le fotocopie. Strano ma vero, perché nessuno si muove e ti regala niente senza una logica.

>"Il multimediale distribuito sui CD sta per essere ucciso da ADSL anche nel nostro paese."

Sono d'accordo; quando cominci a trovare troppe opere di buon livello regalate assieme al quotidiano vuol proprio dire che il mercato è alla frutta - lo stesso vale per la musica, ma i discografici fanno finta di non accorgersene.

Comunque il succo è un altro: può il Mac permettersi di essere autarchico? In altre parole, può ignorare tramite altre vie l'esistenza di software per altre piattaforme o deve dotarsi dei mezzi per accedervi comunque con performance ragionevole (virtual pc o meglio ancora un secondo processore su scheda)?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Franco...

non voglio dire che le sentenze debbano essere gratuite ma che un abbonamento per la loro consultazione possa avere un prezzo competitivo con quello delle opere su CD ROM.

Questo viene incontro sia a chi produce il multimedia distribuito sul Web (perche' ha minori costi di pubblicazione a parita' di costi di aggiornamento dei database), maggiori velocita' e possibilita' di ricerca per chi usufruisce del servizio, maggiore apertura verso sistemi operativi non Windows.

Il Mac non e' autarchico da questo punto di vista e lo sviluppo di Java per Mac OS X va in questa direzione.

A me interessa che Medline sia consultabile con il Mac se poi il servizio si paga su internet come si pagava sulla carta potro' fare le mie valutazioni ma avro' sempre la possibilita' di consultare, con lo stesso pagamento un PDF dal web con un sistema di ricerca universale, rapido e omnicomprensivo invece che caricarmi i CD di aggiornamento ogni mese.

L'importante e' che non si ricada anche sul web su sistemi chiusi come esemplificavi tu in un altro thread a proposito dei motori per la vendita online di Fiat e Ford Italia.

Ma questa pura minchioneria... perche' lo sforzo e il costo per gestire e pubblicare una cosa simile sul web che sia compatibile anche con Mac e Linux e' infinitamente inferiore a quello di produrre un CD multipiattaforma. In questo caso e' un vero e proprio autogol commerciale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Ebbene si, alla fine l'ho fatto anch'io. Ho rubato il PC a mio fratello, ci ho messo Win2k sopra ed ora inizierà un periodo di test approfondito dell'utilità di un PC con Win2k come computer di casa. Vi terrò informati!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tra un mese apriamo un thread apposito, quello che a me interessa ora in particolare è vedere quali e quanti problemi mi nascono;

• dalla rete ethernet mac/pc

• dalla condivisione della linea adsl (che però è prioritariamente sull'athlon, perché obiettivamente l'accesso a internet è migliore)

• dalla condivisione delle periferiche, che poi è semplicissima: poiché il case del pc ha un paio di prese usb frontali, mi basta attaccarci il filo dello hub e stampante e scanner sono collegati e funzionanti.

In pratica, spostando un filo posso immediatamente usare il tandem scanner Epson 1600/stampante Epson 5800 come una fotocopiatrice con alimentatore automatico, anche per copie multiple e con riduzione-ingrandimento, funzione comodissima e veloce che su mac esiste a menu ma non è implementata.

Share this post


Link to post
Share on other sites

un esempio che vorrei portare a sostegno della mia tesi è quanto dichiarato da macromedia, che mi sembra tutt' altro che un manipolo di cerebrolesi, cioè che il nuovo flash 6 mx è stato scritto tenendo a mente il mac e che per questo è il 20-30% più veloce: quindi prima non era considerato il mac se non nel porting e quindi andava più piano....

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Ho una LaserWriter PS 4/600 del '95 in ufficio, inutilizzata da ormai un anno (a favore della HP 5000 di rete) e collegata attraverso la 'solita' seriale ad un 8600 con scheda G3.

Vorrei 'riciclarla' nello studio a casa, collegandola al nuovo iMac LCD tramite USB: come posso fare?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Mah... veramente nel '97 acquistai un 6500/250 che montava la scheda ethernet 10 Mb di serie. Quindi, o hub o cavo incrociato.

La scheda suppletiva PCI da 80 mila è sicuramente quella 'upgrade' da 100 Mb, consigliabile se devi trasferire con continuità un bel malloppo di files (considera l'effettiva decuplicazione del flusso di dati) sull'iMac, che invece possiede la scheda accelerata.

Altrimenti, "con il semplice cavo te la cavi"!!!

Ciao!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this