Sign in to follow this  
noncrEdo

Tecniche fotografiche e spiegazioni tecniche.

Recommended Posts

a volte fotografo.. ma mi accorgo che i colori sono differenti! anche regolando iso a volte non riesco a fare una foto come la vedono i miei occhi.. questo mi innervosisce..

soprattutto nel fotografare con luce bassa, quindi di notte...

eh... al buio i tuoi occhi hanno una sorta di "stabilizzatore" e non hai il "mosso"

Per le foto con poca luminosità servono tempi alti di esposizione e di conseguenza un cavalletto

Share this post


Link to post
Share on other sites

a volte fotografo.. ma mi accorgo che i colori sono differenti! anche regolando iso a volte non riesco a fare una foto come la vedono i miei occhi.. questo mi innervosisce..

soprattutto nel fotografare con luce bassa, quindi di notte...

In questo caso è molto facile che dipenda da un errato bilanciamento del bianco.

Il consiglio di Alain di scattare in raw è il migliore che ti si poteva dare, in quanto con i file raw è possibile modificare il bilanciamento del bianco in post produzione.

L'assoluta realtà in fotografia non è ottenibile, ma ciò non è un difetto.

Anzi...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti ragazzi,

volevo affrontare con voi due discorsi diversi.

1. Ho portato in montagna la mia reflex 2 volte. Ho notato che mi dava problemi con la batteria, in accensione lampeggiava f--. Può essere dovuta dalla temperatura(qualche grado sotto zero)? Se voglio andare a -10°C a fare delle foto come posso fare?

2.In alcune foto che ho scattato ci sono gli angoli un pò scuri, è quella che si chiama vignettatura?Da cosa è scaturita?apertura,focale o cosa?

E' possibile determinarla prima di comprare un obiettivo?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao.

Le basse temperture sono il nemico numero uno per le batterie.

Non ho una casistica precisa, però molte volte mi è capitato di stare ore sotto zero e non

sono mai rimasto a piedi nè a pellicola nè col digitale.

Probabilmente c'è una curva per cui i minuti di autonomia si riducono drasticamente con la temperatura.

Ovviamente la batteria deve essere carica e appena posso ripongo nello zaino.

Ieri ad esempio ho scattato circa 500 foto sotto nevischio appena sotto zero.

Un paio d'ore fuori e altre due nello zaino. Nessun problema.

Anche a -17° ho già scattato, riponendo dentro la giacca appena possibile.

Il problema più grosso, è la condensa al rientro in ambiente climatizzato.

Perciò lascio l'attrezzatura nello zaino per un pò di ore in modo che riprenda gradualmente un pò di gradi.

Vignettatura, caduta di luce ai bordi (angoli).

Aldilà delle varie definizioni, essenzialmente dipende dalla costruzione ottica dell'obbiettivo.

Ottiche molto luminose, zoom "tirati" in estensione focale, spesso vignettano alla minima focale e/o alla apertura massima.

Non ci sono regole, ma gli zoom con ghiera tendono a vignettare alla minima focale,

quelli a "tiraggio" (ce ne sono sempre meno e sono quelli che si allungano) alla massima focale.

Sulle focali grandangolari anche la ghiera di un filtro può creare/aumentare l'effetto.

Come determinarla prima? Consulta alcuni forum con test e recensioni degli utilizzatori

prima di aquistare un'ottica, ma tieni presente che col digitale è ben correggibile in post produzione, e su fotocamere recenti già in ripresa.

Scusa l'approssimazione, ma come sempre sto sul pratico, di teoria ne trovi con google :)

ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao hamon,

grazie per la risposta molto chiara.

Ti dirò che la macchina inizio a funzionare proprio quando inizia a tenerla sotto la giacca e non nello zaino. Ora che ricordo, avevo tolto la batteria e l'avevo riscaldata con la mano e subito dopo aveva funzionato.

Cosa intendi con zoom a tiraggio?Credo di non averli presenti.

Le focali fisse ne soffrono di meno?

Un'altra domanda: vorrei fare delle foto lente in condizioni di ottima luce. Ho visto che ci sono filtri polrizzatori con un parametro ND diverso, avete qualcosa da consigliarmi?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eccomi qui con una nuova domanda:

Ho sempre guardato con ammirazione le foto fatte alle varie modelle (un esempio l'ultimo scatto di Alain, un primo piano di una ragazza).

Queste foto sono spettacolari, e non solo per la bellezza della modella in questione.

Vorrei provare a farne qualcuna anche io.

Posto che la modella ce l'ho (lol, mia moglie :P ), mi chiedevo come procedere, per punti:

1)Ho un 18-200 nikon può andare bene? O senza il cinquantino 1.8 non vado da nessuna parte?

2)La d70 devo impostarla in quale modo particolare, o basta tenere il diaframma chiuso e tempi giusti?

3) dovrei noleggiare le luci e i diffusori, per me che è in assoluto la PRIMA volta, sapete consigliarmi qualcosa che mi permetta di avere un buon risultato? (per es ho letto di luci da dietro, per separare dallo sfondo...una superficie rifettente davanti per non avere la luce sparata ecc...) Cosa devo prendere?

4) Lo sfondo: basta un lenzuolo? Che differenze ci sono tra averlo nero, bianco o grigio?

Ogni consiglio è molto gradito. Grazie per l'aiuto!

S

PS quanto andrò a spendere per giocare un pomeriggio a fare il fotografo?

Ciao!

Share this post


Link to post
Share on other sites

1) Il tuo 18-200 per iniziare va benone.

Con quello puoi testare tutte le focali più usate per i ritratti (diciamo dai 60/70mm equivalenti ai 200).

Il punto debole è dato forse dalla poca luminosità, cosa che ti limiterà un po' in condizioni di scarsa luce, a meno di non usare illuminazione artificiale, e soprattutto sulla resa dello sfocato, molto importante nella realizzazione dei ritratti.

In compenso il 18-200 è piuttosto "morbido" nella resa e ciò non è un male nei ritratti. Anzi, molto spesso la si cerca in postproduzione.

2) Io imposterei la fotocamera in "neutro", senza aumentare la nitidezza. Tutto quello che puoi settare sulla macchina lo puoi rifare, anche meglio, al computer.

Il diaframma va però tenuto aperto, non certo chiuso.

3) Per il discorso illuminazione e sfondi lascio la parola a chi ne sa più di me, però ti consiglierei prima di allenarti con la luce naturale.

Io, ad esempio, preferisco i ritratti con la luce che arriva da una finestra, possibilmente a 90 o 45 gradi rispetto al soggetto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie per le spiegazioni, come sempre puntuali e precise :)

Per il diaframma intendevo aperto...ops!

Per la luce vorrei provare a usare quelle artificiali, per la serie se devo improvvisarmi fotografo per un pomeriggio lo faccio fino in fondo :P

Anche se in sala ho una grande finestra, non ho il sole che entra bene, non so ma penso che otterrei risultati migliori mettendo due luci artificiali a 45 (ma magari sto dicendo una cavolata....)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me la luce naturale è inarrivabile per la sua naturalezza (ovvio).

Poi è questione di gusti...

Comunque non c'è bisogno che entrino lame violente di luce solare.

La luce diffusa evita le ombre sul viso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this