I Rivali dell'Iphone


Recommended Posts

che la reattività del touch iphone sia migliore di molti altri non ci piove, ma la cosa non è legata al fatto di essere "multitouch", ovvero di riconoscere più tocchi simultanei...

a cosa sia *indispensabile* nella navigazione internet vorrei capirlo meglio, sempre che non intendiate la "pinzata"...

non ho detto che è indispensabile, ma molto comodo. E dona quel senso di controllo all'interfaccia grafica che nessun altro dispositivo da. Dimenticavo poi Google maps, su quello la "pinzata" è quasi d'obbligo.

Anche l'accelerometro è una caratteristica usata più per "futili mootivi" di effetti grafici e dei giochi.

Ma rende il dispositivo incredibile. Solo se provi il gioco del labirinto puoi capire di cosa parlo.

Siamo al solito discorso, se ragioni sull'iphone solo discutendo sulla sua "utilità" il discorso non ha senso. Il punto principale è "l'effetto che ti da l'iPhone quando lo usi" e su questo non ci sono concorrenti e ogni piccola c*zzata che fa lo rende speciale.

Ma tu l'hai mai provato?

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 147
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Si l'ho provato anche a fondo... come ho provato (e possiedo) un Omnia...

indubbiamente la percezione della reattività è a favore dell'iphone.. la base OS è senz'altro più scattante, ma il resto del mondo sta correndo ai ripari...

escono sempre più velocemnte cellulari touch con lo scroll, interfacce finger friendly, che ti permettono di gestire tutto senza i pennini...

Sull'omnia non l'ho praticamente mai usato...

opera mobile (l'utima beta) funziona esattamente come safari, per la navigazione a schede, il sistema di puntamento, zomm con doppio tap. ecc...

ah... l'accelerometro non è un'esclusiva apple... e per inciso, potrebbero far ruotare lo schermo non solo per fare i fissotti con le foto ma ad esempio per scrivere con la tastira in landscape (cosa che altri fanno già)...

ma stiamo divagando su argomenti ritriti...

la mia "invettiva" iniziale derivava dal fatto che a sentirvi sembra che, o hai il multitouc o sei preistoria, sei out, sei indietro, mentre tutti stì reali vantaggi io non li vedo, perlomeno da giustificare certe affermazioni...

Piccolo excursus: il discorso cambia se si parla di un ipoteico mactablet o un macbooktouch... in quei casi, con un OS completo con una tastiera virtuale completa il multitocco è indispensabile... sull'iphone no...

Link to comment
Share on other sites

Immagino che il MultiTouch sia talmente inutile che Apple avrebbe potuto pure fare a meno di brevettarlo tanto gli altri concorrenti non lo avrebbero mai copiato no? :D

però ho l'impressione che se uscisse un Nokia che avesse il PENTA TOUCH o il NASO TOUCH qualcuno qua direbbe: avete visto cosa ha il Nokia che l'iPhone non ha??

Link to comment
Share on other sites

la questione ovviamente è principalmente legata al classico "io ce l'ho più grosso" :)

Chi dice "ma tanti smartphone hanno il touch" chi ama l'iPhone risponde "ma non il multitouch". Ovvio.

E' un valore aggiunto. Punto. Non una cosa indispensabile, ma con quel valore aggiunto e con tutti gli altri il risultato è un dispositivo eccezionale nel suo utilizzo.

Io ho l'iPod touch (anzi, ormai lo usa la mia ragazza in sostituzione di un computer) ed è un dispositivo che trovo impareggiabile. A parte l'iPhone ovviamente.

Sui vari altri dispositivi col touch se ne parla talmente male che non li considero neanche, l'unico è l'omnia che effettivamente dicono abbastanza reattivo, ma non l'ho mai provato e non posso confrontare. Anzi oggi vedo se passare in un negozio a provarlo se non ho da fare.

Link to comment
Share on other sites

Immagino che il MultiTouch sia talmente inutile che Apple avrebbe potuto pure fare a meno di brevettarlo tanto gli altri concorrenti non lo avrebbero mai copiato no? :D

perché, secondo te, il multitouch è stato inventato da apple. Certo. Sicuro.

Mi ha detto mio cugino che stivgiobbs ha inventato la penicillina e il viagra, tutti e due assieme, una sera che non riusciva a prendere sonno.

Link to comment
Share on other sites

perché, secondo te, il multitouch è stato inventato da apple. Certo. Sicuro.

Mi ha detto mio cugino che stivgiobbs ha inventato la penicillina e il viagra, tutti e due assieme, una sera che non riusciva a prendere sonno.

neanche il mouse eh... però è grazie ad Apple che tali tecnologie sono state introdotte nel mercato... o no?

Link to comment
Share on other sites

perché, secondo te, il multitouch è stato inventato da apple. Certo. Sicuro.

Mi ha detto mio cugino che stivgiobbs ha inventato la penicillina e il viagra, tutti e due assieme, una sera che non riusciva a prendere sonno.

riporto da wikipedia:

Multi-Touch

È una tecnologia di schermo tattile che rappresenta una evoluzione di quella touch screen. Si differenzia da essa per il fatto che è sensibile al tocco in più punti diversi della superficie.

Il Multi-touch è formato da due parti, la parte hardware un touch screen o un touch pad che riconosce più punti simultaneamente al tocco di una mano e la parte software che riconosce questi punti e li interpreta. Il software riconoscendo la posizione, la pressione, la distanza di ogni punto indipendente, quali i gesti e l'interazione di più dita o mani contemporaneamente, fornisce un'intensa interazione (inclusa una diretta manipolazione) attraverso un'intuitiva gestualità per l'utente che per la prima volta vede questo dispositivo. In molti casi dipendenti dalla grandezza del touchscreen, il multi-touch supporta più di un utente alla volta sulla stessa superficie simultaneamente. Un aspetto saliente di questa tecnica è che è possibile allargare con due dita un oggetto o rimpicciolirlo attraverso lo Zooming User interface, molto più facilmente che con un dispositivo a un punto solo come un mouse o una penna grafica.

Storia

La sua storia comincia agli inizi del 1982 con prototipi di tavolette multi-touch all'Università di Toronto e schermi multi-touch nei laboratori della Bell Labs. Più tardi alla fine degli anni '90, l'Università del Delaware sviluppa un sofisticato sistema di riconoscimento gesti a due mani. Questo sistema fu la base per iGesture mouse pad e per le tastiere TouchStream commercializzate da Fingerworks nel 2001. La tastiera TouchStream fu notevole per la sua unica ergonomia: il puntatore e il trascinamento veniva creato da due o più dita sopra alle lettere stampate della tastiera, eliminando così la funzionalità del mouse stesso, ma implementando essa nella tastiera stessa.

Nel 2005 Fingerworks fallì ad opera di una importante azienda sempre attenta al mondo tecnologico, la Apple Inc., la quale assunse i due ingegneri della ormai ex-Fingerworks, per realizzare diversi prototipi su base multi-touch.

Il primo display ad essere commercializzato con tecnologia multi-touch fu Lemur Input device, un controller multimediale professionale creato dalla compagnia francese JazzMutant nel 2005. Nel luglio 2006, Apple Inc. registra la parola multi-touch tra i suoi brevetti con l'avvento del loro primo dispositivo multi-touch, l'iPhone, invenzione dell'anno 2007. Già nell'annata 1987-88 la Apple Inc. con a capo John Sculley, all'epoca CEO Apple, prevedeva un futuro con questa tecnologia, immaginavano computer molto trasportabili, comunicazione wireless, un grande network di documenti ipertestuali, interfacce sensibili al tocco e videochat. Essa incorporò tutta questa fantascienza in due concept chiamati Knowledge Navigator e l'altro Future Shock dove si poteva sognare sulle future interfacce tra uomo e macchina. Fece un progetto simile nel lontano 1993 anche l'azienda Sun Microsystems, nota azienda di software e semiconduttori della Silicon Valley, chiamato Starfire - A vision of future computing, una videoguida sul futuro delle interazioni uomo-macchina.

Un altro importante sviluppatore del progetto multi-touch è Jefferson Y. Han, capo di Perceptive Pixel che con il suo brevetto di Total Internal Reflection Multi-touch screen ha fatto sbalordire il mondo. Il suo progetto software prevede una base totalmente priva di interfaccia, cioè senza una base di conoscenza del dispositivo. La persona, come sostiene Han, deve avvicinarsi allo schermo interagendo con lo schermo stesso senza bottoni o interfacce che lo potrebbero distogliere dal fare quella determinata azione. L'utente deve essere in grado di ruotare una foto, ingrandirla, scrivere su una tastiera digitale, disegnare con le dita senza dispositivi aggiuntivi. Ovviamente l'interazione deve essere a più mani e non solo isolata ad un unico utente. Un utente può aprire una cartella piena di foto, le può ingrandire, ruotare nello stesso tempo con un unico movimento della sua mano; mentre un altro utente può cercare su una mappa gigante quel determinato luogo. Tutto ciò è comandato da una semplice e dinamica interfaccia umana, a somiglianza dei gesti e della memoria visiva dell'utente che la sta utilizzando senza bisogno dell'ausilio di dispositivi esterni che devierebbero questa interazione.

Anche Microsoft ha attinto a questo progetto, creando Surface, tavolo interattivo realizzato per le catene alberghiere e i ristoranti dove più utenti seduti a questo tavolo possono ordinare una bibita toccando solamente il tavolo, spedire una cartolina, ma soprattutto con l'utilizzo dei tag di identificazione su un determinato oggetto come una bottiglia di vino, possono essere informati su cosa si sta bevendo o su che cibo che si abbina meglio a quel tipo di bottiglia. La tecnolgia multi-touch di Surface non è sensibile direttamente al tocco, ma utilizza una serie di videocamere per l'individuazione degli oggetti.

Con questa tecnologia si è persino creato uno strumento musicale da tavolo chiamato reacTable creato dal Music Technology Group all'università Pompeu Fabra in Barcellona. Esso funziona in questo modo: ogni oggetto ha sotto di sé un target che viene captato da una web cam; essa capta quel target e crea diversi tipi di variazione del suono. Aggiungendo più oggetti sul tavolo si creano più varazioni del suono.

Ognuno ne tragga le conlusioni caro mc100

Link to comment
Share on other sites

Mi ripeto...

A me non interessa chi ha inventato il multitouch...

mi interessa capire che vero "valore aggiunto" porta nel complesso, rispetto ad apparecchi che non ne sono dotati...

perchè all'atto pratico serve per i giochi e per........?? fare i fissi zoomando con le pinze? (cosa, ribadisco, estremamente scomoda perchè ti costringe ad utilizzare due mani o appoggiarlo su un piano)...

fatemi capire...

io l'iphone l'utilizzato e l'ho visto utilizzare e oltre alla funzione di zoom non ho visto altre implementazioni...

Link to comment
Share on other sites

per quanto mi riguarda trovo il multi touch molto comodo e immediato da usare, per la navigazione in internet, per ingrandire le mappe del gps e le foto.

Si bisogna usare due mani, non penso sia un grosso impedimento visto che quando si usa il dispositivo per navigare in internet normalmente ci si dedica un po' di attenzione non lo si fa mentre si guida.

Poi ci sono i giochi, certamente non sono essenziali ma se ce li avesse il Nokia i giochi con il multi touch vorrei proprio vederli i commenti ...

Link to comment
Share on other sites

Mi ripeto...

A me non interessa chi ha inventato il multitouch...

mi interessa capire che vero "valore aggiunto" porta nel complesso, rispetto ad apparecchi che non ne sono dotati...

perchè all'atto pratico serve per i giochi e per........?? fare i fissi zoomando con le pinze? (cosa, ribadisco, estremamente scomoda perchè ti costringe ad utilizzare due mani o appoggiarlo su un piano)...

fatemi capire...

io l'iphone l'utilizzato e l'ho visto utilizzare e oltre alla funzione di zoom non ho visto altre implementazioni...

Powerross, si tratta di un'interfaccia. Né più, né meno.

E' come usare il mouse.

Solo che usi uno o più dita... e l'eliminazione di uno strumento (mouse e pennino) fa sì che la percezione di interazione sia più profonda.

Di per sé, questo tipo di interfaccia è una rivoluzione rispetto ai soliti dispositivi di input.

Mi sembra abbastanza ovvio.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share