Sign in to follow this  
Guest

NUOVE iAPPLICAZIONI su X - impressioni d'uso e suggerimenti

Recommended Posts

Giuseppe, collegati ad Internet e attiva poi l'help.

Marco, puoi avere pure ragione ma sono due concetti ed usi diversi.

I file Mp3 sono gestiti con una libreria "semplice" perche' in realta' tu non intervieni.

I file di immagini sono gestiti con libreria "doppia" per evitare di perdere gli originali.

Una dei piu' grandi casini che possono capitare all'utente inesperto e' quello di effettuare modifiche sulle proprie foto, magari arrivando ad un risultato non voluto e poi accorgersi di non avere piu' la foto di partenza perche' si e' effettuata una registrazione sovrapposta.

Con gli odierni Hard disk da 15-20 Giga minimi anche per i portatili avere una libreria doppia da 1 giga o 2 giga non e' cosi' problematico e sicuramente mette l'utente consumer al riparo da parecchi inconvenienti.

In iPhoto e' possibile in qualsiasi momento ritornare alla foto originale e questo e' tanto piu' necessario quanto piu' il programma ti permette di intervenire come nella versione 3 sul bilanciamento colore, con ritocchi o tagli personalizzati.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Grazie Settimio, penso che un supporto del genere al PC sia più che sufficente mi bastava solo che le foto fossero leggibili del resto non si può pretendere di più.

Per quanto riguarda la gestione della libreria anche io avrei preferito una cosa un po più sempice magari dividendo le foto in cartelle con il nome del rullino. Per il fatto delle doppie copie si poteva tranquillamente utilizzare una cartella packup dove il programma salvava le copie originali, o quanto meno permettere all'utente di decidere cosa fare. Comunque è vero il programma è consumer ed è in questa ottica che va valutato.

Un bel passo avanti comunque!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Luca, il CD ad un certo livello e' diviso in cartelle con il nome del rullino.

Il livello superiore e' la divisione per anno.

In pratica hai una struttura del tipo

- iPhoto library

Album Generale + Libreria

e la Libreria e' divisa con

Libreria

- Anno

-- Rullino

--- Foto Modificate + Cartella Foto Originali.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Settimio rispetto la tua opinione ma stavolta non concordo. esempio banalissimo: ho una jpg di 200kb che si trova, come al solito, nella cartella pictures della mia home; la apro in iPhoto e il programma la duplica in automatico nella sua libreria. se poi voglio modificarla ne genera un'altra copia. risultato: 200+200+200=600kb; ed ho 2 originali e il file modificato. che me ne faccio di 2 originali? e chi dice ad Apple che preferisca avere le immagini organizzate in svariate sottocartelle che mi complicano la vita? oltretutto non vedo in iPhoto uno shortcut o una voce di menù che mi permetta di identificare il file in questione nel finder (mela-R in iTunes per esempio). sarebbe stato meglio salvare solo le copie modificate nella cartella iPhoto library e lasciare gli originali dove si trovano. a volte credo che i programmatori di Apple abbiano dei passaggi a vuoto colossali; e penso pure che mandare feedback sia fatica sprecata, visto che questa era una delle maggiori pecche evidenziate dagli utenti di mezzo mondo in iPhoto 1.1.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Marco:

Io le foto che voglio mettere sotto iPhoto le lascio gestire ad iPhoto stesso, mentre quelle che voglio guardarmi senza necessariamente aprire il programma (tipo quelle scaricate da Internet) le metto nella cartella Immagini. In questo modo ho ottenuto due scopi:

- Alleggerisco la libreria di iPhoto.

- Non ho duplicati inutili.

Per quanto riguarda la "doppia copiatura" (foto originale+foto modificata) è esattamente ciò che fanno tutti i programmi (audio, video, etc.) che prevedono l' undo illimitato, cioè lavorare su una copia dell' originale. non a caso programmi come Nuendo esigono il doppio dello spazio occupato dai files audio per poterli modificare...

- Matteo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ho una fotocamera digitale ma ho utilizzato iPhoto per saggiarne le potenzialità.

In effetti la struttura non è così stupida. Ho preso delle foto in vari formati (tiff, jpg, psd e bmp), le ho raccolte ed ho creato un paio di albums. Ho masterizzato un album (con varie peripezie e stranezze che se le volete sapere è meglio aprire un thread nuovoPosted Image ) e la struttura è come quella che ha detto Settimio (+ o -) e cioè (a maggior beneficio del passo-a-passoPosted Image ):

iPhoto Library:

- Anno

-- Rullino (mese dell'anno in cifre, almeno da me)

--- Cartella/e (giorno del mese in cifre)

---- Le foto + cartella Data + cartella Originals (se la/le foto sono state modificate) + cartella Thumbs

- Albums

-- cartella Varie + Photo Library + Varie-Data

- Dir.data

- Library.data

È interessante vedere che il sw visualizza anche le date di scatto delle foto.... anche utile, per uno "magna e desmentega" (smemorato...Posted Image ) come me...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Confermo quello che ho detto a proposito di iMovie3.

iDVD3 e' piu' lento di 2!

I temi sono veramente belli e professionali, ma il programma, che non ha molte nuove caratteristiche, e' decisamente non fluido. La gestione delle scene e' ben fatta, ma si sente la mancanza di una finestra (o di una modalita') per organizzare il materiale in modo gerarchico (e per spostare clip da un livello di menu' ad un altro).

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

iPhoto 3 si inchioda se si vuole fare uno slideshow con sottofondo musicale iTunes con titoli di canzoni in alfabeti non latini (io per lo meno ne ho in Sanscrito e Cinese)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Si può in IPhoto 2, "inserire" la data nella foto stessa in modo che questa esca con la stampa? Mi sarebbe molto utile ma finora non ci sono riuscito...

Grazie.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho un piccolo ma fastidioso problema.

Da oggi, non so per quale inspiegabile motivo, entrambi i browser Safari/Explorer, e su entrambi gli utenti presenti su OsX, non mi permettono più la visualizzazione immediata dei caratteri giapponesi.

Mi spiego meglio: sin dalla sua istallazione e fino a oggi pomeriggio, caricando una pagina giapponese (o cinese, o russa, etc.), venivano automaticamente visualizzati i caratteri giusti. Lo stesso valeva per una ricerca su google, ad esempio, dove in presenza di pagine giapponesi, i riusultati apparivano correttamente e comprensibilmente (per me...) scritti.

Ora questo non avviene più, e mi compaiono una lunga fila di punti interrogativi. Devo andare in menù VISUALIZZA e selezionare la relativa codifica testo. Ho provato a verificare i settaggi di default, ma nisba. Mi vengono i nervi.

Ma perchè vorrei, sapere io, prima non mi faceva nessun problema? Dove potrebbe essere la soluzione del problema?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this