Dubbi e domande varie per un manifesto


Chiara87
 Share

Recommended Posts

Mi affido a voi, causa la mia inesperienza, e perché non so proprio a chi rifarmi..

Devo fare un "manifesto a 300 dpi in CMYKcon testi e livelli editabili in formato Adobe Illustrator (.ai) o Adobe Photoshop (.psd). Saranno inoltre

richiesti l'elenco dei font utilizzati e invio degli stessi in allegato, un export in pdf a alta

risoluzione e preferibilmente i crocini con tracciati di ritaglio. I manifesti e flyer saranno stampati in tipografia, considerate 3mm di rifilo. "

Le domande sono 3

1) tutti i singoli testi sono su singoli livelli, ma che significa editabili in formato Illustrator?

2) cosa sono i crocini?

2) 3 mm di rifilo significa che la grandezza del manifesto deve essere: grandezza + 3 mm su tutti i lati?

ps. se qualcuno mi indicasse anche qualche link di altri forum seri di grafica o simile.. ne sarei grata!

Non mi vogliate male :D

Link to comment
Share on other sites

1) Editabili significa che si possano modificare, e per farlo chi riceverà il tuo file dovrà avere a disposizione i fonts che hai utilizzato (che dovrai indicare oppure allegare alla cartella che contiene il file).

2) I crocini e i tracciati di ritaglio servono rispettivamente per allineare le 4 pellicole (CMYK) in fase di montaggio, e per indicare a chi dovrà tagliare (rifilare) il manifesto, dove tagliare.

Con Illustrator, come con Freehand, vengono aggiunti automaticamente con gli opportuni settaggi in fase di stampa o produzione di file pdf. Altrimenti c'è un modo più artigianale che consiste nel realizzare il manifesto su una pagina più grande del manifesto stesso, e poi disegnare questi famosi crocini e segni di ritaglio. Posted Image

I crocini dovranno essere colorati non in nero, ma con il colore di "registrazione" ovvero dovranno apparire su tutte e quattro le pellicole (CMYK)

3) I 3 mm. di rifilo (abbondanza) sono quelli che hai detto tu.

(P.S. Creare un manifesto 300 dpi esclusivamente con Photoshop è da pazzi; ogni tanto mi capita qualcuno che lo fa, ma continuo a pensare che sia da pazzi) :)

Link to comment
Share on other sites

1) Editabili significa che si possano modificare, e per farlo chi riceverà il tuo file dovrà avere a disposizione i fonts che hai utilizzato (che dovrai indicare oppure allegare alla cartella che contiene il file).

2) I crocini e i tracciati di ritaglio servono rispettivamente per allineare le 4 pellicole (CMYK) in fase di montaggio, e per indicare a chi dovrà tagliare (rifilare) il manifesto, dove tagliare.

Con Illustrator, come con Freehand, vengono aggiunti automaticamente con gli opportuni settaggi in fase di stampa o produzione di file pdf. Altrimenti c'è un modo più artigianale che consiste nel realizzare il manifesto su una pagina più grande del manifesto stesso, e poi disegnare questi famosi crocini e segni di ritaglio. Posted Image

I crocini dovranno essere colorati non in nero, ma con il colore di "registrazione" ovvero dovranno apparire su tutte e quattro le pellicole (CMYK)

3) I 3 mm. di rifilo (abbondanza) sono quelli che hai detto tu.

(P.S. Creare un manifesto 300 dpi esclusivamente con Photoshop è da pazzi; ogni tanto mi capita qualcuno che lo fa, ma continuo a pensare che sia da pazzi) :)

Sei stato gentilissimo!

quindi, mi chiedo ulteriormente:

1) il manifesto è di 40*27, significa che dovrò dare a Ps dimensione di 40,6*27,6? (considerando il bianco anche)

2) ehm... ho capito cosa sono i crocini.. ma non cosa dovrei fare :o

3) perché consideri che sia da pazzi farlo in Ps?

Link to comment
Share on other sites

40x27 non è propriamente un "manifesto", ma una locandina..perlomeno in tipografia normalmente si parla di manifesto quando si ha a che fare con misure 70x100 cm..comunque, si, il tuo lavoro misurerà 40,6x27,6 cm. i segni di taglio dovrai metterli invece 3 mm. all'interno dell'area di lavoro, su tutti e quattro i lati, in modo che quando verrà tagliato (rifilato) il foglio stampato nella misura giusta, se ci sono dei fondi pieni, non si veda il bianco della carta in caso di taglio non precisissimo.

I crocini si mettono normalmente ai quattro lati del foglio, esternamente all'area di stampa, insieme a scale di colori e di grigi che consentiranno allo stampatore di avere una verifica sulla qualità della stampa etc.

Ti consiglio di consultare il manuale di Illustrator o l'help in linea, lì troverai la spiegazione su come far apparire automaticamente crocini, segni di taglio e quant'altro sul tuo lavoro finito.

Ti allego comunque questo esempio, tanto per spiegarmi.

Un manifesto 68x98cm a 300 dpi in cmyk è 350 mb..gestirlo diventa quantomeno complicato per usare un eufemismo. Altra cosa, come dice giustamente Pejo, è utilizzare PS per gestire le foto, per esempio, ed importarle poi in Illustrator per la parte vettoriale ed i testi. E' inoltre anche un problema di qualità dei testi stessi.

Buon weekend a tutti:)

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share