Riflessione su Xpress/Indesign


Pisugo
 Share

Recommended Posts

mi intrometto: non capisco il problema di nominare le XTensions di Xpress per gestire le note o che altro. Uso Xpress dalla 4.1, il mio titolare da quando è uscito (anche se ormai è in pensione) e noi di XTensions simili non ne abbiamo mai sentito. La verità è che XTensions simili non ce ne sono. Se no che problema dovrebbe esserci a nominarle? È un forum, condividi, illuminaci.

E comunque ho XPress 7.31, 8.02, e di problemi ne hanno ancora, stanne certo. Beato te che ti funziona tutto bene.

Ciao Gene79,

parto dal fondo. Non esiste software senza problemi o bachi.

Se capisci questo fai sicuramente un passo avanti. Quindi o hai la fortuna (diciamo come me) di non usare molto parti del programma con i bachi oppure inevitabilmente ti dovrai imbattere nei bachi sia esso ID, FileMaker, Photoshop, Office, Xpress, PopChar ecc.

Io ho problemi sia con CS4 e Xpress 8.02..... ma anche con FileMaker 10....

Di xtension ne esistono credo 1000-2000 .... c'e' ne per tutti i gusti. Dipende ovviamente da cosa devi fare.

Come gia' anticipato in questo forum il problema sostanziale del nostro settore e' che ci hanno abituato e inculcato in testa l'idea di usare 1 solo software per impaginare..... ed ecco il perche' ci sia questa diatriba tra Quark e Adobe.... e non con la vecchia Advent che sviluppava 3B2...

La funzione tabelle di Xpress e' sicuramente piu' limitata di ID ma comunque dalla 6 alal 8 l'hanno migliorata.

Ripeto all'infinito. Ma perche' non cerchiamo, me compreso, di vedere i software come strumenti di lavoro e non come bandiera per fare il tifo per Adobe o Quark. Mica siamo dei venditori ;–))

Ciao

Andrea

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 66
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

E sono un affezionato di XPress eh, HO IDCS3 che sto pian piano iniziando a usare. Pensa solo alla gestione tabelle: in questo XPress fa pena.

Ciao Gene79,

immagino che sei giovane ;–))))))))) e credo che potrebbe essere importante per te saper usare il maggior numero di programmi possibile (cio' che ho sempre cercato di fare io) e questo non puo' che essere solo ed esclusivamente un ARRICCHIMENTO. Quando andrai da un cliente non avendo il limite di spingere un programma o l'altro (limite che hanno gli operatori del settore.. che fanno anche le veci dei venditori) darai l'impressione e idea di un professionista e non di un battitore di tasti su tastiera.

Ovvio, pero', che ognuno di noi ha un proprio programam preferito...

ciao

Andrea

Link to comment
Share on other sites

Io uso entrambi, XPress o ID in base a quello che devo fare. Con ID ho meno padronanza però, usandolo da meno tempo.

Ho capito che ci sono 1.000/2.000 XT, ma sarei proprio curioso di sapere quali sono quelle dedicate alle note. anche via mp.

Siccome di libri ne faccio, ne sto finendo uno di 1.400 pagine, diviso in due tomi, con in certe parti doppie note a piè di pagina, mi farebbe comodo trovare qualche automatismo, visto che io non ne ho mai trovati.

Link to comment
Share on other sites

  • 4 years later...

Buongiorno a tutti, avemmo una lunga discussione qualche mese fa. Io ero uno di quelli che sosteneva fortemente il NON abbandonare i vecchi strumenti per buttarsi sui nuovi. Nello specifico si parlava di XPress e InDesign.


Che dire!!! Il pacchetto Adobe diventera' a pagamento (o se preferite a mutuo INFINITO). Scusate lo sfogo... ma e' la giusta punizione a chi non ha mai difeso al propria professione ma ha fatto gli interessi delle software house. Ora oltre ad averli difesi, appoggiati e lodati pagheranno pure il mutuo perpetuo.


 


E' un vero peccato che questa nostra professione sia caduta nella trappola dei 1000 euro annuali per "affittare" il software. Pagare per lavorare (che e' diverso da acquistare per lavorare).


 


Non ho parole.


Ciao a tutti


Andrea


Link to comment
Share on other sites

Asablanda, quel che dici è tutto vero.


 


Robattistella ne parlò per primo sfogandosi:


http://www.macitynet.it/forum/photoshop/126243-creative-cloud-viva-la-libert%E0-post1417613.html


 


Ebbi a dire e lo ripeto:


"... un contratto di usura è. Non si finisce mai di pagare, non è un leasing, neanche un lunghissimo mutuo. Paghi a vita una tassa sulla professione, E se non paghi ti tagliano fuori. Poco ci manca che ti mandano due alla porta e lo sapranno anche i tuoi clienti... Sono peggio di Equitalia".


 


Né le petizioni, né le vivaci polemiche hanno prodotto risultati.


Non è cambiato nulla


Link to comment
Share on other sites

Buongiorno a tutti, avemmo una lunga discussione qualche mese fa. Io ero uno di quelli che sosteneva fortemente il NON abbandonare i vecchi strumenti per buttarsi sui nuovi. Nello specifico si parlava di XPress e InDesign.

Che dire!!! Il pacchetto Adobe diventera' a pagamento (o se preferite a mutuo INFINITO). Scusate lo sfogo... ma e' la giusta punizione a chi non ha mai difeso al propria professione ma ha fatto gli interessi delle software house. Ora oltre ad averli difesi, appoggiati e lodati pagheranno pure il mutuo perpetuo.

 

E' un vero peccato che questa nostra professione sia caduta nella trappola dei 1000 euro annuali per "affittare" il software. Pagare per lavorare (che e' diverso da acquistare per lavorare).

 

Non ho parole.

Ciao a tutti

Andrea

 

Diventerà? È così già da sei mesi...

Dov'eri Andrea, in letargo? ;)

Link to comment
Share on other sites

Asablanda, quel che dici è tutto vero.

 

Robattistella ne parlò per primo sfogandosi:

http://www.macitynet.it/forum/photoshop/126243-creative-cloud-viva-la-libert%E0-post1417613.html

 

Ebbi a dire e lo ripeto:

"... un contratto di usura è. Non si finisce mai di pagare, non è un leasing, neanche un lunghissimo mutuo. Paghi a vita una tassa sulla professione, E se non paghi ti tagliano fuori. Poco ci manca che ti mandano due alla porta e lo sapranno anche i tuoi clienti... Sono peggio di Equitalia".

 

Né le petizioni, né le vivaci polemiche hanno prodotto risultati.

Non è cambiato nulla

 

Aggiungo che le petizioni e le polemiche non servono per definizione a un piffero, quando si ha di fronte un colosso come Adobe: l'unica cosa che serve è scegliere di non cedere al ricatto.

Certo, se lo faccio soltanto io, sarò l'unico scemo costretto a morire con la CS6, finché motivi inderogabili di aggiornamento HW/SW non mi costringeranno a capitolare. Però se nei primi 6 mesi di questa politica giugulatoria Adobe avesse registrato SCARSISSIME adesioni, probabilmente avrebbe dovuto cambiare politica. Pare invece che il ladrocinio stia funzionando molto bene e in rete si leggono numeri da record.

 

Probabilmente ad essere realmente scontenti siamo davvero in pochi, oppure la crisi c'è soltanto in Italia e negli altri Stati possono permettersi tutti la "tassa sul lavoro". Amen  :(

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share