Ho punito Steve


vittorit2
 Share

Recommended Posts

  • Replies 155
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Caro Macteo

non mi aspetto nulla da Psystar.

Mi aspetto qualcosa invece da Apple, essendo da oltre un ventennio suo assiduo cliente.

E in quanto cliente ESIGO.

E quando su questo forum leggo che c'è chi suggerisce di tenersi un MPB fallato facendo finta di niente.. beh...

non ho parole

:)

anzi le parole sono semplici: se Apple ha messo fuori una macchina difettosa DEVE richiamare tutti i prodotti difettati come fanno tutte le aziende serie che si preoccupano di tutelare il proprio marchio.

Oddio, mi sono perso... Scusa, vittorit2, non mi risulta che il tuo Macbook sia fallato... tu avevi aperto il thread solo per dire di avere acquistato il Macbook vecchio modello invece di quello nuovo... Mi sono perso qualcosa?

Se invece ti riferisci al problema di rock lee, anche in questo caso non è molto chiaro... da quanto ha detto finora, pare che sia un problema non riconosciuto ufficialmente, di cui sarebbero affetti tutti i Macbook Pro early 2008 ma che viene percepito da una percentuale minima di utenti... insomma, anche qui la storia mi sembra un tantinello vaga e decisamente poco chiara!

Link to comment
Share on other sites

Vedremo.. ad oggi i giudici americani NON hanno sentenziato.

Anche le associazioni dei consumatori sono nate in USA e laggiù sono MOLTO potenti (a differenza dei burattini italiani che starnazzano in tv e poi si candidano per un posto in parlamento).

Non mi pare che vi siano state cause contro Apple per " limitazione d'uso di un bene da essa prodotto "... e se ci sono state, sono sicuramente andate perse, visto che la licenza d'uso di OS X non è stata modificata.

Link to comment
Share on other sites

Negli USA la tutela del consumatore è sacra.

Quindi il consumatore americano è libero di usare come vuole i prodotti che acquista.

E questo vale anche per OSX... quando l'ho pagato è mio e se lo voglio usare per farlo girare sulla lavatrice sono libero di farlo... il sig. Job può scrivere quello che vuole nelle policies di utilizzo, il mio diritto sopravanza il suo contratto con clausole vessatorie.

mio parere.

Manco per il ciufolo!! Tu hai acquistato non un bene ( il software OS X ), ma una licenza d'uso di questo che prevede determinate condizioni di utilizzo!!

Il signor Jobs, come il signor Gates, al pari del signor Pincopallo proprietario di un qualsivoglia software, può dettare le sue condizioni di utilizzo della licenza secondo i criteri che più gli aggradano.

Quello che il proprietario del software deve legalmente soddisfare è che: a) l'utente sia informato che può non accettare i termini della licenza d'uso e che a questo sia garantito il rimborso della spesa sostenuta dell'acquisto; b) che il contratto di licenza d'uso garantisca all'utente finale determinati diritti ove questi siano imposti dalle leggi vigenti nei singoli Paesi in cui vengano distribuite le licenze d'uso.

Link to comment
Share on other sites

Oddio, mi sono perso... Scusa, vittorit2, non mi risulta che il tuo Macbook sia fallato... tu avevi aperto il thread solo per dire di avere acquistato il Macbook vecchio modello invece di quello nuovo... Mi sono perso qualcosa?

Se invece ti riferisci al problema di rock lee, anche in questo caso non è molto chiaro... da quanto ha detto finora, pare che sia un problema non riconosciuto ufficialmente, di cui sarebbero affetti tutti i Macbook Pro early 2008 ma che viene percepito da una percentuale minima di utenti... insomma, anche qui la storia mi sembra un tantinello vaga e decisamente poco chiara!

Allora gauss facciamo una bella cosa....chiama 199 120 800 chiedi del servizio clienti...fai tutte le domande che vuoi fare e poi fammi sapere cosa ti han detto....

Invito tutti quanti abbiano un paio di euro e qualche minuto da perdere a farlo.

PS: Se vuoi in privato di dico nomi e cognomi di chi devi chiedere...delle persone con cui ho parlato io....

***** lo sapevo che dovevo registrare le telefonate...

Link to comment
Share on other sites

rock lee, sia chiaro, io non voglio mettere in discussione il tuo problema... ma davvero non ho capito bene di cosa si tratta. Detto questo, non confondere la conferma di qualche tecnico italiano con il riconoscimento ufficiale di un certo difetto. Apple è un'azienda americana con sede a Cupertino, di certo non sono le opinioni di qualche tecnico del bel paese a farle dichiarare che un prodotto è nato fallato...

Detto questo, a me pare che il problema vero sia che - ammettendo che in effetti tutti i MBP di quella serie presentino il difetto - gli utenti in grado di accorgersene, che sono poi quelli che contano, sono una sparuta minoranza. Dirlo può sembrare brutto, ma Apple è una società che deve fare i conti con economie di scala di portata enorme... Ammettere un difetto di cui si lamenta solo una percentuale minima di utenti sfortunatamente non rientra in queste economie di scala. Perché Apple riconosca ufficialmente un difetto e lo risolva a tutti gli utenti che ne fanno richiesta, bisogna che la percentuale di persone che lo hanno rilevato sia di una certa entità. E non mi pare questo il caso!

Se effettivamente il responsabile tecnico di Apple Italia ha ammesso il difetto, l'unica cosa che puoi fare, secondo me, è cercare di appellarti al suo "buon cuore" per farti sostituire il MBP con uno dell'ultima generazione.

Link to comment
Share on other sites

Manco per il ciufolo!! Tu hai acquistato non un bene ( il software OS X ), ma una licenza d'uso di questo che prevede determinate condizioni di utilizzo!!

Il signor Jobs, come il signor Gates, al pari del signor Pincopallo proprietario di un qualsivoglia software, può dettare le sue condizioni di utilizzo della licenza secondo i criteri che più gli aggradano.

Quello che il proprietario del software deve legalmente soddisfare è che: a) l'utente sia informato che può non accettare i termini della licenza d'uso e che a questo sia garantito il rimborso della spesa sostenuta dell'acquisto; b) che il contratto di licenza d'uso garantisca all'utente finale determinati diritti ove questi siano imposti dalle leggi vigenti nei singoli Paesi in cui vengano distribuite le licenze d'uso.

ricordi com'è finita a Bill con WMediaPlayer con l'antitrust? E ora tocca a Steve...

ricopio questo:

Ripeto, non facciamo confusione tra le End User License Agreement (che per definizione è un accordo tra le parti alla stessa stregua di una scrittura privata) e la legge. Nessuna scrittura privata può prevaricare le disposizioni di legge.

La parte spinosa poi è che la quasi totalità delle licenze non può essere visionato PRIMA DELL'ACQUISTO rendendole di fatto vessatorie o quantomeno impugnabili.

Il codice del consumo impone che le clausole di questo tipo vengano trattate singolarmente ed essere approvate per iscritto con doppia approvazione.

Non mi pare che accettando l'EULA di un iPhone o di Leopard siamo chiamati ad apporre due firme :D

Link to comment
Share on other sites

ricordi com'è finita a Bill con WMediaPlayer con l'antitrust? E ora tocca a Steve...

Già infatti Windows, Office, Visual Studio, Dynamics ecc. ecc. vengono tutti venduti senza EULA oggi.

La parte spinosa poi è che la quasi totalità delle licenze non può essere visionato PRIMA DELL'ACQUISTO rendendole di fatto vessatorie o quantomeno impugnabili.

Dici? E chi t'impedisce di leggere questi documenti?

Link to comment
Share on other sites

Quoto.. e aggiungo che in quel "sragionare" con un pò di fantasia ci puoi leggere molti altri significati nascosti... :)

John V e guass...

cortesemente...

cercate di restare in topic ed evitare interventi scortesi ed allusivi.

Intervenite con argomenti anziché contro le persone, grazie :)

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share