Ho punito Steve


vittorit2
 Share

Recommended Posts

  • Replies 155
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Se per voi un Mac è come un qualsiasi PC, comperatevi un PC.

Riguardo allo specchio, valutare un portatile sotto le luci di un centro commerciale non è proprio - come si suol dire - il migliore dei metodi.

...il Mac è un piccì come altri...con un unico valore aggiunto reale...MAC OS X...quello si che fà la differenza!;)...per quanto riguarda l' impatto estetico è la prima volta che mi lascia indifferente una macchina targata mela...ma è successo pazienza...non morirò per due anni con un'altra macchina..esiste linux...esistono Hard Disk talmente capienti da permettere di sperimentare Mac Os X su macchine X86..ecc ecc..
Link to comment
Share on other sites

Riguardo allo specchio, valutare un portatile sotto le luci di un centro commerciale non è proprio - come si suol dire - il migliore dei metodi.

hai ragione.

Proprio per questo mi fa [email protected]@#re non poco che a scelta di montare lo specchio sui nuovi MacbookPRO sia stata dettata proprio dall'esigenza commerciale di impressionare la clientela dei centri commerciali.

se io cliente esprimo un giudizio basandomi sull'esperienza Unieuro è un conto,

se il marketing apple costruisce un portatile PRO in funzione dell'esposizione sui banconi dell'unieuro forse è un po' peggio...

SPECCHIO PER LE ALLODOLE

ecco cos'è il nuovo MBP...

Link to comment
Share on other sites

Il Mac non è un "piccì" come gli altri.

Anche una Ferrari è fatta di metallo e plastica come una Ssangyong, ma questo metallo e plastica è messo in un modo ben preciso, così come le componenti di un Mac sono selezionate e assemblate in modo che QUELLA macchina sfrutti al massimo un sistema operativo progettato per funzionare su di ESSA e nessun altra.

Questa è la differenza.

Link to comment
Share on other sites

hai ragione.

Proprio per questo mi fa [email protected]@#re non poco che a scelta di montare lo specchio sui nuovi MacbookPRO sia stata dettata proprio dall'esigenza commerciale di impressionare la clientela dei centri commerciali.

Assolutamente no. E' fatta perché il filtro ottico dello schermo aumenta il contrasto e consente di estendere i punti di nero e di bianco. E' il modo più semplice di migliorare la resa degli schermi, specie di piccole dimensioni.

Link to comment
Share on other sites

Un Mac non è un Mac perché c'è la mela disegnata (che non c'è nemmeno più) perché lo chiami così (ed infatti così più non si chiama) o lo progetti a Cupertino, dove ci sono almeno altre 100 imprese Hi-Tech che lavorano per Svista; non lo è neppure se il Ceo si chiama Jobs (che fra l'altro è noto per aver sempre usato laptop Windows).

Un Mac è tale quando esprime una filosofia precisa, forse non decifrata da tutti ma comunque percepita ed apprezzata tanto da chi fa musica quanto da chi si dedica alla grafica od alla foto-grafica. Perciò era.

La Apple di oggi è la Bang&Olufsen di ieri e, se mi si consente, l'abuso della posizione dominante nell'ambito della musica on-line qualcosa da riabilitare anche la Microsoft dei tempi peggiori.

Normale quindi che ci sia chi lo switch lo fa al contrario.

Tutto questo fa piangere, mentre il campanilismo degli ultimi arrivati solo morir dal ridere.

Link to comment
Share on other sites

Il Mac non è un "piccì" come gli altri.

Anche una Ferrari è fatta di metallo e plastica come una Ssangyong, ma questo metallo e plastica è messo in un modo ben preciso, così come le componenti di un Mac sono selezionate e assemblate in modo che QUELLA macchina sfrutti al massimo un sistema operativo progettato per funzionare su di ESSA e nessun altra.

Questa è la differenza.

Mat...quando dici queste cose sembri dimenticare le porcherie che ha fatto Apple dentro le sue macchine nel corso di questi anni (da macbook che scaldavano..si rompevano chassis...pasta termica penosa e quant' altro..)...insomma caxxate commesse da tutti i grandi brand ed Apple non ha dimostrato di essere migliore negli ultimi anni...al momento ho un vaio in alluminio e magnesio che nulla ha da invidiare ad un mac per solidità e qualità della componentistica...sarò pragmatico ma per me rimane solo OSX la risposta vincente di Apple a tutto il resto...nient' altro...:)

P.S. "PICCì" è volutamente scritto in tal modo per richiamare il modo di pronunciarlo negli spot Get a Mac...:)

Link to comment
Share on other sites

Veramente all'amata non può fregar di meno di un unico utente, specialmente se il "sentirsi tradito" consiste nel non aver trovato uno schermo matte su un portatile(e perché non un bel tubo CRT, dico io...).

con questa affermazione fai un torto all'intelligenza del marketing apple, perdere clienti (e non uno solo ma tanti clienti storici) è una tragedia che può essere compensata solo dall'acquisizione di un numero maggiore di nuovi clienti.

Link to comment
Share on other sites

l'ho visto e provato in negozio, per carità... bellino l'unibody... però appunto... forse il profilo di plastica è più clemente con i miei polsi... solido l'unibody ok... ma il mio vecchio powerbook quando è caduto ne è uscito con una ammaccatura però funzionante alla perfezione.... forse il blocco d'alluminio scarica il colpo sui componenti interni?

...

Ma quanti "forse"... Beh, FORSE significano che stai solo esprimendo un tuo parere... e FORSE il tuo parere è sbagliato... Finora non ho sentito nessun acquirente del nuovo Macbook Pro lamentarsi di dolori ai polsi o del fatto che una caduta ha disintegrato i componenti interni. Se vuoi criticare lo schermo glossy, ci può anche stare (a me invece piace molto), ma se te la prendi col guscio unibody stai proprio toppando il bersaglio, è una delle novità più interessanti degli attuali portatili Apple.

hai ragione.

Proprio per questo mi fa [email protected]@#re non poco che a scelta di montare lo specchio sui nuovi MacbookPRO sia stata dettata proprio dall'esigenza commerciale di impressionare la clientela dei centri commerciali.

...

Suppongo che la volontà di impressionare la clientela dei centri commerciali te l'abbia confessata Steve Jobs l'ultima volta che sei andato a casa sua a cena, magari dopo che aveva alzato un po' il gomito ed era in vena di confidenze con te, suo unico vero amico. O FORSE ancora una volta è solo un tuo parere privo di qualsiasi logica e di qualsiasi fondamento... FORSE!

Un Mac non è un Mac perché c'è la mela disegnata (che non c'è nemmeno più) perché lo chiami così (ed infatti così più non si chiama) o lo progetti a Cupertino, dove ci sono almeno altre 100 imprese Hi-Tech che lavorano per Svista; non lo è neppure se il Ceo si chiama Jobs (che fra l'altro è noto per aver sempre usato laptop Windows).

Un Mac è tale quando esprime una filosofia precisa, forse non decifrata da tutti ma comunque percepita ed apprezzata tanto da chi fa musica quanto da chi si dedica alla grafica od alla foto-grafica. Perciò era.

La Apple di oggi è la Bang&Olufsen di ieri e, se mi si consente, l'abuso della posizione dominante nell'ambito della musica on-line qualcosa da riabilitare anche la Microsoft dei tempi peggiori.

Normale quindi che ci sia chi lo switch lo fa al contrario.

Tutto questo fa piangere, mentre il campanilismo degli ultimi arrivati solo morir dal ridere.

Scusa, da dove avresti preso la notizia secondo la quale Jobs "ha sempre usato laptop Windows"?

Per il resto, stiamo parlando di computer, per favore, siamo seri, che diavolo centra la filosofia? Il Mac è sempre stato utilizzato da musicisti, grafici e fotografi perché in questi settori (ma non solo) il MacOS è sempre stato decisamente migliore di Windows. Non è questione di campanilismo e io non credo di essere l'ultimo arrivato, ma per quanto mi riguarda i Mac rimangono tuttora i migliori computer in circolazione... e non solo per MacOS X, ma per come vengono concepiti i computer Apple nel loro insieme, un insieme fatto di perfetta interazione tra hardware e software.

con questa affermazione fai un torto all'intelligenza del marketing apple, perdere clienti (e non uno solo ma tanti clienti storici) è una tragedia che può essere compensata solo dall'acquisizione di un numero maggiore di nuovi clienti.

Ma guarda che Apple con te non ha perso nessun cliente... o forse sono io che ho capito male e non è un computer prodotto da Apple, quello che hai acquistato? Vecchio o nuovo, i tuoi soldi sempre Apple se li è intascati.
Link to comment
Share on other sites

Guass, i Mac rimangono migliori dei PCs ma per ragioni completamente diverse da quelle originali ed in questo sta la filosofia che è in tutte le cose perché delle persone che le fanno.

Sui portatili di Jobs ho usato una iperbole ma è noto a tutti come, almeno all'inizio del suo rientro in Apple, il buon Steve usasse portatili fatti altrove.

Ciao.

Link to comment
Share on other sites

Assolutamente no. E' fatta perché il filtro ottico dello schermo aumenta il contrasto e consente di estendere i punti di nero e di bianco. E' il modo più semplice di migliorare la resa degli schermi, specie di piccole dimensioni.

non sono uno di quei fanatici (scusate il termine) che estremizzano il concetto:

glossy no, matte wow. Sono daccordo che lo schermo glossy possa essere un buon schermo per guardarsi un film, leggere le mail, e le presentazioni power point.

MA d'altro canto non ho letto nessuno studio od articolo (ben vengano) che indichi i glossy come adatti ad un uso professionale. Alla fine la macchina in questione dovrebbe essere più adatta ad uno uso pro che ad un uso consumer, almeno questo è quello che mi ha sempre giustificato l'esistenza del mac book.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share