Ho punito Steve


vittorit2
 Share

Recommended Posts

Forse mi sono espresso male ma non volevo assolutamente neutralizzare la poesia e l'intensità che si celano dietro a questo messaggio, relegandolo a semplice trovata pubblicitaria.. ..per quanto anche una campagna pubblicitaria non sia necessariamente da relegare da qualche parte e per quanto sia Apple estremamente brava a mescolare questi due aspetti dell'umano (la poesia e il commercio intendo).

La mia intenzione era quella di sottolineare come cronologicamente i tempi del "think different", a cui talvolta alcuni si riferiscono, fossero tempi bui e di prodotti incerti, aldilà del fatto che questo motto (e il testo sopracitato) siano poi divenuti l'espressione intima dell'essenza di questa azienda e di ciò che con i suoi prodotti rappresenta per i suoi utilizzatori..

Il fatto è che alcune scelte commerciali odierne di Apple non sembrano essere poi così tanto Think Different... è questo il punto.

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 155
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

al di la della strategia marketing incredibilmente riuscita... ed all'integrazione pensiero-prodotto-comunicazione... la questione del think different come messaggio che nasce da dentro il concetto di azienda o invece la veste come un vestito di sartoria alla fine importa relativamente.... se credi in dio ... dio c'e'...

certo se e' vero e profondo il messaggio e riesci a comunicarlo efficacemente e' automaticamente credibile... intendo se "loro" ci credono... ci credi anche tu....

adesso vedo piu' l'azienda in una fase "tardobarocca".... sono entrati in un circolo virtuoso in cui qualsiasi cosa presentano e' automaticamente 'na figata... e sono li' a meta' tra l'oggetto di culto, l'oggetto fashion e l'innovazione tecnologica... l'azienda e' piu' grande e fa piu' fatica a muoversi... quindi la cadenza con cui innova si e' rallentata ed hanno introdotto altri "elementi" per rendere comunque appetibile il prodotto.... hanno spinto tanto negli anni passati.... (basta vedere la produzione dal '98 al 2005.. e' impressionante.. chi si ricorda le presentazioni del primo imac.... del primo portatile in titanio con display 15.2...il cube, il primo portatile in assoluto con schermo17, itunes ipod, macosx, ecc. sa cosa intendo ) ... adesso raccolgono i risultati (economici, di mercato, di posizionamento) e centellinano le innovazioni.... gli do torto? no... mi dispiace? si...

Link to comment
Share on other sites

Perché non proviamo a ribaltare la prospettiva? E se fossimo noi utenti che, ormai ebbri di informatica, non siamo più tanto "think different"? Apple ci da il guscio unibody, noi ci lamentiamo perché ha tolto dal Macbook la firewire... Apple ci da il multitouch, noi ci lamentiamo perché ora gli schermi di tutti i notebook sono glossy... Apple ci da la doppia scheda video, noi ci lamentiamo perché il connettore non è più il solito DVI... E ancora, uscendo dal settore dei portatili, Apple ci da il telefono più innovativo che si sia mai visto nella storia della telefonia cellulare, noi ci lamentiamo perché non ha gli MMS e non ci permette di mandare le foto agli amichetti via bluetooth...

Insomma, lo ripeto, forse la realtà è che in Apple si continua a pensare differente mentre noi utenti, ormai impigriti dall'indigestione di tecnologia degli ultimi anni, ci siamo messi a pretendere le solite vecchie cose a cui tutti gli altri produttori di computer e computerini ci hanno poco a poco assuefatti. E così, se Apple non ci mantiene lo status quo, allora ecco che ci lamentiamo e che accusiamo lei di non essere più think different...

Link to comment
Share on other sites

Perché non proviamo a ribaltare la prospettiva? E se fossimo noi utenti che, ormai ebbri di informatica, non siamo più tanto "think different"? Apple ci da il guscio unibody, noi ci lamentiamo perché ha tolto dal Macbook la firewire... Apple ci da il multitouch, noi ci lamentiamo perché ora gli schermi di tutti i notebook sono glossy... Apple ci da la doppia scheda video, noi ci lamentiamo perché il connettore non è più il solito DVI... E ancora, uscendo dal settore dei portatili, Apple ci da il telefono più innovativo che si sia mai visto nella storia della telefonia cellulare, noi ci lamentiamo perché non ha gli MMS e non ci permette di mandare le foto agli amichetti via bluetooth...

Insomma, lo ripeto, forse la realtà è che in Apple si continua a pensare differente mentre noi utenti, ormai impigriti dall'indigestione di tecnologia degli ultimi anni, ci siamo messi a pretendere le solite vecchie cose a cui tutti gli altri produttori di computer e computerini ci hanno poco a poco assuefatti. E così, se Apple non ci mantiene lo status quo, allora ecco che ci lamentiamo e che accusiamo lei di non essere più think different...

Completamente d'accordo con ogni parola!

..fralatro ieri dopo aver accennato in un paio di post al think different e aver scambiato qui qualche punto di vista, sono andato a farmi una ricerca di pubblicità, testi, annessi e connessi alla campagna in questione e nei meandri di google ho scovato questo interessantissimo blog di Riccardo Mori (che non conoscevo prima) che fra le altre cose, dedica un post proprio a questo argomento, costruendo un analisi che a mio avviso vale la pena leggere:

http://morrick.wordpress.com/2008/11/25/eredita-think-different/

Link to comment
Share on other sites

Perché non proviamo a ribaltare la prospettiva? E se fossimo noi utenti che, ormai ebbri di informatica, non siamo più tanto "think different"? Apple ci da il guscio unibody, noi ci lamentiamo perché ha tolto dal Macbook la firewire... Apple ci da il multitouch, noi ci lamentiamo perché ora gli schermi di tutti i notebook sono glossy... Apple ci da la doppia scheda video, noi ci lamentiamo perché il connettore non è più il solito DVI... E ancora, uscendo dal settore dei portatili, Apple ci da il telefono più innovativo che si sia mai visto nella storia della telefonia cellulare, noi ci lamentiamo perché non ha gli MMS e non ci permette di mandare le foto agli amichetti via bluetooth...

Insomma, lo ripeto, forse la realtà è che in Apple si continua a pensare differente mentre noi utenti, ormai impigriti dall'indigestione di tecnologia degli ultimi anni, ci siamo messi a pretendere le solite vecchie cose a cui tutti gli altri produttori di computer e computerini ci hanno poco a poco assuefatti. E così, se Apple non ci mantiene lo status quo, allora ecco che ci lamentiamo e che accusiamo lei di non essere più think different...

Sono d'accordo con ciò che dici, soprattutto riguardo l'iPhone - ne possiedo uno proprio perché sono convinto anch'io che sia «il telefono più innovativo che si sia mai visto nella storia della telefonia cellulare».

Dissento, però, su uno dei confronti che hai fatto sui portatili: lo schermo con vetro non va bene... Apple doveva dare l'opportunità della scelta tra matte e glossy, come ha sempre fatto. Questo era un particolare che la distingueva dalle altre case produttrici; anche questo, a suo modo, era Think Different.

Non dobbiamo pensare che ogni cosa fatta da Apple e non comune ad altri produttori di computer sia Think Different, sarebbe troppo facile. Proprio con i display Apple si è uniformata alla tendenza di mercato: il brillante, l'appariscente...

Link to comment
Share on other sites

Perché non proviamo a ribaltare la prospettiva? E se fossimo noi utenti che, ormai ebbri di informatica, non siamo più tanto "think different"? Apple ci da il guscio unibody, noi ci lamentiamo perché ha tolto dal Macbook la firewire... Apple ci da il multitouch, noi ci lamentiamo perché ora gli schermi di tutti i notebook sono glossy... Apple ci da la doppia scheda video, noi ci lamentiamo perché il connettore non è più il solito DVI... E ancora, uscendo dal settore dei portatili, Apple ci da il telefono più innovativo che si sia mai visto nella storia della telefonia cellulare, noi ci lamentiamo perché non ha gli MMS e non ci permette di mandare le foto agli amichetti via bluetooth...

Insomma, lo ripeto, forse la realtà è che in Apple si continua a pensare differente mentre noi utenti, ormai impigriti dall'indigestione di tecnologia degli ultimi anni, ci siamo messi a pretendere le solite vecchie cose a cui tutti gli altri produttori di computer e computerini ci hanno poco a poco assuefatti. E così, se Apple non ci mantiene lo status quo, allora ecco che ci lamentiamo e che accusiamo lei di non essere più think different...

NONONONONONO.......Io mi lamento perchè i prodotti della APPLE ad oggi NON FUNZIONANO....

Io sono un possessore di un MBP (Early 2008), il magico mbp dei FISCHI giusto per intenderci....

Ora dopo 9 mesi di calvario sono ancora in ballo e x precisione sto aspettando una risposta ad una lettere da me inviata ad Enzo Bagini...AD Apple Italia.....

Quando la mia storia sarà giunta al termine (spero tra poco) farò un post che la riassuma in modo completo....

MI FARA' MOLTO PIACERE SE TUTTI VOI LA LEGGERETE, perchè secondo me descrive bene COSA è LA APPLE OGGI..... .

Link to comment
Share on other sites

rock lee, è il solito problema di egocentrismo di molta gente (senza offesa, sia chiaro): il TUO prodotto di Apple non funziona, allora ne deduci che tutti i prodotti attuali di Apple non funzionano. Mi spiace dare un duro colpo al tuo ego, ma non è così. Magari tu sei sfigato, magari non hai usato correttamente il MBP, magari il tuo portatile è nato male, magari qualcos'altro, ma comunque si parla sempre del tuo prodotto, non di tutti. La stessa cosa vale anche se qualche decina (o centinaia o pure migliaia) di utenti si fosse lamentata del tuo stesso problema: sarebbe comunque una minoranza rispetto al numero di acquirenti di quel prodotto.

E lo stesso discorso vale se la tua lamentela riguardasse un'assistenza poco efficace, potresti essere capitato sull'unico tecnico poco gentile o sull'unico centro poco competente e così via...

Senza volere per forza "difendere" Apple, cerchiamo sempre di non farci prendere dall'egocentrismo e di non trasformare (nella nostra testa) in assoluto un problema che abbiamo solo noi e pochi altri!

Link to comment
Share on other sites

Perché non proviamo a ribaltare la prospettiva? E se fossimo noi utenti che, ormai ebbri di informatica, non siamo più tanto "think different"? Apple ci da il guscio unibody, noi ci lamentiamo perché ha tolto dal Macbook la firewire... Apple ci da il multitouch, noi ci lamentiamo perché ora gli schermi di tutti i notebook sono glossy... Apple ci da la doppia scheda video, noi ci lamentiamo perché il connettore non è più il solito DVI...

Qui si sfiora il paradosso...

La Apple non è una onlus, non è una chiesa con tanto di credo e non fa volontariato, è un'azienda che deve fatturare, propone una scelta di prodotti per i quali viene pagata profumatamente e che i clienti acquistano quando sono convinti della bontà della propria scelta.

Le motivazioni per scegliere apple possono essere le più disparate (mi piace il design, mi piace jobs, mi piace riflettermi sullo schermo a vetro dei nuovi mb), sono tutte soggettive e mi sembra quindi inutile discuterne, tuttavia tutte nascono dalla capacità dell'azienda di rispondere alle attese ed ai bisogni della clientela.

In breve, una cosa vende se riesce a soddisfare un dato bisogno o fine.

Ma è l'azienda che deve rispondere ai MIEI bisogni, non il contrario. Io non mi aspetto né pago per essere educato al think different da un'azienda a cui mi rivolgo per un acquisto.

Quindi o evitiamo di colpevolizzare gli acquirenti dando loro degli ignoranti retrogradi, oppure ribaltiamo davvero con coerenza la prospettiva: la apple mi indottrini pure con il suo think different e mi convinca che la firewire è da perdenti, ma mi regali il MBP o mi paghi per acquistarlo.

Link to comment
Share on other sites

...

Quindi o evitiamo di colpevolizzare gli acquirenti dando loro degli ignoranti retrogradi, oppure ribaltiamo davvero con coerenza la prospettiva: la apple mi indottrini pure con il suo think different e mi convinca che la firewire è da perdenti, ma mi regali il MBP o mi paghi per acquistarlo.

Sulla falsariga di quanto scrivi, se ti piace un prodotto Apple compralo, se non ti piace non comprarlo, in entrambi i casi è inutile e noioso che tu (inteso in senso generico) vada su un forum a frignare perché la Apple ti ha tolto questo o non ti ha dato quest'altro, magari pure risentendoti se qualcun altro non è d'accordo con le tue lamentele! Se ciò che fa Apple con i suoi prodotti non ti convince, di alternative ce ne sono a bizzeffe... pure troppe!!!

peró ragazzi sul glossy e non glossy dovrete anche capire che c'é dietro la scelta dei materiali... il vetro é riciclabile al 100% la plastica no... e che io sappia un "vetro glossy" non esiste!

Ehm... volevi dire "vetro opaco", vero? ;)
Link to comment
Share on other sites

peró ragazzi sul glossy e non glossy dovrete anche capire che c'é dietro la scelta dei materiali... il vetro é riciclabile al 100% la plastica no... e che io sappia un "vetro glossy" non esiste!

Le sigarette provocano il cancro: lo STATO continua a venderle. Cosa me ne dovrebbe fregare se un'azienda propone un materiale più riciclabile rispetto ad un'altro se poi mi crea più problemi nella visualizzazione di un'immagine rispetto al modello precedente di Mac? iMac o nuovi MacBook che siano!

Sulla falsariga di quanto scrivi, se ti piace un prodotto Apple compralo, se non ti piace non comprarlo, in entrambi i casi è inutile e noioso che tu (inteso in senso generico) vada su un forum a frignare perché la Apple ti ha tolto questo o non ti ha dato quest'altro, magari pure risentendoti se qualcun altro non è d'accordo con le tue lamentele! Se ciò che fa Apple con i suoi prodotti non ti convince, di alternative ce ne sono a bizzeffe... pure troppe!!!

Se sono un affezionato utente Apple, che ha tutti i programmi originali che girano soltanto su OS X cosa dovrei fare?!? Senza un briciolo di amarezza, provare disappunto ed esporre le mie critiche, nonché buttare nella spazzatura anni di software acquistati, dovrei comprare un PC?

Ma stai scherzando?!? :confused:

Link to comment
Share on other sites

Perché non proviamo a ribaltare la prospettiva? E se fossimo noi utenti che, ormai ebbri di informatica, non siamo più tanto "think different"? Apple ci da il guscio unibody, noi ci lamentiamo perché ha tolto dal Macbook la firewire... Apple ci da il multitouch, noi ci lamentiamo perché ora gli schermi di tutti i notebook sono glossy... Apple ci da la doppia scheda video, noi ci lamentiamo perché il connettore non è più il solito DVI... E ancora, uscendo dal settore dei portatili, Apple ci da il telefono più innovativo che si sia mai visto nella storia della telefonia cellulare, noi ci lamentiamo perché non ha gli MMS e non ci permette di mandare le foto agli amichetti via bluetooth...

Insomma, lo ripeto, forse la realtà è che in Apple si continua a pensare differente mentre noi utenti, ormai impigriti dall'indigestione di tecnologia degli ultimi anni, ci siamo messi a pretendere le solite vecchie cose a cui tutti gli altri produttori di computer e computerini ci hanno poco a poco assuefatti. E così, se Apple non ci mantiene lo status quo, allora ecco che ci lamentiamo e che accusiamo lei di non essere più think different...

se fosse veramente think different nn staresti nemmeno a porti il problema.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share