Quale licenza per XP su Mac?


MacPiket
 Share

Recommended Posts

Cioè? Nella stessa fattura risultano i due prodotti oppure Parallels contiene anche XP?

Ho comprato una licenza di Parallels 3.0 da Avanquest con una licenza di XP OEM, ovviamente la licenza è separata ma specificati nella fattura come acquisto UNICO. Però ho comprato tutto insieme, come l'iMac, quindi non ti so specificare se la licenza è abbinata al Mac o Parallels, oltretutto ho avuto un problema visto che la prima attivazione l'ho fatta con BootCamp, all'avvio di parallels mi vedeva la copia non attivata, ho dovuto chiamare il call center microsoft spiegandogli la mia necessità di dover avviare bootcamp o parallels (dipende dall'utilizzo) loro non hanno fatto una piega e me lo hanno attivato per entrambe le piattaforme (diciamo così)

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 42
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Mi sono affacciato su avanquest e non ho trovato la combinazione Parallels-WXP OEM

Io mi affaccio alla finestra ;)

Come vi dicevo non ho detto che la copia di XP è legata a Parallels, io ho solo detto che ho comprato una copia di XP OEM legata al iMac+Parallels di avanquest perchè è in italiano.

Ciao

Se mi volete contattare in privato vi dico da chi ho comprato l'iMac

Link to comment
Share on other sites

Ho letto le e.u.l.a. delle due licenze (oem e retail).

La prima è un contratto tra utente e produttore dell'hw, la seconda tra utente e Microsoft. Questa è la ragione per cui la prima si accompagna alla vendita dell'hw, la seconda no. Messa così, non c'è spazio per chi deve utilizzare la licenza con una macchina virtuale e la soluzione è solo la retail.

Tuttavia, al di là delle definizioni, leggendo i termini dell'accordo - che va interpretato e applicato nel suo complesso e non solo nelle singole parti - si comprende che lo scopo delle oem non è tanto di vincolare la licenza ad uno specifico hw (quello indicato nella fattura per es.) quanto ad un UNICO hw. Da ciò l'obbligo di applicare la c.o.a. sul case della macchina. La retail, invece, permette di trasferire la licenza su altro hw (non contemporaneamente).

Quindi, l'obbligo di vendita abbinata ad un pc non incide - a mio avviso - sulla validità della licenza ma, eventualmente, può integrare un illecito contrattuale del produttore verso Microsoft (non avrebbe potuto venderla singolarmente e invece l'ha fatto). La licenza d'uso è invece rispettata nel momento in cui viene abbinata - di fatto anche dall'utente - ad un unico hw o, applicando la ratio della previsione, ad un unico sistema virtuale.

Sia chiaro, questa è solo la mia interpretazione. Microsoft, interpellata telefonicamente, afferma che è invece necessaria la licenza retail. Quindi, ognuno valuti la questione e agisca assumendosi le proprie responsabilità.

Link to comment
Share on other sites

Caro MacPiket, difatti la licenza di Windows mi è stata venduta insieme all'hardware Apple, io purtroppo, difatti ho il bollino della licenza Win attaccata sull'iMac ;) e Win è installato su una Partizione di BootCamp, io sicuramente non infrango nessuna legge. Parallels difatti si avvia con la partizione di BootCamp

Link to comment
Share on other sites

Sia chiaro, questa è solo la mia interpretazione. Microsoft, interpellata telefonicamente, afferma che è invece necessaria la licenza retail. Quindi, ognuno valuti la questione e agisca assumendosi le proprie responsabilità.

Mi sembra che in un vecchio post simile uscito poco dopo il lancio di Leopard su questo forum un utente che lavora in MS italia ha chiesto spiegazioni ai suoi colleghi delle licenze ed ne è uscito che bisogna per forza prendere la retail per essere in regola. Che il produttore nel caso dell'iMac è Apple e non il negozietto che ti vende l'iMac+licenza OEM che ne è solo rivenditore. Dovrebbe essere Apple stessa a venderti la licenza di Xp OEM come opzione BTO dei suoi computer.

Link to comment
Share on other sites

Mi sembra che in un vecchio post simile uscito poco dopo il lancio di Leopard su questo forum un utente che lavora in MS italia ha chiesto spiegazioni ai suoi colleghi delle licenze ed ne è uscito che bisogna per forza prendere la retail per essere in regola. Che il produttore nel caso dell'iMac è Apple e non il negozietto che ti vende l'iMac+licenza OEM che ne è solo rivenditore. Dovrebbe essere Apple stessa a venderti la licenza di Xp OEM come opzione BTO dei suoi computer.

E per quale motivo?

Un rivenditore Apple è al pari di AppleStore, visto che anche AppleStore non è Apple Inc. (sembra assurdo ma è così).

Voglio ricordare di offerte fatte da EssediShop e tanti altri venditori proprio quando uscirono gli Apple con processori INTEL, con WinXP pre-installato, vi posso garantire che quelle versioni erano OEM e non Retail.

Ps. Io l'ho preso da un'altro rivenditore della mia provincia, comunque ricordo che il rappresentante mi fece avere in seguito la conferma perchè si doveva informare presso la Microsoft.

Quindi se a me lo hanno venduto ed elencato con "regolare" fattura direi che qui qualcuno sta sbagliando, o il mio rivenditore o chi afferma il contrario ;)

Link to comment
Share on other sites

Che il produttore nel caso dell'iMac è Apple e non il negozietto che ti vende l'iMac+licenza OEM che ne è solo rivenditore. Dovrebbe essere Apple stessa a venderti la licenza di Xp OEM come opzione BTO dei suoi computer.

Vero, in teoria e originariamente era così. Poi MS ha iniziato a concedere le oem anche agli assemblatori e non solo ai produttori. Il concetto di pc è diventato meno rigido per ridursi a parte essenziale del sistema (poteva essere la mb o anche solo la tastiera). Questo spiega perché le licenze si trovino ancora nei negozi e non siano invece confezionate nei pc, come sarebbe nel caso in cui fossero vincolate ad una specifica macchina. Su questo s'è formata la convinzione che per essere in regola basta che sulla stessa fattura vi sia la licenza e un pezzo d'hw. In pratica il negozio diventava assemblatore nel momento in cui vendeva la licenza con hw. Qualcuno ha protestato dicendo che se poteva farlo il negozio poteva farlo anche lui e, da quanto ho recepito in rete, per alcuni è stato detto che sì, potevano acquistare la licenza senza hw sempre che poi questo venisse acquistato in un secondo momento; altri invece hanno avuto risposte evasive. S'è creata una prassi con eccessi che hanno indotto MS a dire che se si cambia la mb bisogna rinnovare la licenza. Succedeva infatti che alcuni portavano la licenza qua e là dicendo che il pc era sempre lo stesso e che solo la mb era stata sostituita - guarda caso quella su cui veniva registrata la licenza - causa rottura. Ovvio che a MS questo non poteva andare bene.

Le macchine virtuali hanno ulteriormente complicato la situazione e non c'è da meravigliarsi se la posizione di MS è quella di richiedere la licenza più costosa.

Quello che io osservo è che, al di là delle posizioni più o meno esplicitate (non ho trovato nulla di ufficiale), il vincolo contrattuale è determinato dall'e.u.l.a. e da questa ricavo che la finalità della licenza oem è solo quella di non poter essere trasferita da un pc ad un altro. Il fatto che sia venduta senza l'hw non può minare la sua validità anche perché non vedo alcun interesse meritevole di tutela da parte di MS a che il sw giri su un processore x piuttosto che y.

Il tutto con la precisazione che ho già fatto nel finale del precedente post :)

Link to comment
Share on other sites

Vero, in teoria e originariamente era così.

Be almeno non mi ero sognato che una volta era così :P

Infatti con Vista ha specificato nell'EULA che le versioni Home Basic e Home Premium non possono essere installate in macchine virtuali per cui biosgna andare su licenza Vista Business e Ultimate.

Mi sorge un dubbio: Parallels, VMWare, Vitualbox e simili sono chiaramente macchine virtuali. Ma Bootcamp? Dopotutto le schede madri dei mac non hanno il bios e bootcamp è a tutti gli effetti una macchina virtuale che emula un bios anche se gira a "livello basso" e non dentro un OS evoluto come Leopard. Tecnicamente è una macchina virtuale e su Vista obbliga ad evitare le due versioni Home? O è una macchina virtuale considerata hw reale da parte di MS?

Link to comment
Share on other sites

Quelle che riferisci riguardo alle eula di vista può confermare la mia interpretazione: ci vuole un'espressa previsione contrattuale per escludere l'utilizzo della oem su macchina virtuale. Non è un argomento decisivo ma aiuta ad inquadrare il problema.

Quanto a boot camp, sebbene le mie conoscenze tecniche siano a zero, credo non se ne esca: il mac emula il pc ma non è un pc, quindi il sw va su una macchina virtuale.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share