Non e' piu' il mac di una volta!


MagoZen
 Share

Recommended Posts

Ma questo capita sul tuo computer... sul mio no.

Si, ma se io consigliassi ad un amico di prendersi un mac e questo avesse dei problemi con il sistema operativo preinstallato non gli risponderei che e' solo sfortuna

copia e incolla si può fare...

in realtà si potrebbe importare il pdf direttamente in KN e poi tagliarlo lì.

poi provo, magari funziona, ma non e' altrettanto comodo

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 57
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Non per buttare benzina sul fuoco, ma io sono ancora a Tiger (per tante ragioni diverse) ma ancor più ciuchino rimpiango la stabilità della semplice posizione fisica dei documenti all'interno delle cartelle che era dell'antico Sistem6/7ecc.. Ho memoria fotografica ed archivio ancora e sempre alla vecchia. Trascino i documenti dalla scrivania su cartelle e sottocartelle e mai che capiti che mi possa fidare dell'assetto e dell'allineamento che ho deciso. Non parliamo del casino che fa ogni nuova installazione nella cartella applicazioni. Speriamo che finalmente la riscrittura del finder, annunciata per snowLeopard, risolva questa “sciocchezzaâ€.

Comprendo MagoZen perché perdere la cattura a risoluzione originale dei file immagine dei PDF per certi lavori è una grossa scocciatura. La questione fuso orario non l'avevo rilevata, nella breve esperienza leopardata, però per cominciare proverei a vedere se tiene le impostazioni fisse (con la sincronizzazione disabilitata).

Complessivamente concordo sul titolo della discussione “Non e' piu' il mac di una volta!†Ho davanti agli occhi il monitor del glorioso WallStreet: nessun difetto e solo un po' di luminosità persa in 10 anni. E quello dell'iMac2.4All24" che invece dopo un anno di lavoro, intenso sì ma uno solo, trattiene le ombre fantasma delle finestre e delle icone dopo poche ore di fissità. Che pena.

Link to comment
Share on other sites

vedi sem, ora il concetto di file system si sta sempre piú spostando ad un concetto di "liquiditá" la cartella Applications non la apro mai, per lanciare un'applicazione uso Spotlight...

L'archiviazione di file sará sempre piú basata su metadata e ricerche, come la libreria di iTunes e iPhoto, il concetto di filesystem che ti fa gestire "fisicamente" la posizione del file é un concetto vecchio e superato...

Link to comment
Share on other sites

ok macteo, il metodo che mi hai suggerito per mantenere le immagini vettoriali funziona prefettamente, e anche se e' un po' piu' scomo, almeno mi permettera' di lavorare con il nuovo portatile.

Ti ringrazio, non avevo pensato di aggirare il problema cosi'...

Per l'ora... se non faccio la sincronizzazione automatica e' vero che posso mettere l'ora che voglio... ma il sistema comunque non vuole capire che sto sul fuso orario di roma. Tando per fare un esempio degli inconvenienti... gli orari del widget "World Clock" sono tutti avanti di un'ora...

Link to comment
Share on other sites

ok macteo, il metodo che mi hai suggerito per mantenere le immagini vettoriali funziona prefettamente, e anche se e' un po' piu' scomo, almeno mi permettera' di lavorare con il nuovo portatile.

Ti ringrazio, non avevo pensato di aggirare il problema cosi'...

Per l'ora... se non faccio la sincronizzazione automatica e' vero che posso mettere l'ora che voglio... ma il sistema comunque non vuole capire che sto sul fuso orario di roma. Tando per fare un esempio degli inconvenienti... gli orari del widget "World Clock" sono tutti avanti di un'ora...

io ho il macbook bianco, l'ultimo prima dei nuovi alluminio, e non ho problemi di fuso orario... controlleró le impostazioni appena sono a casa ;)

Link to comment
Share on other sites

Siamo alle solite, massib80, Mac è nato sul concetto di memoria visiva, d'interfaccia grafica e di opzioni plurime. Perché sta cambiando?

Es.: nel menu mela (colorata) del vecchio Sistem (che con un'utility da quattrosoldi potevi organizzare in sezioni) inserendo gli alias dei dischi e delle partizioni (nella cartella MenuApple nella cartella sistema) ne percorrevi il contenuto fino a 5 o 6 o più livelli in funzione della grandezza del monitor. Anche in Tiger cliccando sull'icona della casetta nel Dock, o in quella di qualsiasi sottocartella ci metti come anche il disco stesso, percorri tutti i loro contenuti in un baleno. In Leopard non più! È molto più veloce quel metodo piuttosto che digitare un nome e quindi andare a cercare in un elenco come però si poteva fare anche allora indicizzando i volumi ed usando Sherlock o Cerca.

Perché qualcuno ha deciso che devo ricordare i nomi dei documenti e non la loro posizione fisica? Perché a me, e chi come me, si è tolta un'opzione? … e si sono peggiorati tempo e piacere d'utilizzo?

Perché?

Link to comment
Share on other sites

Siamo alle solite, massib80, Mac è nato sul concetto di memoria visiva, d'interfaccia grafica e di opzioni plurime. Perché sta cambiando?

Es.: nel menu mela (colorata) del vecchio Sistem (che con un'utility da quattrosoldi potevi organizzare in sezioni) inserendo gli alias dei dischi e delle partizioni (nella cartella MenuApple nella cartella sistema) ne percorrevi il contenuto fino a 5 o 6 o più livelli in funzione della grandezza del monitor. Anche in Tiger cliccando sull'icona della casetta nel Dock, o in quella di qualsiasi sottocartella ci metti come anche il disco stesso, percorri tutti i loro contenuti in un baleno. In Leopard non più! È molto più veloce quel metodo piuttosto che digitare un nome e quindi andare a cercare in un elenco come però si poteva fare anche allora indicizzando i volumi ed usando Sherlock o Cerca.

Perché qualcuno ha deciso che devo ricordare i nomi dei documenti e non la loro posizione fisica? Perché a me, e chi come me, si è tolta un'opzione? … e si sono peggiorati tempo e piacere d'utilizzo?

Perché?

io sinceramente preferisco moto di piú cliccare su spotlight e scrivere "Ph" invio e apreo Photoshop, "Dre" e apro Dreamweaver e cosí via, ho sempre odiato navigare tra cartelle e menú "ad albero"

E non puoi davvero paragonare Scherlock a Spotlight!

Sem, capisco che tu possa essere piú abituato ad una vecchia impostazione, ma la tendenza é quella (vedi anche come ragionano i nuovi file system tipo ZFS) e quando le impostazioni di base cambiano le opzioni spariscono, anche perché una consolidata linea guida di Apple é quella di proporre meno modi diversi possibili per fare una cosa, perché é confusionario, insegno all'utente UN modo per fare una cosa e quella resta (fin tanto che non cambia nuovamente il paradigma)

Link to comment
Share on other sites

Si, ma se io consigliassi ad un amico di prendersi un mac e questo avesse dei problemi con il sistema operativo preinstallato non gli risponderei che e' solo sfortuna

Infatti non ti stiamo dicendo questo ma che, probabilmente, c'è qualche impostazione sbagliata...

Link to comment
Share on other sites

Non parliamo del casino che fa ogni nuova installazione nella cartella applicazioni. Speriamo che finalmente la riscrittura del finder, annunciata per snowLeopard, risolva questa “sciocchezza”.

Scusa ma... quale casino?

Le applicazioni sono icone... che casino vuoi ci sia?

Link to comment
Share on other sites

Siamo alle solite, massib80, Mac è nato sul concetto di memoria visiva, d'interfaccia grafica e di opzioni plurime. Perché sta cambiando?

Perché il concetto di interfaccia si sta evolvendo.

E perché i documenti non sono più 10 o 20 ma centinaia e migliaia.

Anche in Tiger cliccando sull'icona della casetta nel Dock, o in quella di qualsiasi sottocartella ci metti come anche il disco stesso, percorri tutti i loro contenuti in un baleno. In Leopard non più! È molto più veloce quel metodo piuttosto che digitare un nome e quindi andare a cercare in un elenco come però si poteva fare anche allora indicizzando i volumi ed usando Sherlock o Cerca.

Ma perché non cambiare le impostazioni delle cartelle nel dock?

Dai... prima di criticare, cerchiamo di capire come funzionano le cose...

Con Leopard (dalla versione 10.5.1... al massimo la .2) le cartelle nel dock possono essere visualizzate come Cartella o Pila e gestite Automaticamente, a Ventaglio, come Griglia o Elenco.

Link to comment
Share on other sites

Per l'ora... se non faccio la sincronizzazione automatica e' vero che posso mettere l'ora che voglio... ma il sistema comunque non vuole capire che sto sul fuso orario di roma. Tando per fare un esempio degli inconvenienti... gli orari del widget "World Clock" sono tutti avanti di un'ora...

Uhm... c'è davvero qualcosa che è mal impostato.

Altrimenti saremmo tutti qui a lamentarci!

Riesci a postare qualche immagine della tua configurazione?

Link to comment
Share on other sites

Uhm... c'è davvero qualcosa che è mal impostato.

Altrimenti saremmo tutti qui a lamentarci!

Riesci a postare qualche immagine della tua configurazione?

Da terminale mi dice questo:

$ date

Mer 10 Dic 2008 15:03:01 UTC

$ date -u

Mer 10 Dic 2008 15:03:05 UTC

Quindi e' chiaro che non capisce il fuso orario.

Ho provato a riparare i permessi, ma non cambia niente...

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share