Arrivo con domanda!


Liandru
 Share

Recommended Posts

Un saluto a tutti voi!

Essendo in possesso di un Vaio, ormai datato, e volendo passare a qualcosa di meglio, cercando notizie sui mbp sono arrivato in questo forum, dove ho trovato risposta a decine di dubbi che avevo in testa.

Mi avete aiutato a convincermi del tutto all'acquisto di un MBP!

Tuttavia avrei da farvi una domanda basilare (anche se non so se è questo il posto corretto dove inserirla...)

Io ho un Sony Vaio VGN-A217S con docking station con entrata TV, casse, mouse wireless, e telecomando...di per sè era un gioiellino ed è ancora accattivante come oggetto :), ma c'è un problema fondamentale, sono uno studente di architettura e aspirante fotografo e lavoro con AUTOCAD 2D e 3D, PHOTOSHOP e COREL DRAW e di tanto in tanto utilizzo qualche gioco...e le prestazioni del vecchio vaio sono veramente ai limiti della sopportazione.

Vorrei chiedervi fra le tre possibilità dei Macbook Pro quali mi consigliate e con quali espansioni, considerato l'uso che andrò a farne.

Vi lascio le caratteristiche del sony tanto per capire come sto messo adesso...

Intel Pentium M 735

1.70GHz

Memoria di Sistema 1.250 GB

Memoria cache 2048 KBytes

ATI MOBILITY RADEON 9700 3D 64 MB VRAM

100 Gb HD

Grazie in anticipo

:D

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 45
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Ah ok, quindi non pensi che riuscirei a sfruttare effettivamente i 2,93GHz e il disco rigido da 7200? Scarico molto da internet...

Dato che 4 anni fa pagai 2.500euro il vaio, spendendo una cifra simile vorrei che durasse altrettanto, se non di più...

Comunque grazie per la risposta solerte!

Link to comment
Share on other sites

Un Mac ha una vita media produttiva di cinque anni, dura un po' più di un buon pc, conservando ancora una buona valutazione.

Considera che, poi, non necessita (ed è praticamente impossibile) di upgrade se non del solo SO e delle applicazioni

Link to comment
Share on other sites

...il modello intermedio, è sempre il più conveniente, in qualsiasi tipo di Mac

Forse ti riferisci al rapporto qualita'/prezzo? Cioe' secondo te tale rapporto e' migliore per il modello intermedio? :)

Nonostante cio', ho sempre scelto il modello piu' "alto", pensando a questa considerazione:

Un Mac ha una vita media produttiva di cinque anni, dura un po' più di un buon pc, conservando ancora una buona valutazione...

Questa mia scelta tende ad un possibile utilizzo della macchina ben oltre questi cinque anni, nonostante l'immancabile arrivo "immediato" dei nuovi modelli... :(

Ovviamente, bisogna studiare bene le procedure per sfruttare sempre al massimo il proprio computer, "tirandolo per il collo", come attualmente sto facendo col mio "obsoleto" PowerBook G4... :):)

Buona giornata. :)

Mario

Link to comment
Share on other sites

Diciamo che fino a cinque anni, mediamente, non hai problemi con niente.

Tutto è supportato.

Dopo comincia, per qualche utility e programmi commerciali, l'impossibilità di aggiornare all'ultima versione.

Ma questo non significa un granché agli effetti produttivi.

Conosco delle tipografie che ancora fino apochissimo tempo fa (e comunque non l'hanno dismesso) usavano l'OS 9.3 per il rippaggio degli esecutivi.

Io uso e conserverò Tiger ancora per lungo tempo su iMac G5, il mio secondo Macintosh , del 1985 ha lavorato per anni, poi l'ho usato come server fino al 1993 e successivamente fino al 1998/99 è stato usato, dopo numerosi aggiornamenti come compositore di testi...

Link to comment
Share on other sites

Ciao; anche io voglio che il mio prossimo computer abbia una longevità hardware più lunga possibile; anche per questo motivo ho scelto il MacBook Pro da 17'' con cpu da 2,93 e hard disk da 7200 proprio perchè la Ram è ampliabile quando voglio e quella (chissa quando l'avrò) da 8 Gb non è seconda a quella di nessun altro portatile di altre marche in vendita nel mondo; se ti va bene il peso del modello da 17 pollici pescalo senza indugi; anche per il discorso "videogames" il MacBook pro 17'' è la miglior soluzione portable in fatto di componenti interni; il Vaio all'epoca era credo un buon computer; se prendi il Mac da 17 pollici avrai un notebook sbalorditivo; senza ricorere sempre a monitor esterni questo makintosh offre già uno schermo interessante per i fotografi sia per le dimensioni generose che per l'alta definizione; visto che mi sembra di capire che non hai problemi per il prezzo del portatile che ti consiglio, aprofittane per comprarlo; le performance della cpu da 2,93 e del disco rigido da 7200 vengono utilizzatissime da software quali Photoshop e tanti altri che risultano cosi' più veloci nella sucessione anche numerosa di compiti svolti; con tale computer personalmente posso anche usarlo per molti anni anche per non acquistarmi un nuovo computer ogni pochi anni che probabilmente neppure potrò permettermi queste spese cosi' a "poca" distanza; e se oggi un notebook cosi' a molti può sembrare di esagerata potenza, alle stesse persone frà anni con determinati programmi questa potenza risulterà giusta.

Edited by fiume
errore di dicitura
Link to comment
Share on other sites

Grazie mille per le informazioni, è proprio a questo che pensavo in effetti, vedendo i miei 1.7 Ghz e le foto caricate a fatica che per visionarne un migliaio ci perdi una giornata, ovviamente anche il modello base le caricherà in un nanosecondo, ma è ovvio che con l'andar del tempo rimpiangerei il fatto di non aver speso qlcs in più per un MBP più potente!

Questo forum è veramente una svolta!

Cmq te hai preso lo schermo lucido o opaco? sono andato al negozio per vederlo ma non l'avevano, temo che l'antiriflesso mi tolga molta luminosità e qualità dei colori, mi sembra come di tornare ai portatili con lcd che basta ci appoggi un dito per creare l'alone bianco (non sono molto tecnico)...alla fine col WXGA x-black del vaio mi trovavo abb bene, però quando lavoro al mare d'estate il problema del riflesso non è da poco, dicono che con gli occhiali polarizzati si risolva in parte, ma non mi sembra una soluzione che adotterei, poichè con gli occhiali da sole si dimezza la luminosità e tanto vale avere quello opaco... vabbè in poche parole, te quale hai scelto e come ti trovi?

Link to comment
Share on other sites

Non so se hai già valutato la cosa, ma ti ricordo che Autocad NON esiste in versione MAC. Se intendi usarlo sarai costretto ad acquistare una licenza di windows XP e installarlo nella partizione windows del tuo nuovo MBP.

Se, visto che fai architettura, pensi di usare spesso, se non sempre, con autocad, forse è meglio che ricompri un VAIO...

p.s, non esiste nemmeno REVIT e ALLPLAN per mac.

L'unico programma per architettura è Archicad, mentre per i render la sceta è più ampia, da Maya a cinema4D

Link to comment
Share on other sites

Voi che avete già un mac anche usando autocad non preferireste usarlo con boot camp, piuttosto che ritornare ad usare un Vista!? cioè male che vada mi potrà andar lento come con windows, giusto?

lo so che l'idea di prendere un mac per poi doverlo già partizionare e metterci windows, è malsana. Tuttavia dopo aver visto queste prestazioni non credo che un parigrado Vaio riusciribbe ad eguagliarle...Confrontiamo:

Mbp: 17'' 1920x1200- 2.93GHz - 4Gb ram - 320Gb 7200rpm - tastiera retroilluminata - telecomando - cavo VGA - Mast.8X - BATTERIA 7ore! - NVIDIA 9600M GT = 2862 euro

Vaio AW21VYQ: 18'' Full HD 1920x1080 - 2.93GHz - 4Gb ram - 500Gb 4200 - tastiera NON retroilluminata ma cn tastierino numerico - Sintoniz.TV + telecomando - Mast. Blueray - BATTERIA 1.5ore! - Nvidia 9600M GT = 3799 euro

La differenza di prezzo è notevole, e per le prestazioni pur essendo simili, occore considerare che c'è vista...oltrettutto la memoria può arrivare anche fino a 628Gb, ma a 4200rpm...poi telecomando e sint.tv, non credo sia un problema se occorre metterli anche nel MBP.

Il fatto è che io quando ho comprato il Vaio era il miglior Portatile non apple in commercio...e anche in principio non mi sarei mai azzardato ad aprire 2/3 finestre autocad, più corel o photoshop...poichè già si rallentava, invece col mac è possibile e questa cosa non è di poco conto...certo non ho la certezza che con boot camp mi vada veloce come fosse sull'OS X, ma meglio di niente.

a proposito, usando la partizione con XP potrei usare contemporaneamente OS X?

e cmq nulla mi vieta di tenermi il vaio unicamente per autocad svuotandolo di tutto il resto.

Link to comment
Share on other sites

Volevo dire che entro 2 - 3 mesi lo acquisterò; ti dico subito che tempo fà tifavo non poco per il monitor lucido perchè valutavo che la sua brillantezza accentuasse (anzi più che "accentuasse" direi "non ostacolasse") i colori e la luce prodotta dai led; per me lo schermo opaco era fatto da materiali anti-riflesso che quindi indebolivano la luce irradiata dai led che arrivava a stento agli occhi dell'utente perchè le stesse tecnologie usate contro i riflessi entrano in conflitto con la luce che dall'altro lato del monitor (dall'interno dello schermo) ci raggiunge; è come sporcare volontariamente un monitor lucido per es. di un MacBook Pro con del doccia-schiuma o con un sottilissimo strato di gelato alla menta: lo strato da noi aggiunto estraneo al notebook funzionerebbe come anti-riflesso; quindi meno riflessi con il monitor ingelatato ma purtroppo anche meno luminosità delle immagini; è risaputo che gli schermi lustri sono più luminosi di quelli anti-glare; tuttavia ho cambiato "partito"; nel mio caso il portatile da 17 pollici dovrà essere ideale per una vita "on the road" dove anche una mattina in quel di Phoenix con il sole battente non impensierirebbe troppo la lastra anti-glare del mio laptop; poi mi sembra di aver capito che un monitor opaco che mostra per es. la foto di una foglia risulta visivamente più simile ad un foglio con la stessa foglia stampata; per tutti gli utilizzi dove è professionale che la visione dello schermo sia fedele a quella che si ha con la stampa su carta, l'acquisto di un portatile opaco dovrebbe essere la scelta migliore; MacBook Pro 17'' opaco = MacBook Pro 17'' più professionale; per tutti gli utilizzi grafici dove si necessita un controllo massimo delle tonalita dei colori sul monitor con la sicurezza che mediante l'acquisto di un "calibratore per schermi" si ha una riproduzione cartacea uguale a quella visibile nello schermo, l'anti-glare ha la meglio; è come se il monitor lucido fosse come un foglio colorato con una forte lampadina dietro il foglio che lo illumina rendendo quindi i colori sgargianti e quindi alterati; mentre uno schermo opaco sarebbe come un foglio quasi senza luce (o con una lamapadina con meno candele dietro il foglio) con il risultato che i colori sul foglio in questo secondo caso si vedrebbero in modo forse piu naturale tipo la vista di un paesaggio o di un negozio perchè le colorazioni si vedrebbero solo dalla luce del cielo che illumina il foglio; e comunque un monitor opaco lo si può al limite sempre mettere alla luminosità massima (non ricordo dove ho letto settimane fà di una recensione su internet dove il proprietario diceva che il suo MacBook pro da 17'' opaco è molto luminoso) se serve; lo schermo lucido riassumendo mi sembrava più accattivante, ma adesso l'opaco mi sembra più sensato per me; se non si hanno riflessi si valorizza ancora di più la portabilita totale del computer che si usa quindi anche nei posti con forte luce ambientale; cosa c'e di meglio di un notebook nuovissimo da usare dovunque? Anche le tante lamentele nei forum/siti sugli schermi lucidi mi fanno pensare; su http://images.google.it/imgres?imgurl=http://static.blogo.it/melablog/macbook-pro-17-lucido-ed-opaco/big_mbp17lucidoopaco3.jpg&imgrefurl=http://www.melablog.it/galleria/big/macbook-pro-17-lucido-ed-opaco/3&usg=__Dkd5OtuKOuLSlYig20Yo1q9NtWQ=&h=450&w=600&sz=52&hl=it&start=22&tbnid=qEiWY8ZYUayo3M:&tbnh=101&tbnw=135&prev=/images%3Fq%3Dmacbook%2Bpro%2B17%2Bopaco%26gbv%3D2%26ndsp%3D20%26hl%3Dit%26sa%3DN%26start%3D20 si può fare un confronto grazie a 6 belle foto (per vederle tutte fare clic su "foto sucessiva" o "foto precedente") che dimostrano tutta la superbia del monitor opaco: in tutte le 6 foto il lucido ha riflessi molto evidenti mentre l'opaco ha al massimo qualche alone di luminosità fiòca che saranno gli stessi o analogi riflessi ma drasticamente impediti dalla tecnica anti-glare; per me VIVA l'opaco; sono sicuro che dopo l'acquisto del MacBook pro da 17'' sarò soddisfatissimo della mia scelta; a volte si vuole risparmaire (o il minor prezzo fà colpo) comprando per es. un portatile che costa mettiamo 1.800 euro invece che 2.300 euro; ma quelle 500 euro di differenza poi io le dividerei per tutti gli anni (o i mesi) che mi durerà il notebook, e con tale divisione l'aumento di prezzo del portatile più costoso diventa cosi' molto diluita nel tempo da risultare irrisoria se non nulla (a mio giudizio); pochi giorni fà ero in spiaggia in una giornata non ancora estiva ma decisamente soleggiata da risultare quasi caldina, bè avevo in grembo il MacBook da 13,3'' preso nel dicembre 2007 per un mio familiare e accendendolo il monitor risultava molto buio quasi illegibile per la situazione ambientale metereologica severa con il sole che non colpiva frontalmente lo schermo ma da dietro, se avrei avuto il MacBook Pro da 17'' opaco grazie anche alla forza dei Led la situazioine sarebbe stata molto migliore senz'altro. I Mac con Boot Camp o con Parallels Desktop 4 o VMware Fusion 2 (con questi ultimi due software si può usare nello stesso momento Windows e Osx insieme senza mai riavviare il computer) sono come i portatili Vaio se acquisti Windows Xp o Vista, anzi meglio dei Vaio visto che circa 1 anno e mezzo fà i notebook Makintosh sono risultati addiritura i laptop più veloci di tutti per far girare dentro Windows; è semplice usare Windows in un Makintosh.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share