Sign in to follow this  
doc54

Software gestionale per medici omeopati

Recommended Posts

So di scatenare un putiferio ma, l'omeopatia e' solo un effetto placebo.

La cosa vergnognosa e' che c'e' ci sono anche politici che vorrebbero finanziarVi....

Avanti... linciatemi pure....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non è questa la Sede per dibattere l'argomento, specie in senso polemico. E poi è giusto che ciascuno coltivi le proprie opinioni. Non so se sei un Collega, comunque se visiti il mio sito vedrai che le basi scientifiche ci sono proprio tutte.

Share this post


Link to post
Share on other sites

da farmacista, appoggio sostanzialmente achille, se non altro (evitando la polemica) perché è un assurdo il fatto che per mettere in commercio medicinali di COMPROVATA efficacia si debbano fare studi su migliaia di pazienti e per gli omeopatici no. se le industrie e il mondo scientifico è tanto convinto che funzionino, lo dimostri ...

ps: ho visto gente curare i propri figli con anche bronchiti o polmoniti con farmaci omeopatici, roba da togliere la patria potestà ... passo&chiudo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per fortuna qualcosa di serio sta accadendo e forse, finalmente, l'omeopatia, con buona pace di doc54 e di tutti i suoi sostenitori, sarà messa al bando.

Riporto da repubblica di qualche settimana fa:

http://www.repubblica.it/2005/i/sezioni/scienza_e_tecnologia/omeopatia/farmaciomeo/farmaciomeo.html

"ROMA - Il Consiglio Superiore di Sanità boccia l'omeopatia. Nella relazione approvata ieri, con la sola opposizione del presidente dell'Ordine dei Medici Giuseppe Del Barone, il Consiglio chiede "norme più precise e rigorose sui requisiti che devono essere posseduti dai medicinali omeopatici" che "non devono essere comunque rimborsati dal Servizio sanitario nazionale". Ma non basta. Secondo gli esperti del ministero della Salute l'assenza "di qualsiasi valutazione di efficacia da parte dell'autorità sanitaria, deve essere oggetto di una campagna informativa al grande pubblico". La relazione, chiesta dal ministro della Salute Storace, assieme ad una valutazione sull'uso della pillola abortiva Ru486, potrebbe portare ad una applicazione molto restrittiva della direttiva europea che regola le terapie omeopatiche.

In attesa del parere del Consiglio Superiore di Sanità il Parlamento ha approvato un regime transitorio che prevede il mantenimento in commercio, fino al 31 dicembre del 2008 e senza l'obbligo di valutazione da parte delle autorità sanitarie, dei medicinali omeopatici già sul mercato dal 6 giugno del 1995.

Ma le brutte notizie per i 9 milioni d'italiani che hanno scelto le terapie omeopatiche non finiscono qui. Il Consiglio "raccomanda" al ministro della Salute di non prorogare il regime transitorio oltre il 2008. "A partire dall'1 gennaio del 2009 i prodotti omeopatici che non sono somministrati per bocca - si legge nella relazione - che non sono venduti in diluizione elevata e che non hanno alcuna indicazione terapeutica, dovranno essere sottoposti alla sperimentazione scientifica prima di essere autorizzati".

Share this post


Link to post
Share on other sites

Caro amico, non so se la Sua condizione di "novizio" del Forum La induca ad utilizzare questo spazio per trattare un tema francamente avulso dal contesto. Peraltro la portata dell'argomento meriterebbe una più attenta disamina che finirebbe per occupare spazio ed annoiare i nostri amici. In ogni caso non tema - o non si rallegri - gli interessi in gioco sono tali e tanti che non sarà certo una circolare ad annullarli. Forse Lei ignora che alcune fra le maggiori holding farmaceutiche hanno già acquisito quote di mercato della farmacopea omeopatica e non hanno nessuna intenzione di rinunciare ai loro profitti, anche perchè il trend commerciale della medicina non convenzionale è in continua espansione sia in Europa che nel resto del mondo capitalista. Come vede non ho affrontato il tema sotto il profilo scientifico - cosa che peraltro riservo agli esperti - forte anche dell'ormai acclarata sudditanza della scienza nei confronti dell'economia.

Mi duole per Lei, ma il tempo delle crociate è tramontato da tempo. Un cordiale saluto. ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

premessa: io e la chimica non andiamo d'accordo. (insomma, la mia è un opinione non tecnica, ASSOLUTAMENTE.)

Se questi cosi omeopatici sono tipo l'Oscillococcinum, e la Corylia, ho notato un cambiamento: mia mamma si sente più tranquilla contro influenze mie e di mio fratello...non di più.

Detto questo, direi che qui si discute di programmi per la gestione del tutto, evitiamo di mettere in dubbio il valore degli studi altrui :-)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this