Costruirsi un subwoofer amplificato


Recommended Posts

Ciao a tutti.

Devo sostituire il mio vecchio subwoofer amplificato, parte del mio impianto ht composto da altoparlanti separati (non comprati in kit per intenderci). Anzichè spendere come minimo 200-250 euro mi è venuta in mente questa cosa, sulla quale volevo il vs. commento di esperti.

Ho due bei sub (intesi come altoparlanti singoli, nudi) della Pioneer, come nuovi, da 25cm che usavo un tempo sul mio impianto in auto. Avevo l'idea di comprare solo una buona cassa di legno già costruita e fissarci uno o due sub citati. Fin qui credo tutto ok. Il mio sinto-ampli ht è un Teac che ha l'uscita pre-out per il sub, che quindi va amplificato in qualche modo. A tal proposito pensavo di usare, sempre preso dal mio impianto car, un bellissimo ampli Genesis che si può collegare a ponte in monoaurale (credo si dica cosi....) per pilotare un singolo sub. Ha anche il crossover passa-basso incorporato e regolabile. Pensavo di usare un normale trasformatore che abbassi la tensione dai 220 della rete domestica ai 12v dell'ampli collegando un filo al morsetto "batteria" e l'altro al morsetto "terra" dell'ampli. Mi rimane solo un dubbio. Come tutti gli ampli car, ha anche un morsetto per il segnale di accensione, che sull'impianto in auto va normalmente collegato all'accensione dell'autoradio. Nel mio caso, cosa dovrei collegarci? Magari nulla? Sapete indicarmi dove posso comprare una cassa predisposta per avvitarci il mio sub?

Chiedo scusa per la lungaggine e ringrazio in anticipo chi vorrà dare qualche dritta ad un pazzo come me...

ciao

Link to post
Share on other sites

...Pensavo di usare un normale trasformatore che abbassi la tensione dai 220 della rete domestica ai 12v dell'ampli collegando un filo al morsetto "batteria" e l'altro al morsetto "terra" dell'ampli...

Attento a non fare "casini" irrimediabili... :(

Non basta un "normale trasformatore" per abbassare "...la tensione dai 220 della rete domestica ai 12v dell'ampli ...": ci vuole un alimentatore, cioe' un apparecchio che, alimentato dalla tensione alternata a 220 Volt efficaci, fornisce in uscita una tensione continua a 12 Volt, con una potenza disponibile che sia adeguata al dispositivo da alimentare...

...ringrazio in anticipo chi vorrà dare qualche dritta ad un pazzo come me...

Beh... Proprio "pazzo", non direi... Ma... Credimi: l'elettronica non e' materia da poco... :)

Buona giornata. :)

Mario

Link to post
Share on other sites

Come alimentatore usa un normale alimentatore AT (quelli vecchi) da PC, dopo aver messo una resistenza da 3-5 Ohm (garantita per 10 Watt) sul filo dei 5 V dell'alimentatore. Non avrai problemi, se non il fatto che l'alimentatore avrà una ventola che gira e potrebbe sentirsi un poco.

Per l'accensione, informati che tensione serve sul filo apposito.

Per il resto è ok, puoi farti un sub in quella maniera, ma le dimensioni della cassa di legno è da tarare bene, influenza la risposta in frequenza. Chiedi a qualcuno che abbia un software apposta (non ricordo il nome, io ne vidi uno).

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now