Sign in to follow this  
Caustic86

Aiutatemi a scegliere una videocamera.. Sony, Canon o Samsung?

Recommended Posts

Premetto che dovremmo farci un cortometraggio, ma le nostre risorse finanziarie sono a dir poco limitate (massimo 300 euro, ma di meno sarebbe anche meglio)

su questa fascia ho trovato 3 modelli interessanti:

Canon FS 100

Samsung SMX-F30

Sony SX30

il cortometraggio dovremmo metterlo su youtube, ovviamente la qualità ci interessa ma fino a un certo punto (l'ideale sarebbe che si vedesse bene a tutto schermo premendo su HQ..)

sarebbe più comoda una che registri su schede SD, ma siamo pronti a qualsiasi compromesso (anche MiniDV, se necessario)

la canon fs100 mi interessava soprattutto per il faretto integrato e per la possibilità di attaccare un microfono esterno, ma ho dubbi sulla qualità delle lenti e dello stabilizzatore..

sono giorni che mi danno a cercare di sceglierne una, prima di tirare i dadi ho pensato di chiedere aiuto a voi, ringrazio anticipatamente chiunque ci dia una mano :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io ho comprato la samsung SMX-F30 da Trony e sto avendo grossi problemi:

1) la messa a fuoco e lenta e a volte la perde: a volte hai 1 - 2 secondi in cui l'immagine è come la vedrebbe uno cui mancano 6 diottrie (esperienza personale), poi il software riesce a fare una messa a punto adeguata.

E questo non spesso, ovviamente, ma ogni tot minuti e indipendentemente dalle condizioni di registrazione.

Altra cosa molto grave secondo me, che ho segnalato in un altro post, il fatto che il formato 16 : 9 è fasullo. Mi spiego: se registri in 16 : 9 e poi apri il file che hai registrato con un qualsiasi player (VCL, quicktime, etc ...) ti ritrovi un 4 : 3.

Io sto usando, file per file, quicktime PRo per "stirare" il 16 : 9 girato dalla telecamera.

Nulla di che, per carità, solo che è un po' fastidioso, tutto qui.

Tornassi indietro, non al comprerei.

Se vai in un negozio pr il verso, chiedi prima di poterla provare, magari girando un clip seduta stante, non so.

Spero di esserti stato utile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se vuoi che il corto si veda bene devi pensare alle luci e non alla videocamera.

Non è un discorso che possa svilupparsi in un post ma devi procurarti almeno tre luci o due luci ed un riflettore.

A dire una Keylight, una backlight di uguale potenza per staccare il soggetto/i soggetti dallo sfondo ed una fill che in genere ha una potenza pari alla metà della Keylight ed in certe occasioni può essere sostituita da un pannello riflettente.

Esponi in modo che la Keylight basti a portare la camera sopra la soglia del guadagno elettronico che introduce rumore e poi sistema le altre due luci: la fill in modo da schiarire l'ombra della Key* e la backlight dietro il soggetto puntata contro la testa fino alle spalle. Usa le Barn doors (non so come si chiamino in italiano) per circoscrivere il fascio di luce.

Le telecamere sono molto più sensibili della pellicola per il cinema quindi non devi spendere molto, potrebbero bastarti due Fresnel da 650W + 1 da 300. I Fresnel sono normalmente alogeni con 3400° Kelvin ad incandescenza anche se la lente può esser usata con ogni tipo di luce)

Se la luce è troppa, per il diaframma che vuoi usare, allontana i fresnel tenendo presente che ogni volta che la distanza dal soggetto raddoppia la quantità di luce si riduce ad un quarto. Atrimenti avvicinala. La regola vale anche al contrario:-)

Se vuoi usare luci diffuse come quelle a fluorescenza od a LED (oppure un bank diffusore come il Chimera davanti ad una sorgente ad incandescenza) ricorda di tenerle molto vicine al soggetto per non perdere l'effetto di diffusione della luce. E' quindi è possibile che ti serva un dimmer, un potenziometro che non varia la temperatura delle luci LED ne di quelle a fluorescenza ma che potrebbe facilmente alterare quella delle lampade ad incandescenza. Cosa che impone il ri-bilanciamento del bianco.

In esterni con i Fresnel devi usare un CTB acroico che li porti a 5.500 oppure meglio un proiettore HMI (la versione moderna della lampada ad arco di carbonio) che è nativamente daylight.

Se la giornata è limpida e c'è il sole in posizine di key, potrebbe bastarti una butterfly di qualche metro quadrato fra il sole ed il soggetto + un paio di diffusori in vece della fill e della back light (e magari anche di un kicker) sempre posteriore ma a lato del soggetto.

Se invece è nuvolosa, perciò con luce piatta, senza ombre, prova un net (un pannello nero) per assorbire luminosità da un lato del soggetto in modo da aumentare il contrasto della scena. Qualora non basti, facile, usa le luci.

Sottolineo: Ti serve ragionare su questo, non sulla telecamera.

Disabilita la messa a fuoco (ecchissenefrega se è lenta) ed usa il faretto sulla camera come eyelight: per dare luce agli occhi. Lasciatelo dire da forbidden eyes che di occhi se ne intende ...

Ciao.

* In caso il setup preveda un soggetto, per esempio una persona da intervistare, puoi usare il trucco dell'ombra sotto il naso. Le luci infatti vanno posizionate più alte del soggetto/i in primo piano, di solito fra i 45 ed i 75° sopra, perciò le ombre devono cadere sotto il naso. Vedi che non sorpassino il labbro superiore e che orizzontalmente si collochino prima degli angoli della bocca.

Con la telecamera non ti serve un esposimetro a luce incidente. Stringi su una card grigia al 18% ed usa l'istogramma (meglio il waveform) per stabilire la corretta esposizione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this