Perchè comprerò un Mac


Recommended Posts

Salve a tutti - specialmente a chi mi ricorda come l'utente dei "post provocatori" -. Dopo tanto tempo qui su MacityNet, dopo molte discussioni (spesso accese) sull'eterna lotta Mac/Windows, sono pronto ad elencare i MIEI motivi per cui ho deciso di acquistare un MacBook. Lo faccio perchè possano servire a qualcuno che ha ancora le idee confuse sul mondo Apple riguardo l'acquisto di una nuova macchina.

Premetto che qualche cultore dell' "ortodossia" Mac troverà scandalose ed originali le motivazioni nelle seguenti righe, ma sottolineo di nuovo che esse riguardano miei pensieri e nulla più.

I MOTIVI PER CUI NON ACQUISTEREI UN MAC:

Si tratta del solito elenco che un classico utente Mac copia ed incolla ad ogni discussione sul "Perchè acquistare un Mac?": buon invecchiamento, hardware progettato dalla stessa casa produttrice del sistema operativo, nessuna necessità di antivirus o firewall.

Non considero questi motivi essenzialmente validi per un acquisto Apple: in 14 anni passati con Windows mi sono sempre più convinto che - ebbene sì, anche per il sistema Microsoft - la differenza tra una buona macchina ed una cattiva macchina la faccia l'utente. Con questo non voglio dire di non aver mai visto il mio pc bloccarsi, o riavviarsi per un conflitto driver, o altro; semplicemente, in tutti questi anni la mia buona esperienza ed il mio uso accorto e responsabile del pc hanno permesso di non trasformare il mio rapporto con Windows in odio profondo (come spesso accade a chi decide di "switchare").

I MOTIVI PER CUI ACQUISTERÃ’ UN MAC

- Il design: sono tutti d'accordo, utenti pc compresi, che il design delle macchine Apple sia affascinante e ben curato in ogni minimo dettaglio.

- Il connettore MagSafe: non conosco la vostra esperienza d'uso con i computer portatili, ma a me è successo svariate volte di inciampare nel filo della batteria (con l'inevitabile risultato di piegare o rovinare il connettore). Da quanto ho appreso, MagSafe riduce intelligentemente questo rischio (sempre che non decida, la notte, di autocombustionarsi) (prima che qualcuno inveisca, sto scherzando).

- Lo schermo LED: non sono molti, attualmente, i notebook che integrano uno schermo a LED (minor consumo energetico, maggiore resa dei colori, minor impatto ambientale).

- L'indicatore di batteria: mai vista una funzione così utile. Poter vedere a distanza la carica del proprio portatile, magari acceso con lo schermo chiuso, mi sembra una grande comodità.

- L'assenza di prese d'aria "sconvenienti": tutti i pc portatili che ho avuto modo di osservare presentavano le scomode ed antiestetiche prese d'aria sul fondo od ai lati. Il risultato, per queste macchine, è l'impossibilità di utilizzarle su un supporto che non sia perfettamente rigido senza rischiare il surriscaldamento. Spero che con questa inusuale caratteristica (prese d'aria dietro lo schermo) il MacBook guadagni in portabilità.

- Il drive interno: un "drive" davvero intelligente (che promette di esserlo ancora di più con Snow Leopard), che rende superfluo l'utilizzo del classico sportellino.

- La macchina pronta, appena fuori dallo scatolo: chi ha avuto modo di accendere per la prima volta un portatile negli ultimi anni (non prima, quando tutto era più serio) si sarà reso conto che tra configurazioni, aggiornamenti, creazioni DVD di ripristino, backup, installazione antivirus prefornito, configurazione antivirus prefornito, installazione demo suite Office, disinstallazione di antivirus e suite, guida introduttiva al sistema, ....... passano vere e proprie ore dal momento dell' "unboxing" all'utilizzo vero e proprio.

- Solo ciò che serve: questo è uno dei punti principali. Perchè, decidendo di acquistare un portatile (anche di fascia elevata) devo obbligatoriamente ritrovarmi installato Nero o McAfee? Per perdere poi tempo prezioso nel (tentare) di disinstallarlo? Perchè, per utilizzare la webcam, devo necessariamente ritrovarmi da due a cinque programmi di terze parti? Perchè, pur non avendo installato nulla, la barra della Applicazioni di Windows occupa già metà dello schermo? Ed, inoltre, perchè devo ritrovarmi un centinaio di bollini al lato della tastiera (da "Intel Inside" a "Designer for Windows Vista", passando per "McAfee" e "I fantastici contenuti multimediali del tuo pc").

- Trackpad con tecnologia multitouch: la possibilità di operare con più dita per gestire le varie applicazioni (mi riferisco soprattutto ad Exposè) è geniale.

- Trackpad in vetro cliccabile: finalmente, un trackpad che si utilizza con comodità. Niente vetuste e scomode "palline rosse" dei Lenovo, niente trackpad piccoli e scivolosi di Toshiba od Hp.

- Batteria affidabile: sino ad ora, gli unici portatili che ho osservato, capaci di resistere (in termini energetici) ad un utilizzo moderato per più di 4 ore sono stati dei penosi netbooks. Non parliamo del consumo energetico di portatili superiori, per i quali l'autonomia di 90 minuti è giù un gran traguardo.

- Lo store online: quali altre aziende dispongono di un servizio di vendita online così minimale ed efficiente al tempo stesso? Tre click, una veloce configurazione personale ed il MacBook è subito pronto per la spedizione (gratuita). Ho tentato invano di trovare un adeguato concorrente nei negozi online dei Vaio di Sony o dei computer portatili Dell.

- L'interesse per il settore "educational": ovviamente Apple ci guadagna moltissimo, ma è comunque l'unica azienda che permette di gratificare il mio studio, il mio lavoro di ricerca od insegnamento offrendomi uno sconto sui suoi prodotti. Come non approfittarne?

- Mac Os X: conosco poco questo sistema, ma solo il fatto di essere venduto a 129$ con le stesse - e numerose altre - caratteristiche di Vista Ultimate (399$) me lo fa apprezzare.

In definitiva, questi sono i punti che mi hanno spinto, nel tempo, ad orientarmi verso questa scelta. Cosa ne pensate? Cosa aggiungereste/eliminereste (o, eventualmente, critichereste) ?

Link to comment
Share on other sites

Avrei da ridire sul trackpad (il multitouch è utile i primi 2 giorni poi la tastiera e angoli attivi hanno la meglio), drive interno (non è nulla di innovativo), store online (Dell ha un ottimo store online), l'indicatore della batteria è diventato più inutile in quanto deve esser inserita nel mac ah ed infine trackpad in vetro cliccabile non è tutto sto figo che credi!

Ah e comunque secondo me ti fai troppi pensieri...Si vede che non hai provato Osx...il problema non è perchè cambiare..Ma quale prendere!

Link to comment
Share on other sites

Avrei da ridire sul trackpad (il multitouch è utile i primi 2 giorni poi la tastiera e angoli attivi hanno la meglio), drive interno (non è nulla di innovativo), store online (Dell ha un ottimo store online), l'indicatore della batteria è diventato più inutile in quanto deve esser inserita nel mac ah ed infine trackpad in vetro cliccabile non è tutto sto figo che credi!

Ah e comunque secondo me ti fai troppi pensieri...Si vede che non hai provato Osx...il problema non è perchè cambiare..Ma quale prendere!

Pietro, tra due mesi ti farò sapere.

Per quanto riguarda il messaggio di Elciopa, non mi trovi d'accordo su molte cose. Innanzitutto parliamo di drive interno: non ho mai visto un portatile con un drive così. Eppure tra le mani me ne sono passati moltissimi. Per quanto riguarda la batteria, non conto certo di utilizzare un MacBook perennemente collegato alla presa elettrica (acquisterei un iMac, se non avessi bisogno di portabilità). Inoltre non capisco l'ltima frase: <<il problema non è perchè cambiare..Ma quale prendere!">>. Cosa vuol dire?

Link to comment
Share on other sites

Intendevo dire che non devi farti i problemi del perchè devi passare ad Osx, ma devi solo capire quale macbook (pro o non) ti si addice. Ma poi per drive interno intendi il masterizzatore DVD? Un mio amico ha un acer di 2 anni ed è presente anche sul suo portatile. Ormai è così per molti portatili. Poi se volessimo star li a vedere alle volte il masterizzatore senza cassetto non è sempre il massimo. Non ci sono pulsanti meccanici per espellere il disco...è tutto gestito dal sw nel mac quindi un pò più fastidioso

Link to comment
Share on other sites

I MOTIVI PER CUI NON ACQUISTEREI UN MAC:

Si tratta del solito elenco che un classico utente Mac copia ed incolla ad ogni discussione sul "Perchè acquistare un Mac?": buon invecchiamento, hardware progettato dalla stessa casa produttrice del sistema operativo, nessuna necessità di antivirus o firewall.

Non considero questi motivi essenzialmente validi per un acquisto Apple: in 14 anni passati con Windows mi sono sempre più convinto che - ebbene sì, anche per il sistema Microsoft - la differenza tra una buona macchina ed una cattiva macchina la faccia l'utente. Con questo non voglio dire di non aver mai visto il mio pc bloccarsi, o riavviarsi per un conflitto driver, o altro; semplicemente, in tutti questi anni la mia buona esperienza ed il mio uso accorto e responsabile del pc hanno permesso di non trasformare il mio rapporto con Windows in odio profondo (come spesso accade a chi decide di "switchare").

sono d'accordo che molto dipende dall'uso che ne fa l'utente; io anche ho passato circa 14 anni tra sistemi Win e sono sempre riuscito a gestirli decentemente (alcuni miei amici formattano sistematicamente ogni due tre mesi...) tuttavia la cosa mi è costata parecchia fatica e tantissimo tempo perso tra: deframmentazione disco, pulizia registro, pulizia disco, eliminazione manuale dei residui di installazioni e affini, aggiornamenti antivirus, anti trojan, anti spyware, settaggi firewall, controllo ed eventuali interventi sui file di avvio indesiderati, interventi manuali su trojan o altri worm che hanno superato gli antivirus e molto altro ancora che gli utenti "accorti" di windows conoscono bene.

Link to comment
Share on other sites

sono d'accordo che molto dipende dall'uso che ne fa l'utente; io anche ho passato circa 14 anni tra sistemi Win e sono sempre riuscito a gestirli decentemente (alcuni miei amici formattano sistematicamente ogni due tre mesi...) tuttavia la cosa mi è costata parecchia fatica e tantissimo tempo perso tra: deframmentazione disco, pulizia registro, pulizia disco, eliminazione manuale dei residui di installazioni e affini, aggiornamenti antivirus, anti trojan, anti spyware, settaggi firewall, controllo ed eventuali interventi sui file di avvio indesiderati, interventi manuali su trojan o altri worm che hanno superato gli antivirus e molto altro ancora che gli utenti "accorti" di windows conoscono bene.

Per non parlare delle simpatiche ".dll", del NET Framework e dei conflitti di "memoria in accesso 00005757x01"

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share