Modi di vivere: iPhoto, RAW e archiviazione


Recommended Posts

Mi scuso fin d'ora se il titolo del post può essere fuorviante ma non trovo altre parole per descrivere la mia richiesta.

Sono un fotografo poco più che amatoriale e ho un MacBook Pro; vorrei sapere da voi come vi comportate in termini di scaricamento, elaborazione e archiviazione delle vostre immagini.

In pratica, io sono sempre stato abituato, nel mondo PC a scaricare le foto dalla macchina (Impostata come 1 JPG + 1 RAW), a modificare con Photoshop quelle interessanti ed a archiviare su DVD quelle piu vecchie.

Ora invece, vorrei approfittare delle infinite potenzialità di iPhoto per aggiungere tag alle foto e renderle facilmente consultabili e presentabili. Ma ho visto che se le aggiungo alla libreria lui crea una copia JPG di tutti i RAW nella cartella immagini, che a questo punto è del tutto inutile.

Voi come fate? Scattando in RAW, le foto (JPG+RAW) occupano minimo 15MB ed è impensabile mantenerle sempre tutte sull'HD. Dovrei tenere i RAW (piu pesanti) da una parte nascosti a iPhoto e metterci solo i relativi JPG? (mi sa che è l'unica)

La mia mente va ancora "a cartellette" e fatico un pò ad abbandonarmi all'idea che iPhoto gestisca in un suo modo proprietario tutte le foto. Se un giorno volessi tornare al metodo vecchio, potrei, o sarei legato a iPhoto per sempre?

Grazie a chi vorrà condividere con me il suo modo quotidiano di unire foto e mac.

Sarebbe bello avere proprio uno schema di come agite, dal momento che inserite la foto nel MAC a quando decidete di backupparla.

Link to post
Share on other sites

Come premessa iniziale, direi che il costo a Gb tra supporto DVD e HD è circa uguale,

quindi il primo backup preferisco farlo su HD (per tempo e praticità).

Non ho più avviato iPhoto da almeno 6 anni, per cui non so dirti se le versioni recenti siano migliori, di fatto il problema che tu esponi (+ altri) mi è bastato per farmelo "archiviare" come ingestibile.

Archivio circa 30-40 mila scatti/anno, il 90% in RAW, utilizzando Adobe Photoshop Lightroom (giunto alla versione 2.4) che utilizzo anche per molte altre cose tra cui correzioni ed esportazioni in formati (es. jpg).

Per interventi di ritocco o correzioni più impegnative (riduzione rumore, aberrazioni cromatiche, sferiche etc.) ricorro all'editing in Photoshop o altri software specifici (p.e. DXO, PTgui...), salvando eventualmente il file copia modificato e salvato fisicamente dove decido io,

e gestito da Lightroom nella/e librerie create da me.

Esistono altri software adatti allo scopo.

Apple Aperture è il diretto concorrente di Lightroom, ma ne esistono anche altri, credo anche freeware, che possono comunque rispondere alle tue necessità senza ricorrere ai citati.

ciao

Link to post
Share on other sites

Scatto prevalentemente in Raw, scarico direttamente su Lightroom che si occupa dell'archiviazione in modo decisamente migliore di iPhoto, che anche io non uso più, nonostante scatti molto meno di Hamon (meno di 10000 foto all'anno fra D300 e G10).

Da Lightroom opero le conversioni e l'ottimizzazione dei Nef con Nikon Capture NX, che reputo imbattibile nella lavorazione dei Raw Nikon, soprattutto nel recupero della nitidezza.

Per il ritocco "semplice" dei jpg uso i comandi molto intuitivi di Lightroom, lasciando invariato il workflow di default.

Per le lavorazioni più "impegnative" dall'interno di Lightroom uso Photoshop.

Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...

Tramite Nikon Transfer scarico i NEF dalla Memoria SD al MacBook Pro e, attraverso Time Machine, creo un'ulteriore copia di Backup su HD esterno della Cartella. A questo punto posso anche cancellare con sicurezza, se necessario per fare spazio nella Memoria SD, le Foto precedentemente scattate.

Generalmente eseguo una prima scrematura degli scatti direttamente dalla Fotocamera, in questo modo elimino subito gli scatti non buoni da cestinare. Da un lato ciò ha anche una duplice funzione motivante in quanto quello che andrò a trasferire successivamente saranno solamente gli scatti migliori. La vera selezione degli scatti la eseguo solo dopo averli trasferiti sul MacBook Pro mediante ViewNX.

Per lo "sviluppo" dei NEF mi affido a Capture NX con il quale opero anche la conversione.

I JPG migliori li Archivio in iPhoto con il quale riesco a gestire con facilità la mia modesta Libreria di Foto.

Link to post
Share on other sites

...

Generalmente eseguo una prima scrematura degli scatti direttamente dalla Fotocamera, in questo modo elimino subito gli scatti non buoni da cestinare.

a parte gli scatti "pessimi", io penso sia buona norma tenere anche gli scatti di cui non si è pienamente convinti.

una successiva visione a schermo potrebbe sempre farti cambiare idea...o confermare l'eliminazione.

Sto provando la trial di Capture NX2.

Devo dire che mi sta piacendo sempre di più, ha un ottima dotazione di strumenti di ritocco, anche se devo ancora approfondirlo per bene.

Di Aperture, preferisco di gran lunga il workflow e l'interfaccia.

Ho ancora qualche giorno di tempo per decidere chi dei due sarà il vincitore...

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

a parte gli scatti "pessimi", io penso sia buona norma tenere anche gli scatti di cui non si è pienamente convinti.

una successiva visione a schermo potrebbe sempre farti cambiare idea...o confermare l'eliminazione.

Gli scatti che cancello direttamente dalla fotocamera sono quelli palesemente pessimi ovviamente, la vera selezione degli scatti la faccio con ViewNX sul MacBook Pro come sopra indicato.

Sto provando la trial di Capture NX2.

Devo dire che mi sta piacendo sempre di più, ha un ottima dotazione di strumenti di ritocco, anche se devo ancora approfondirlo per bene.

Capture NX è favoloso in particolare la funzione Nitidezza che da sola vale l'acquisto del programma (IMHO), la funzione inizialmente è difficile da individuare in quanto "nascosta" nel menù Avanzate. Anche io ero indeciso tra Aperture e Capture NX, ma dopo aver visto di cosa è capace quest'ultimo preferisco Capture NX. Se hai una Nikon direi che l'acquisto è d'obbligo quantomeno per l'integrazione con le funzioni del software della Fotocamera.

Di Aperture, preferisco di gran lunga il workflow e l'interfaccia.

Trovo semplice anche l'interfaccia di Capture NX ho tutto a portata di mano, e non ho bisogno di aprire ulteriori finestre per accedere agli Strumenti. Inoltre grazie all'uso di Batch è possibile applicare le stesse modifiche a gruppi di foto, ovviamente scatti eseguiti nelle stesse condizioni, velocizzando non poco il lavoro di "sviluppo" dei NEF.

Ti lascio qualche link che ti aiuterà a prendere confidenza con le funzioni di Capture NX:

Le guide Nital - Capture NX

Nikon eXperience: Software

NikonClub.TV

NX 101

Spero di esserti stato d'aiuto :)

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now