Sign in to follow this  
SPT

Sono disperato: ho perso tutto!

Recommended Posts

memore delle esperienze fatte con Leopard, questa volta ho deciso di aggiornare solo fra qualche mese, quando tutte le magagne saranno a posto..

Faccio una domanda, magari un pochino OT.

Ma se acquisto un nuovo MBP (ci sto pensando, ma non ho ancora deciso) che probabilmente sarà già dotato di SL, eventualmente posso installarci sopra Leo, previa (ed indispensabile) formattazione dell'HD?

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma sempre per esperienza fin'ora nessun os è stato gettato al pubblico con la fretta con cui hanno gettato snow leopard, senza test approfonditi e senza attendere i giudizi degli sviluppatori.

per me è un sistema ottimo ma solo sulla carta e per l'eredità da leopard, in realtà è un sistema bacato che sarà pronto, forse, solo al terzo aggiornamento, più o meno come windows ormai...

O stai scherzando oppure hai poca memoria e non ti ricordi di cosa successe al lancio di Leopard, con decine di post di lamentela per programmi che non funzionavano più, rallentamenti esasperanti e bachi vari. E poi come non rivangare l'uscita della prima versione di MacOS X, lenta da fare paura, o anche delle successive due - 10.1 e 10.2 - che avevano diversi problemi di compatibilità, velocità, stabilità. A parte (forse) il 10.3 e il 10.4, tutte le altre release di MacOS X hanno inizialmente presentato qualche malfunzionamento poi tempestivamente risolto con i primi aggiornamenti minori. E' normale, i beta tester sono un numero limitato e molti problemi non vengono rilevati prima che il S.O. venga rilasciato al grande pubblico. La bravura di un'azienda informatica non si vede dall'assenza di bachi nelle nuove versioni dei suoi software ma dalla velocità con la quale li risolve... ed è proprio in questo che Apple batte Microsoft 10 a 0.

Share this post


Link to post
Share on other sites

mi ricordo precisamente cosa successe al lancio di leopard ma non è possibile fare simili paragoni, non si può perdere di vista il "contorno"!

analizziamo la cosa partendo dal principio. i primi Mac OS X erano una novità assoluta, un cambio drastico in tutta la struttura di Mac OS (un pò come se windows fosse riscritto rispettando le direttive Unix... :cool:) quindi è anche lecito un periodo più o meno ampio di perfezionamento. 10.3 e 10.4 erano già versioni "stabilizzate" e mature di un sistema molto più avanzato di quello che offriva il mercato senza eccessivi rimaneggiamenti sulle fondamenta. dopo arriva 10.5 con diversi problemi nelle incompatibilità delle applicazioni, quindi fattori esterni ad apple che di certo non dovrebbero pesare sulla scelta nel passaggio, in tempi più o meno brevi, al nuovo OS visto che prima o poi, volenti o nolenti tutte le "terze parti" devono aggiornare i propri software alla nuova versione. 10.5 segnò il passaggio all'architettura Intel portando quindi con se diversi cambiamenti alquanto drastici per cui sono stati necessari circa un paio di mesi ma solo per poter adattare i nuovi driver delle nuove macchine nei primi due software updates. dopodichè ci sono stati solo piccole imperfezioni di forma definibili accettabili per la complessità di un OS.

arriviamo quindi ad oggi con Mac OS X 10.6. questa versione non ha nulla a che vedere con le major release passate. è un aggiornamento avvenuto in modalità prima sconosciute a qualsiasi mac-user. è risultato essere semplicemente un corposo e sostanziale AGGIORNAMENTO di leopard eliminando tutte le imperfezioni di cui era stato accusato e allo stesso tempo cominciare a sfruttare meglio le potenzialità delle nuove architetture a 64bit introducendo alcune innovazioni tecnologiche. la parola aggiornamento significa che tutto quello che sta sotto l'OS esiste già, deve solo essere adeguato ai tempi, nessun passaggio drastico o novità rilevante come da 10.4 a 10.5 o da 9 a 10. io non sono espertissimo di programmazione a basso livello ma riscrivere software a 64bit non credo comporti una reingegnerizzazione del software stesso, quindi è in un certo senso già tutto predisposto, deve solo esserene riscritta una parte di codice, non ci sono rischi di malfunzionamenti, non ci sono grosse difficoltà in questo. a fronte di queste considerazioni quello che ci si doveva aspettare, al di là delle inevitabili incompatibilità con i software di terze parti (che comunque non ho mai preso in considerazione nella valutazione del nuovo OS) era un sistema almeno ai livelli di leopard da subito essendo esso stesso un aggiornamento di leopard e non una major release vera e propria, ed è questo che mi fa inca**are come una faina. io ero il primo ad aspettarmi grandi cose da questo OS ma le mie aspettative si sono scontrate con un muro di assurdità che potevano benissimo essere evitate se avessero fatto anche un'altra sola settimana di test. è come se apple si fosse preparata il terreno ad una nuova fonte di guadagno assicurato a scapito dei suoi clienti promettendo la luna e fornendone poi solo uno spicchio... questo è palese visti i record di vendita dovuti a utenti che acquistano solo per essere i primi a provare la novità di mammina apple, non importa se poi fa schifo rispetto a quello che offriva fino ad oggi.

per quanto se ne possa dire a microsoft, finchè l'ho usato io (ovvero fino all'avvento di vista), non hanno mai rilasciato nuove versioni con simili problemi che comportano addirittura perdite di dati di un intero account, sono leggerezze che un'azienda simile non si può permettere in nessun caso! con vista hanno fatto un flop madornale ma alla fine è pur sempre windows, vista è solo l'espressione della sua natura, seven non sarà altro che un vista meglio confezionato, il succo resta lo stesso, ciò che non ha funzionato in vista è stato per grandi linee il modo in cui si presentava all'utente, seven è solo un win vista più educato, meno invadente e di aspetto più gradevole, i problemi che potrà avere sono al più tutti i soliti problemi di windows a cui i suoi utenti sono abituati da decenni, non ne introdurrà di nuovi.

questo comportamento superficiale di apple, unito alle nuove politiche di assistenza, mi preoccupa non poco e credo che dovrebbe preoccupare chiunque tiene a questa azienda e che non si limita ad accettare come legge assoluta qualsiasi cosa essa proponga. se la nuova filosofia di apple è quella che vediamo oggi direi proprio che si sta adeguando ai tempi nel peggior modo possibile...

Share this post


Link to post
Share on other sites

chitebbeiv, sfortunatamente tu ti fermi alla superficie e quindi non vedi cosa c'è sotto. Credimi, c'è decisamente più differenza nel passaggio da Leopard a Snow Leopard di quella che c'è stata nel passaggio da Tiger a Leopard. Solo che tutte queste differenze non sono cosmetiche, di interfaccia, ma riposano quasi tutte "sotto il cofano" (i 64 bit e la compatibilità unicamente con processori Intel sono soltanto la punta di diamante di questi cambiamenti). Non si tratta di "accettare come legge assoluta qualsiasi cosa Apple proponga" ma di vedere le cose come stanno realmente, piuttosto che attenersi alle solite scontate lamentele della serie "un tempo andava tutto meglio perché si badava alla qualità, oggi conta solo il profitto". E la filosofia Apple è la stessa da sempre, non esiste nessuna "nuova filosofia Apple" ne nessuna "vecchia filosofia Apple".

Share this post


Link to post
Share on other sites

non mi sembra di essermi mai soffermato su nulla che avesse a che fare con la parte estetica di leo o snow, ma se vogliamo parlare di questo allora andrebbe un pizzico a favore della tua tesi visti i cambiamenti apportati nel dock e nelle finestre, però non ho osato valutare le innovazioni di snow da questo punto di vista proprio perchè futile e di secondo piano...

da utente medio come la maggior parte qui (e forse incluso anche tu), oltre al passaggio ai 64bit e novità che interessano solo gli sviluppatori non è che abbia notato chissà quale differenze da leopard, sarei felice se qualcuno me le facesse notare in modo da poter guardare snow in un ottica diversa...

fino ad allora io resto della mia idea, apple sta cambiando come è ovvio che sia in una tale evoluzione di mercato nonchè di target.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quando ho scoperto questa grossa magagna (da 2--) sono andato a controllare in Preferenze di sistema ed ho trovato l'Account ospite. C'era solo la spunta a "Consenti agli ospiti di connettersi alle cartelle condivise". Non avevo spuntato "Consenti agli ospiti di eseguire il login su questo computer". E mi pare logico e ovvio.

Ho tolto anche la possibilità di condividere. Adesso è disabilitato.

Ho sempre creato un account ad hoc (gestito), con password e con tutte le limitazioni opportune per non fare danni. Lì gli ospiti possono fare e disfare con ciò che ho permesso. Punto.

Poi che SL confonda l'account ospite con quello principale è un madornale errore viste le conseguenze (è scritto in Preferenze di sistema > Account e pure in grassetto): Quando un utente ospite esegue il logout, tutte le informazioni e i documenti contenuti nella cartella Inizio dell'account ospite saranno eliminati.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this