Sign in to follow this  
pipe77

Partizionare MacBook

Recommended Posts

Ciao ragazzi,

sono un nuovo anzi nuovissimo utente MAC, ieri sera ho acquistato il mio primo Macbook grazie all'offerta di MediaWorld a 799 €. Come ogni curioso possessore di un Mac ieri ho fatto il primo giro sul mio MacBook ma non mi sono mosso + di tanto perchè ho la possibilità di sostituite l'HD attuale da 160 GB con uno SATA da 320 GB. La domanda che ho da porvi, pur avendo già letto molti post al riguardo (ma che non mi hanno chiarito del tutto le idee) è la seguente:

Come devo fare?

La mia idea sarebbe partizionare il disco in 3 parti, 50 Gb HFS+ (o 60 Gb) per Mac OS X , 50 Gb NTFS (o 60 Gb) per Win e 220 Gb NTFS (o 200 Gb) come partizione dati. Sono consapevole che Mac OS X non scrive su NTSF ma so che ci sono dei SW che gli permettono di farlo tipo NTFS -3g.

Per fare ciò io pensavo di procedere nel seguente modo:

1 - Sostituire l'HD

2 - Lanciare l'istallazione di Snow Leopard

3 - Durante l'istallazione quando richiesto, Partizionare il disco in 100 Gb (o 120 Gb) come HFS+ e la restante parte come NTSF

4 - completare l'installazione di Mac OS X

5 - Lanciare BootCamp e partizionare al 50% la partizione con Mac OS X, visto che non dovrebbe essere possibile partizionare l'altra.

Che ne dite? Ci sono controindicazioni? Avete metodi + semplici?

Grazie anticipatamente per i consigli

Share this post


Link to post
Share on other sites

Prendi il mac e sostituisci l'HD

Installa Snow Leopard

Crea la partizione con bootcamp e installa Winzozz

Installa driver e macdrive

Non è necessario separare e creare una partizione dati, basta che salvi tutti i tuoi dati sotto la tua home (l'icona della casetta) e le eventuali sottodirectory

Share this post


Link to post
Share on other sites

Concordo con torakiki.

Soprattutto NON ha senso con Mac OS utilizzare partizioni Windows (NTFS) sebbene esistano software per permettere lettura/scrittura, se non esclusivamente per BootCamp.

Installa l'HD e usa i dischi forniti con il computer per ripristinare il tutto.

Infatti, Snow Leopard è l'OS, mentre con il computer sono forniti in bundle anche altri software come iLife e altri di terze parti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusate quindi per voi non ha senzo salvare l'integrità dei dati? Se per qualche motivo devo re-installare uno dei due SO dovrò farmi il backup dei dati? E non avendo una partizione comune, dovrò tenere necessariamente la doppia copia dei dati?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusate quindi per voi non ha senzo salvare l'integrità dei dati? Se per qualche motivo devo re-installare uno dei due SO dovrò farmi il backup dei dati? E non avendo una partizione comune, dovrò tenere necessariamente la doppia copia dei dati?

Secondo me ti stai facendo troppi problemi.

Certamente, l'integrità dei dati è da salvaguardare... ma non lo fai partizionando il disco e tenendo lì (unicamente) i tuoi dati.

Lo fai facendo costanti backup.

D'altronde, una partizione è una parte di un disco... se ti si "fotte" il disco hai perso tutto... o quasi.

Con Snow Leopard la partizione Bootcamp ha accesso al volume di mac OS X (sostituisce di fatto il software MacDrive)

Quindi puoi tenere i dati in questo volume.

Che, tra l'altro, è quello che -statisticamente- necessiterà meno di una reinstallazione...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono riuscito nel mio intento!!!

Ho finalmente creato le tre partizioni che desidaravo, posto la mia esperienza perchè ritengo che potrebbe interessare a qualcun'altro. Di seguito i passi che ho fatto:

1. Installazione di Mac OS X

2. Esecuzione aggiornamenti del SO

3. Tramite l’assistente BootCamp procedere all’installazione di Windows

• Avviare BootCamp

• Assegnare la dimensione desiderata alla partizione

• Seguire quanto indicato a monitor

4. Finita l’installazione di Windows lanciare Mac OS X

5. Accedere all’applicazione Utility Disco

6. Posizionarsi sul disco e cliccare sul tab Partiziona

7. Selezionare la partizione di Mac OS e assegnare la nuova dimenzione

8. Sempre con la partizione selezionata premere il bottone + in basso a sinistra per creare una nuova partizione.

9. Scegliere il file system MS-DOS (non è possibile scegliere NTFS.)

10. Salvare il tutto e uscire da Snow Leopard

11. Provare a lanciare Windows

12. In caso di esito negativo rilanciare Mac OS X

13. Aprire utility disco ed eliminare la partizione dati.

14. Rilanciare win e cercare il file Boot.ini

15. Modificare il file sostituendo partition(3) con partition(4) e salvare

16. Tornare su ma cos x e ricreare la partizione dati

Resto cmq con alcuni dubbi, uno tra tutti:

da windows xp ho eseguito la formattazione della partizione dati, il cambio di file system da FAT32 a NTFS e la modifica dell'etichetta da Dati a Data, come mai Mac OS X non rileva queste modifiche?

Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusa pipe77, ma posso dirti che hai fatto un triplo lavoro inutile, senza offesa.

Posso appoggiare le motivazioni che ti hanno spinto, ma si vede proprio che sei un utente Apple fresco fresco...

Capisco anche che vuoi mantenere l'operatività del tuo ambiante di partenza per far girare tutte le applicazioni che già possiedi, e sei ossessionato dalla perdita di dati, anzi dalla rogna di dover ogni volta reinstallare il SO e poi ripristinare i dati ex-novo... (da tipico utente alienato da windows!)

Ma su di un Apple con Mac OS X sopra, tutte le tue preoccupazioni sul reinstallare sono inutili e superflue, inoltre tenere i propri dati, a monito di backuo, sullo stesso disco di uso quotidiano è universalmente accettato come una colossale stupidagine, come ti faceva notare giustamente Macteo.

Inoltre la gestione del disco, in presenza di multi partizioni non HFS+, ne risente, in quanto il sistema non è in grado di sfruttare a pieno lo spazio del disco per ottimizzare il posizionamento dei file e la loro auto-deframmentazione.

Tenendo ben presente che il Mac OS X non va a frugare nelle partizioni FAT o NTFS, al massimo legge (entrambe) e scrive (solo FAT), ma non le "gestisce ed organizza" per una migliore stabilità e sicurezza dei dati in esse contenuti. (Insomma vanifica il sistema di journaling esteso!)

So che forse ti sto per dire una bestemmia, ma cambiare SO vuol dire anche e soprattutto applicarsi per capire la filosofia che lo ha generato, ovvero il modo d'impiego, le regole che lo governano e soprattutto i paradigmi su cui si basa.

Non pretendere che il tuo Apple si comporti come un PC con Windows, non applicarci le stesse convinzioni che ti porti dietro come retaggio da un SO tutto pezze e rattoppi, piuttosto cerca di capire cosa gira dietro al tuo nuovo OS e sfruttalo per ottenere il meglio, per te stesso.

Quindi dimentica le paraboliche partizioni salva dati, dimentica le insicurezze sulla stabilità del sistema e sulla perdita di dati, ma anzi usa sapientemente Time Machine con un disco esterno, imposta dei backup su DVD periodici, e poi soprattutto sappi che se dovrai reinstallare Mac OS X potrai farlo senza riformattare il disco e senza perdere un solo dato che sia nella cartella Users (Utenti in italiano), luogo deputato a conservare i tuoi preziosi dati.

:)

Per il resto la risposta alla tua domanda è: se hai usato Disk Utility (Utilità Disco in italiano) l'etichetta in fase di mount del disco non viene letta dal disco/partizione NTFS, ma dalla tabella di partizione salvata dal MacOS in fase di partizionamento.

Ti ricordo che l'NTFS è sotto licenza Microsoft, di cui la Apple ha acquistato solo il pacchetto lettura, anche se in una beta abbiamo visto un lettura e scrittura completi, nella gold edition del 10.5 (e poi 10.6) è stato rimesso il solo lettura, si dice per motivi di sicurezza.

Quindi se vuoi che anche sul Finder la partizione venga vista ed aggiornata in sincrono con quanto accade sotto windows/boot camp, devi installare dei driver NTSF di terze parti che "migliorano e ampliano" la gestione dell'NTFS sotto MacOS X.

Vuoi un consiglio, riformatta tutto con solo due partizioni, installa boot camp/windows in una e mantieni i tuoi dati sensibili su quella HFS+ (impostandola: Journaled no case sensitive!), ti risparmi fatica, grane, e soprattutto avrai anche i dati condivisi con windows protetti da Time Machine. ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

sono affascinto da queste risposte e mi rendo conto di quanto sono ignoarante vorrei fare la partizione ma mi serve una guida passo passo non riesco a seguirvi... io metto windows solo per tre programmi che voglio (soundforge acid e forse maschine) per il resto ho accettato mac in pieno come avete giustamente detto e mi trovo benissimo purtroppo i programmi citati non ci sono per mac e i corrispettivi sono troppo doversi o non adeguati a quello che devo dare io quindi devo fare la partizione mi indicate un link dove è spiegata passo passo?

Share this post


Link to post
Share on other sites

sono affascinto da queste risposte e mi rendo conto di quanto sono ignoarante vorrei fare la partizione ma mi serve una guida passo passo non riesco a seguirvi... io metto windows solo per tre programmi che voglio (soundforge acid e forse maschine) per il resto ho accettato mac in pieno come avete giustamente detto e mi trovo benissimo purtroppo i programmi citati non ci sono per mac e i corrispettivi sono troppo doversi o non adeguati a quello che devo dare io quindi devo fare la partizione mi indicate un link dove è spiegata passo passo?

Penso che questo ti possa aiutare:

http://manuals.info.apple.com/it_IT/Boot_Camp_installazione-configurazione.pdf

http://support.apple.com/kb/HT1461?viewlocale=it_IT

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao deerdesign,

dopo aver letto la tua risposta ho deciso di ricominciare da 0 e farmi trasportare da quella che è la filosofia Apple (visto che come dici tu sono un utente fresco fresco).

In effetti ho risolto alcuni problemi che mi si erano presentati quando avevo fatto le tre partizioni, per esempio l'installazione della partizione BootCamp su Macchina Virtuale (nel mio caso VMWare).

Detto questo, io non ritengo di essere ossessionato dalla perdita di dati, ma vorrei avere la possibilità di far coesistere e mantenete su un terreno neutrale i dati per porteci lavorare con entrambi i SO e fruttare le caratteristiche univoche di entrambi, in oltre ritengo che avere una terza partizione mi permetta di mantenere un ordine secondo la mia logica senza sottostare alle regole di MAC OS X o Windows, il fatto che Mac OS sia rigido da questo punto di vista non è una cosa che mi piace molto. Sono pienamente d'accordo con te che per salvaguardare l'integrità dei dati, devo essere salvati su delle unità esterne. Per quanto riguarda Time Machine mi piacerebbe usarlo perchè è veramente potente, ma la sua potenza va a scapito di una nuova spesa perchè da quanto ne so necessita di una unità a se stante di notevole dimensione, in poche parole vista la mia non ossessione nella perdita di dati credo che per ora ne farò a meno.

Al momento credo che avere la possibilità di creare una terza partizione non sia una cosa errata ne tanto meno legata a questa o quella filosofia, per il momento mi sono allineato a quanto mi hai detto, con il tempo stabilirò se è la soluzione ottimale o meno.

Grazie comunque per avermi dato un aiuto, spero ci potranno essere altre occasioni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La mia non voleva essere un rimprovero, ma era solo un'osservazione dettata da quanto da te scritto e dall'esperienza di più di 20 anni con utenti di tutte le piattaforme (compresi Solars, OS2, Xenix, ecc... insomma TUTTI!).

Il sentire la necessità di uno "spazio neutrale" dove far risiedere i dati, per poterli sfruttare ed organizzare a piacimento, è sovente sinonimo di non conoscenza delle limitazioni che ciò comporta, però ogni uno è libero di fare come più gli aggrada.

La soluzione da te prospettata ti avrebbe portato a dover scegliere un formato per la partizione visibile (ed usabile) da entrambe le piattaforme, ovvero FAT, con l'ovvia conseguenza che non avresti potuto sfruttare nessuna delle caratteristiche di ricerca ed organizzazione avanzate, ne di MacOS, ne di Windows.

Non so se il gioco valga la candela... ma questa è una considerazione che devi fare tu.

In ogni caso la cosa è realizzabile anche adesso, ti basta chiedere il partizionamento, tramite Disk Utility (Utilità Disco) e creare la partizione "Dati", quindi formattarla e usarla, senza inficiare ciò che hai già installato, se lo spazio sul disco è sufficiente.

Per quanto riguarda TimeMachine basta che tu abbia un disco esterno con capacità almeno uguale alla metà del tuo disco interno, l'unica limitazione sulla capacità è che più spazio hai più dettagliata sarà la scala del tempo in cui andare a pescare dal passato storico del tuo HD.

Tutto li, poi puoi usare anche un disco esterno collegato con USB 1.0 di soli 40GB, vuol dire che i tuoi BKP di TimeMachine saranno limitati a quanto ci entra li dentro... una settimana, un mese?

Dipende da quanto "produci" o "modifichi" giornalmente nel tuo disco. ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

O.T.

In questo Forum difficilmente troverai qualcuno che vuole importi le sue idee.

Forse i nuovi iscritti, animati dall'ardore, lo fanno, ma mai dai "vecchietti" che san bene che la cosa più importante non è il "costringere", ma è lo "spiegare" e far capire il perché una cosa può essere svantaggioso o viceversa utile. ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this