iMac da 21.5 e 27" del 20 Ottobre: il parere dei lettori.


admin
 Share

Recommended Posts

Credo sia stato intorno a febbraio dell'anno scorso, che Toshiba ha abbandonato il DVD HD. Se il Blu-ray sia già morto onestamente non lo so. Al momento secondo me ancora no, e anzi probabilmente con l'abbassarsi dei prezzi, che già si sono abbassati rispetto anche solo a un anno fa, sia di Blue-ray che dei lettori che dei tv (non dovessi cambiare il Mac ad esempio avrei forse dirottato i soldi verso un Sony 46Z5500, spendendo grosso modo la stessa cifra), probabilmente guadagnerà ancora una fetta di mercato (attualmente mi pare che, in confronto al mercato dvd, stia sul 12-15%. Ancora pochino direi...). Certo tra il costo della memoria di massa che si abbassa, dispositivi wireless vari, media center (quelli di buona qualità comunque costicchiano, eccetto il WD TV sopra citato che costa poco e si difende bene, per quel che ne so), ed anche i tv che stanno andando in una certa direzione, e auspicando una banda che sia realmente larga e costante (ho alice 20 Mega ma ne vogliam parlare? Lo sanno anche i sassi che non ci sono valori minimi garantiti e che i 20 Mega sono un sogno e non sono reali, ma tra vecchie linee, centralini che scoppiano e perennemente in manutenzione, attenuazioni varie e altri disturbi, il dis-servizio fornito a volte è proprio ridicolo. Ed abito a Torino, figuriamoci in altre zone...), non so fino a che punto... Però mi sa che siamo OT.

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 935
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

@Karl78: ti rispondo poi chiudo l'OT :) lo scalare una differenza così bassa (1440-1080=360 per l'altezza) su un monitor da 27 è un qualcosa di davvero impercettibile, richiede solo qualche calcolo da parte del computer ma è un dettaglio davvero trascurabile e che non porta danni, fossì in te mi preoccuperei più di avere una sedia comoda per guardare il film :) se non ti torna il discorso mandami un messaggio privato, ora stiamo andando OT.

Approfitto per una domanda: leggevo nelle specifiche dell'imac che sono presenti due amplificatori, qualcuno sa perchè? l'audio dell'iMac è un 2 (sinistro destro) o 2.1?

Link to comment
Share on other sites

Ritorno sul glossy.

Non è possibile pensare che una persona che compra un computer con un monitor da 27" da € 2000 possa lasciarsi incantare dall'effetto glossy come può accadere ad un qualsiasi avventore di centro commerciale.

Uno che lavora seriamente su foto e video non può pensare di lavorare sul glossy !! Ne tantomeno riorganizzare il proprio ufficio/stanza in funzione del riflesso !!

Guardate se quello da 30" lo hanno fatto lucido ?........e, oramai, ci sono solo 3" di differenza.

Magari Invisible shield mi tira fuori una pellicola miracolosa.........

Link to comment
Share on other sites

"Uno che lavora seriamente su foto e video non può pensare di lavorare sul glossy !!"

Uno che lavora SERIAMENTE su foto e video non si compra un computer con un monitor integrato.

Si compra un mac pro a cui puó abbinare il miglior display sul mercato, e all'occorrenza, aggiornare il display senza dover cambiare computer!

Gli iMac hanno target CONSUMER / PROSUMER (per quelli di fascia alta)

Link to comment
Share on other sites

mal, non ho detto che gli iMac sono dei cessi... ho detto peró che il target é quello consumer/prosumer

Anche il mini era per consumer e c'erano un bel po' di aziende che lo usavano come server, tant'é che la Apple adesso te lo vende con OSX Server pre-installato.

Peró, chi si fa "bastare" l'iMac per lavoro (o il macmini come server) non penso diventi pazzo per lo schermo Glossy (cosí come chi compra il mini server non si aspetta di avere un x-server!)

Link to comment
Share on other sites

Uno che lavora seriamente su foto e video non può pensare di lavorare sul glossy !! Ne tantomeno riorganizzare il proprio ufficio/stanza in funzione del riflesso !!

Allora... hai fondamentalmente ragione, a livelli professionali il glossy da' molte rogne, non hai una percezione reale dei colori a parte ovviamente i problemi dei riflessi e devi stare molto attento alle correzioni che operi.

Ha ragione anche chi dice che per un ambiente lavorativo professionale però non ci si compra un All in one, ma va su un MacPro con monitor esterno diciamo.

La situazione reale sta nel mezzo a mio parere: con gli iMac ci lavorano BENISSIMO tanti professionisti dell'immagine, e anche tanti fotografi. Come fanno? Secondo me, nel 90% dei casi, non c'è una cura maniacale dei dettagli o un'attenzione esagerata alla resa dei colori, ci si accontenta di rimanere su livelli medio/alti e, secondo me, con l'iMac ci si arriva tranquillamente.

Link to comment
Share on other sites

...anche perché la "calibrazione" é un po' una chimera...

Puoi avere il monitor calibrato con la tua stampante cosí che ti aspetti con quel colore a monitor un colore molto vicino sulla TUA stampante...

Ma quando mandi in stampa al service... la tua calibrazione é utile come l'alettone sulla punto!

Se si fa desktop publishing i colori li scegli in quadricromia o Pantone... di come si vedono sul monitor non é che ti freghi molto...

Al massimo per i riflessi é piú una questione di "distrazioni" che non di fedetlá dei colori

Link to comment
Share on other sites

...anche perché la "calibrazione" é un po' una chimera...

Ma quando mandi in stampa al service... la tua calibrazione é utile come l'alettone sulla punto!

ahahaha!! bella..!

questo è vero per la stampa, si può riassumere il problema come hai fatto tu.

ma per la fotografia, vista su schermo e destinata allo schermo, la calibrazione è utile anzi indispensabile a parer mio..

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share