HomeNewsGiappone amarognolo

Giappone amarognolo

Il numero di macchine vendute da Apple in Giappone continua a crescere, ma il trend non impedisce uno scivolamento in termini percentuali della quota di mercato. Questo si apprende leggendo il risultato di un’indagine condotta in tre delle maggiori aree urbane del paese asiatico: Tokyo, Osaka e Nagoya.
I risultati dimostrano che il numero di macchine vendute tra aprile e giugno è cresciuto passando da 25.400 dello stesso trimestre del 1999 a 27.200 dei 90 giorni di quest’anno. Un risultato discreto che però tradotto in percentuale significa un calo della percentuale sul mercato dal 12,3 al 9,9% e ora Apple, pur quarta, è insidiata molto da vicino da Sotec che ha quasi quadruplicato le sue vendite rispetto all’anno passato.
Il resoconto dell’indagine sottolinea che la domanda di PC è cresciuta notevolmente poggiando sulla richiesta di nuove macchine con CD riscrivibili e di portatili. Forse proprio questo aspetto del mercato potrebbe avere danneggiato Apple. La società  di Cupertino nel corso dei mesi passati ha saputo dare una risposta forte nel settore dei laptop con il suo iBook, molto gradito in Giappone, ma non ha ancora presentato un iMac con CD-RW che forse avrebbe potuto garantire maggiori vendite.
La situazione in Giappone, il terzo mercato mediale per dimensione per i computer Mac, è certamente sotto controllo da parte di Jobs. Se, infatti, il secondo trimestre dell’anno ha mostrato segnali di debolezza per il marchio della mela, il terzo (quello che va da giugno ad agosto) potrebbe essere stato anche più critico. Nel corso delle ultime settimane, infatti, Apple potrebbe avere perso ulteriore terreno per l’esaurirsi della spinta di iBook e la crisi di vendite di iMac.

Offerte Speciali

MacBook Pro M1 pronta spedizione su Amazon

Risparmiate 410 € su MacBook Pro M1 da 512 GB: 1299 euro

Su Amazon va ancora in sconto il MacBook Pro M1. Risparmiate 410 euro per arrivare al prezzo minimo.
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

iGuida

FAQ e Tutorial