HomeNewsHardware nuovo, prezzi piu' alti

Hardware nuovo, prezzi piu’ alti

Non tutti gli utenti Apple sono creati uguali. La massima che fino a qualche tempo sembrava iscritta nel patrimonio genetico della societa’ recentemente e’ stata piu’ volte smentita, soprattutto per il rilascio contemporaneo e contestuale di hardware e software nei principali paesi del mondo. Ogni tanto pero’ torna a fare capolino, come ad esempio nel corso del MacWorld Expo in corso in queste ore.
Il keynote di Jobs che ha portato il nuovo hardware, infatti, ha portato anche ad una importante divaricazione della forbice di prezzi tra USA e il resto del mondo con gli utenti americani. I clienti americani, infatti, gia’ in gran parte favoriti da un diverso tenore di vita, vengono trattati con i guanti anche per il listino che e’ sensibilmente piu’ basso su tutti i fronti
Ad esempio l’iMac Veloce+ (in Usa “Fast”) costa agli italiani 2.499.000 mentre agli americani solo 999$, in pratica al cambio di oggi 2.219.000 lire, 280.000 lire in meno, il che significa uno sconto di ben piu’ del 10%. I prezzi piu’ alti si confermano su tutta la gamma iMac riducendosi solo sul modello “velocissimo” che al cambio di oggi ha una differenza tra mercato americano e italiano di “solo” 170.000 lire.
Certo per il mercato Europeo e’ a disposizione una versione economica (in Italia da 2 milioni) che non esiste in America, ma si tratta di un iMac di una generazione precedente sotto il profilo del processore.
Anche nei nuovi G4 si verifica una disparita’ di prezzi tra mercato USA e mercato Europeo. Le differenze percentuali sono piu’ basse che nel segmento dell’iMac ma in ogni caso esistono e toccano le 300.000 lire sul G4 dual.
Da notare che il resto della gamma (iBook e iMac) ha differenze di listino ma do poche decine di migliaia di lire.
Va notato che gli utenti americani, come spiegato ieri dal nostro sito, possono godere oltre che di prezzi piu’ bassi anche di sconti su vari tipi di prodotti, da macchine fotografiche, riproduttori MP3, stampanti.
Fatti i debiti conti un utente USA e’ in grado di risparmiare rispetto ad un utente Europeo, tra bundle e prezzi piu’ bassi, oltre un milione.
Certo per gli utenti Europei e’ inclusa, almeno per quello che riguarda gli iMac, nella confezione una ricca dotazione di software che non hanno gli utenti USA e che equilibra parzialmente i prezzi piu’ alti e la mancanza dei bundle, ma va anche detto che se si vuole rinunciare al software e spendere il meno possibile in Europa non e’ possibile farlo, mentre in USA si’

Offerte Speciali

iPhone 12 al minimo Amazon: 849 € per il 128 GB, 779 € per il 64GB

iPhone 12 128G (quasi) al prezzo del Prime Day: 799€

In occasione del Prime Day Amazon aveva scontato come non ha mai fatto prima tutti gli iPhone 12. Ora li trovate ancora molto vicini a quel prezzo
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

iGuida

FAQ e Tutorial