HomeMacitySoftware / Mac App StoreIBM: ViaVoice Italiano arriverà 

IBM: ViaVoice Italiano arriverà 

Come accennato lo scorso mese di gennaio alcuni nostri giornalisti presenti tra gli stand dell’Expo di San Francisco riuscirono in maniera fortunosa a “incastrare” uno dei responsabili dello sviluppo di ViaVoice. Dopo reiterate insistenze e la promessa che non avremmo mai rivelato il suo nome, il tecnico ammise con qualche colorita espressione all’indirizzo dei suoi superiori, maniaci della riservatezza, che sì, la versione in Italiano era in corso di sviluppo. Per la precisione il pacchetto nella nostra lingua era incluso nel secondo “lotto” di localizzazioni, quello che include il Giapponese e lo Spagnolo. Del primo “lotto”, invece, che ha seguito immeditamente la release della versione americana, facevano parte Francese, Inglese Britannico e Francese. Sempre da quel colloquio emerse che i lavori sul primo lotto erano in stato molto avanzato mentre quelli sul secondo lotto erano appena iniziati. “Il problema – ci disse il responsabile IBM – è il Giapponese. I fonemi, la grammatica e la costruzione di un dizionario Italiano e Spagnolo sono molto meno preoccupanti. Per questo il lavoro più inteso e le risorse ora sono impegnate principalmente sul Giapponese. Voi Italiani siete stati sfortunati, soggiunse il nostro interlocutore, l’Italiano, penso su richiesta di Apple stessa, è stato escluso dal primo lotto solo all’ultimo momento. Per questo dovrete aspettare qualche mese in più. Ma non preoccupatevi. La versione in Italiano arriverà “.
Giunti in Italia e dopo le notizie sulla effettiva release delle prime versioni Europee Macity è finalmente riuscito a contattare anche i responsabili italiani del riconoscimento vocale di IBM. “Non posso fare altro che confermare – ci ha detto in un colloquio telefonico Massimo Narducci, responsabile del settore marketing dei prodotti di riconoscimento vocale di IBM Italia – ma al momento non possiamo aggiungere molto altro. IBM ha un programma ad ampio raggio e la piattaforma Mac ci interessa anche per il nostro mercato domestico. Quando questi programmi si concretizzeranno però dipende da fattori molteplici, non tutti dipendenti da nostra volontà “. L’interesse di IBM, conferma Narducci, giunge da considerazioni e da sondaggi attuati sugli utenti della piattaforma “che ci hanno dato la certezza che potremmo raggiungere una penetrazione molto alta sulla base italiana di installato Mac”. IBM ritiene che ViaVoice ha prospettive molto interessanti, oltre che nel riconoscimento vocale, anche in altri settori come ad esempio nell’integrazione della telefonia con l’informatica; in aggiunta a ciò sono possibili bundle e licenze OEM con altro software o hardware. In più è molto probabile che anche per l’italia quando ViaVoice Mac verrà  rilasciato, sarà  disponibile con una cuffia-microfono in colori abbinabili a quelli di iMac.
Ma al di là  di questo è inutile pretendere di avere date di rilascio. IBM non vuole e forse anche non può per evidenti ragioni (competizione e possibilità  che le attese vadano deluse) sbilanciarsi. “Ripeto che la nostra società  è interessata al prodotto anche per il mercato italiano e ci stiamo lavorando. Quando ViaVoice verrà  rilasciato? Non sappiamo. Possiamo solo dire che al momento non abbiamo una beta da dimostrare”. E’ ipotizzable una disponibilità  prima dell’estate? “Questo no. Una data così ravvicinata mi sento di escluderla fin d’ora. Ma penso che anche se la versione nella nostra lingua non sarà  disponibile tanto presto e anche se non posso essere più preciso i lettori di Macity dovrebbero già  essere confortati dall’apprendere che IBM non ha dimenticato il nostro paese anche per la piattaforma Mac”.
Cercando di trarre conclusioni di queste affermazioni molto caute e prudenti non sarebbe facile non ci fossero state le dichiarazioni raccolte da Macity all’Expo. Ma sommando le une e le altre si può supporre che il mese più probabile per un rilascio di ViaVoice potrebbe l’autunno inoltrato. Una deduzione che giunge dall’osservazione di quanto accaduto là  dove ViaVoice è ora disponibile. Ad esempio in Francia la prima beta fu mostrata a fine settembre e il rilascio del prodotto dovrebbe avvenire a sette/otto mesi di distanza a fine aprile inizio maggio. Ammettendo che al momento non esiste ancora una versione beta di ViaVoice Italiano (ma che questa potrebbe essere vicina, visto che nel corso dell’Expo di Tokyo si è appreso che la versione Giapponese, gemella di quella italiana, è già  in beta) i mesi di ottobre o forse novembre potrebbero essere quelli più probabili.
Macity seguirà  con attenzione l’evolversi della vicenda.

Offerte Speciali

Super-sconto di 126 euro su Apple Watch 3 GPS+Cellular: lo pagate solo 242,90€

Prime Day: Apple Watch 3 al minimo storico, prezzi da 179 €

Su Amazon Apple watch 3 da 42 mm in versione GPS è al prezzo più basso di sempre: solo 179 euro in occasione del Prime Day
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

iGuida

FAQ e Tutorial