Il NAB si apre all’insegna di MPEG-4 H.264

Si preannuncia come lo standard al centro di tutte le novità tecnologiche che saranno presentate dalle maggiori aziende mondiali del multimedia che espongono a Las Vegas.

Apple ha visto lungo anche questa volta annunciando il supporto al codec H.264 per MPEG-4 in QuickTime fin dalla precedente edizione del NAB di Las Vegas.

Ormai ci siamo per concretizzare gli annunci: Mac OS X 10.4 Tiger è alle porte (29 aprile), QuickTime 7 con H.264 integrato ne farà  parte, il NAB è il miglior evento (16-21 aprile) per mostrare novità  del settore audio/video, infine la ISMA – Internet Streaming Media Alliance ha appena ratificato le specifiche 2.0 che trattano proprio di MPEG4 part 10, ovvero ITU H.264 oppure ancora AVC – Advanced Video Coding.

Era attesa la versione definitiva della versione 2 dopo la versione pubblica rilasciata qualche mese fa, in essa sono incorporate codec avanzati per le applicazioni audio, video e i protocolli di streaming.

Per il video la ISMA 2 ha adottato MPEG-4 part 10, anche noto come ITU H.264 o AVC, per garantire una maggior qualità  a differenti bit rate e su svariati tipi di connessione, creando quindi la miglior tecnologia di codifica e decodifica disponibile.

Per l’audio la ISMA 2 è stato adottato HE AAC, dove HE sta per High Efficiency, che offre il supporto al multi-canale con la migliore qualità  con bit rate molto bassi.

Impiegati assieme H.264 e HE AAC possono offrire infinite possibilità  su tutto lo spettro digitale, da IPtv ai telefoni cellulari.

ISMA 2 integra il supporto all’archiviazione di file tipo MP4 e l’utilizzo di SDP/RTP/RTSP su rete IP.

Il profilo 2 dell’ISMA 2 illustra le caratteristiche dell’audio/video a bassa risoluzione e supporta HE-AAC (SBR) pur non restando retro-compatibile con ISMA 1, il profilo 3 illustra l’SD, il profilo 4 l’HD e supporta AVC High Profile.

I membri di ISMA includono, oltre ad Apple, anche Act, AOL, Analog Devices, California State University di Fresno, Case Western Reserve University, Cisco, Coding Technologies, ContentGuard, DMDsecure, Dolby Laboratories, Envivio, France Telecom, Fraunhofer Institute, Fujitsu, HP, Hitachi, IBM, Inka Entworks, Philips, Standby Program, Sun, Telecom Italia, University of Washington, VBrick Systems, Widevine Technologies e WIS Technologies.

Motorola e Modulus Video al NAB hanno annunciato il supporto ad MPEG-4 AVC nell’encoder ME6000 HD AVC, nell’encoder ME1000 SD AVC e nel decoder MD1000 SD.