il Mac in TV: collegamenti e adattatori
di Settimio Perlini
11-11-2002

E' una delle domande che i lettori ci fanno piu' di frequente:
Come posso collegare il mio Mac al televisore? Di quali cavi, interfacce, schede ho bisogno?

La domanda si interseca poi con quelle di coloro che vogliono videoregistrare lo schermo del Mac, o uscire in video con i propri lavori realizzati con iMovie... ovviamente le risposte sono diverse e molteplici a seconda della macchina che si possiede e dello scopo che si vuole ottenere.
Vediamo di fare un po' di ordine esaminando la cosa anche in funzione del mac che utilizzate.

Prima di tutto vediamo quali sono i tipi di connettori disponibili sui normali televisori con tubo catodico.
In una seconda puntata ci occuperemo dei monitor HD più recenti e dei videoproiettori.

Ingressi Separati
Molti modelli di TV a tubo catodico dispongono di prese frontali disposte come quelle raffigurate nell'immagine:



A parte l'uscita cuffia contrassegnata dall'apposito simbolo, si tratta di (nell'ordine) ingresso Video Composito (colore giallo), ingresso Audio Stereo RCA (il bianco identifica il canale sinistro, il rosso il canale destro), e SuperVideo (o S-Video o anche S-VHS).

Perche' due ingressi video? Ovviamente per una maggiore compatibilità con tutti i dispositivi collegabili: non tutti le telecamere, i videoregistratori, i computer (come ad esempio l'iBook) dispongono di una uscita S-Video e quindi e' necessario avere l'ingresso per un segnale VideoComposito: ovviamente si usa una sola delle opzioni.


L'ingresso SuperVideo mette in grado pero' di sfruttare meglio la qualità di un segnale in origine migliore perche' grazie alla sua configurazione permette di inviare separatamente i segnali di luminanza e crominanza: in parole povere, se avete una uscita S-video sul vostro Mac utilizzate quella!

La presa SCART
Non tutti i televisori hanno pero' gli ingressi frontali e/o separati come quelli visti sopra: molti modelli, anche recenti dispongono solo di una o più prese di tipo SCART o EuroScart come quelle che vedete qui sotto (Euro sta ad indicare che si tratta di uno standard Europeo)


La presa scart dispone di un connettore con ben 21 poli in cui sono disponibili ingresso, uscita video composita e supervideo, alimentazione, segnali RGB... si tratta indubbiamente di una presa tuttofare ma con il problema di interfacciamento verso apparecchi che non possono ospitare un connettore di tali dimensioni.

Per questo sono disponibili sul mercato diversi adattatori: dalla presa scart partono uno o piu' cavi che di volta in volta permettono il collegamento audio, video composito o Super, sia in ingresso che in uscita.

Personalmente pero' vi consigliamo, se volete mantenere una certa duttilità o praticità e servirvi spesso di collegamenti "volanti", di usare il convertitore che vi mostriamo qui sotto o un prodotto ad esso equivalente.


Permette di portare ad una presa scart i segnali separati che vi descrivevamo sopra (nella foto vediamo rispettivamente le spine RCA Audio Destra (Right - colore rosso) Sinistra (Left - colore bianco), S- Video e VideoComposito RCA (giallo) sia in ingresso che in uscita adattandosi cosi' sia alle esigenze di chi vuole trasferire il segnale dal computer al televisore sia di chi deve registrare dal videoregistratore al computer (se quest'ultimo e' dotato degli opportuni ingressi).

Attenzione: non tutti i televisori dispongono di una presa scart che accetta i segnali S-Video oppure possono avere due prese Scart, una predisposta S-video ed una no: il consiglio e' di controllare attentamente sul manuale del televisore o verificare la presenza di eventuali indicazioni sullo chassis esterno del televisore stesso vicino alle prese.

Ovviamente potete acquistare anche una presa Scart con una miriade di cavi già collegati: ci sono quelle con solo segnali in ingresso, solo in uscita, entrambi etc etc..

Visti i tipi di prese in ingresso sul televisore andiamo a verificare quelle in uscita dai nostri Mac: possiamo collegarli direttamente?
Entriamo nel dettaglio.


Cominciamo con le macchine piu' versatili di Apple:
MacinTV
PowerBook G3 e G4 (Titanium)

Segnale Video
Nei PowerBook piu' recenti, a partire dalla serie G3 e' presente sul retro la "Porta Video" contrassegnata dal simbolo di una cinepresa stilizzata che vedete nell'immagine qui a fianco. (qui sotto vedete l'uscita del Titanium).
Si tratta di un connettore speciale che presenta sia il segnale S-Video che il segnale Videocomposito.

La normale presa S-Video ha infatti un numero inferiore di piedini: quelli aggiuntivi sono al centro e grazie al cavo speciale che Apple fornisce con i PowerBook (si veda la foto qui sotto) sono facilmente utilizzabili per portare il segnale videocomposito.
Ovviamente se il televisore dispone di solo ingresso videocomposito utilizzerete l'adattatore piu' un cavo RCA-RCA (colore giallo).


Se il televisore dispone dell'ingresso S-Video potrete semplicemente acquistare un cavo S-Video/S-Video e collegarli senza alcun adattatore.

Se il televisore ha solo una presa scart vi consigliamo di provare con l'adattore indicato nella nostra pagina principale e di acquistare un cavo VideoComposito/VideoComposito o S-Video/S-Video a seconda che la Scart sia abilitata o no all'ingresso S-Video.

Qui a fianco la foto di un cavo S-Video/S-Video

Segnale Audio
Sul retro del PowerBook G3 (ma sul Titanium e' sul lato sinistro) e di tutti i PowerBook vecchi e nuovi in generale è presente una normalissima uscita audio con segnale di linea e connettore minijack: e' contrassegnata dal simbolo di un altoparlante la stessa che trovate sul molti dispositivi audio di uso comune come i walk piu' o meno digitali.
In questo caso e' sufficiente acquistare un comunissimo cavo MiniJack-Stereo/RCA-Stereo (nella foto a destra) per portare il segnale agli ingressi Audio del televisore oppure all'adattatore Scart che abbiamo visto in precedenza.

Visualizzare il segnale del PowerBook sul televisore.
Una volta compresi i collegamenti da effettuare ora e' necessario capire come visualizzare il contenuto del vostro monitor sul TV.

Trovate tutte le modalità sul manuale del vostro portatile ma le operazioni da eseguire sono semplicissime.
E' sufficiente mettere in STOP il vostro PowerBook, collegare i cavi a TV e portatile e quindi premere un tasto qualsiasi: il vostro Mac si "risveglierà" con una risoluzione compatibile con quella del vostro televisore (PAL).
Ovviamente non potrete utilizzarlo come fate con il vostro monitor interno, la qualità del tubo catodico e' riservata ad usi completamente diversi ma potrà essere utile per sfruttare quelle applicazioni come i giochi d'azione, le presentazioni a bassa risoluzione, o i film in DVD che sono perfettamente fruibili anche e soprattutto con un televisore.

Visualizzare il segnale del PowerBook su un Videoproiettore
Allo stesso modo possiamo collegare il nostro portatile ad un videoproiettore: esistono dei modelli con un regolare ingresso VGA per computer e per questi valgono le raccomandazioni relative al collegamento dei Monitor, non utilizzate l'uscita Video ma quella del monitor.
Non tutti i videoproiettori hanno un ingresso di questo tipo: quelli piu' economici sono dotati di solo ingresso videocomposito o S-Video e valgono per essi le raccomandazioni viste per il collegamento alla TV.

Registrare il segnale del PowerBook su un VideoRegistratore.
In questo caso valgono le identiche raccomandazioni viste per il TV.
I videoregistratori sono dotati tutti di una presa SCART per l'ingresso dei segnali, basterà utilizzare un opportuno adattatore o cavo SCART-Video/audio (si veda la pagina principale)
per potere registrare cio' che appare nello schermo.

Attenzione pero'... non potete registrare il segnale del DVD!
Questo perche' in fase di registrazione una protezione speciale dalla copia presente sul lettore vi impedisce di avere un segnale di qualità costante: si tratta della protezione Macrovision che introduce delle variazioni delle luminosità dell'immagine rendendo di fatto inutilizzabile la registrazione effettuata.

Registrare i filmati prodotti con iMovie o altri programmi di editing video sul Videoregistratore o mostrarli sul televisore.
Qui la cosa è piu' complicata. Se utilizzate i collegamenti indicati prima potrete al massimo mostare il filmato in esecuzione sullo schermo ma con le limitazioni della riproduzione tipica dei filmati DV: dovrete scegliere tra fluidità delle immagini e qualità ottenendo un risultato non certamente ottimale.
La versione 5 di Quicktime, che un codec DV molto migliorato potrebbe ovviare a questo problema ma solo con le macchine piu' potenti e comunque con una qualità inferiore a che otterreste con un convertitore DV-Analogico

Abbiamo online anche una pagina dedicata ad iBook vecchi e nuovi.

[nota di fine Novembre 2005: è in arrivo un guida per le macchine Apple più aggiornate e il collegamento a Component, VGA, DVI, HDMI dei televisori e videoproiettori più recenti]