Radical Rebound
di Filippo Ciarlora

Confezione
Radical Rebound è distribuito come shareware e possiamo scaricarlo direttamente dal sito del produttore,tra l'altro italianissimo (leggete qui l'intervista con interessanti notizie sulla genesi del software): il download di 3 Mb circa non è eccessivamente lungo anche se si possiede una normale connessione a 56k.
Una volta scaricato il file siamo pronti per giocare (basta semplicemente decomprimerlo con un doppio clic) anche se essendo un prodotto shareware Radical Rebound ha delle limitazioni (possiamo giocare solo i primi cinque livelli e molte funzioni sono disabilitate).
Per avere il prodotto pienamente funzionante dobbiamo acquistare il codice di registrazione.
Il codice di registrazione costa 9.95 Dollari (all'incirca 9/10 Euro) e si può pagare tramite carta di credito per mezzo del servizio di pagamento sicuro eSellerate.
Una volta registrato il prodotto potremo giocare tutti i 40 livelli, scegliere fra tre livelli di difficoltà, giocare in multiplayer fino a quattro giocatori (invece di due), tre nuove modalità multiplayer (Points, Survivor e Boss) ed aggiornamenti futuri gratuiti.
Voto: senza voto

Storia e scopo del gioco
Radical Rebound è un arcade spaziale in 2D a scorrimento con vista dall'alto in cui lo schema di gioco è ripreso dai videogiochi che hanno invaso le sale giochi negli anni 80.
Dovremo pilotare una navicella cercando di distruggere tutti i nemici che incontreremo nei 40 livelli previsti per ultimare il gioco.
Radical Rebound ha una caratteristica che lo differenzia dagli altri "shooter", infatti non possiamo sparare mentre i nostri nemici si.
Fortunatamente però non siamo completamente disarmati: davanti alla nostra navicella c'è una barriera di protezione che respinge i colpi dei nemici, i quali vengono distrutti dalle stesse loro pallottole.
Possiamo giocare in single player e, fatto un po' insolito per un arcade, addirittura in multiplayer fino a quattro giocatori.
Single-Player
In single-player l'obiettivo è completare tutti i 40 livelli sconfiggendo gli otto boss (delle astronavi piu' grandi di colore rosso) per salvare la nostra compagna rapita dalle forze nemiche.
Abbiamo due tipi di livelli: livelli normali e livelli boss.
Nei livelli normali dobbiamo semplicemente distruggere tutti i nemici che ci troviamo davanti evitando di essere colpiti ed evitando le collisioni sempre contro i nemici.
Nei livelli boss dobbiamo distruggere la grande astronave rossa respingendole addosso tutti colpi sparati contro di noi, il livello boss richiede una maggiore attenzione in quanto anche una leggera collissione con l'astronave nemica ci distrugge immediatamente.
Multiplayer mode
Possiamo giocare fino ad una massimo di quattro giocatori e ci sono ben quattro modalità di gioco: KO, Points, Survivor e Boss Mode (nella versione non registrata solo la modalità "KO" è disponibile).
In KO mode quando distruggiamo una astronave nemica guadagnamo dell'energia mentre gli altri giocatori la perdono.
In Points mode alla fine della partita ogni giocatore ha un punteggio basato sull'energia rimasta e sul numero di navicelle nemiche distrutte. Non sempre chi resta per ultimo vince.
In Survivor si gioca normalmente e l'ultimo che resta vivo vince la partita.
In Boss mode c'è una grande astronave rossa, il giocatore che la colpisce (sempre respingedole addosso i colpi) guadagna dell'energia e la toglie agli altri e vince la partita chi distrugge il boss.
Voto: 4 su 5


Grafica e audio
Da un videogioco arcade in 2D non si possono certo pretendere effetti speciali alla Unreal Tournament ma comunque la grafica risulta abbastanza riuscita e più che sufficiente per un prodotto di questo tipo.
Ogni livello è caratterizzato da bellissimi sfondi di nebulose, cieli stellati, superfici planetarie, pianeti, galassie ed oggetti luminosi del cosmo profondo.
Questi sfondi che caratterizzano l'area di gioco in Radical Rebound ci sono molto piaciuti e sono a nostro avviso molto belli anche dal punto di vista dei colori e della resa grafica.
Durante le battaglie stellari vedremo passare tantissimi pianeti dalle più svariate conformazioni geologiche e colori.
Le astronavi nemiche sono semplici nel disegno e poco dettagliate nei particolari e ricordano graficamente quelle dei cartoni animati, oltretutto sono circondate da un alone di luce colorata.
Meglio riuscite alcune navicelle che possiamo comandare noi: piu' fantasiose e ricche di dettagli e con la barriera protettiva che varia continuamente di colore.
Discrete le esplosioni caratterizzate da una vampata di fiamme arancioni, ci sono inoltre i colpi dei nemici (sfere di luce colorata lampeggiante di varie dimensioni e colori).
Buone le musiche di sottofondo dalle melodie pop/dance dai ritmi molto allegri e vivaci.
Ci sono poi numerosi effetti sonori, caratterizzati dai vari jingle emessi quando ad esempio i colpi rimbalzano sulla nostra barriera o quando i nemici vengono colpiti.
Voto: 3,5 su 5


Giocabilita'
Tra tutti i giochi che abbiamo recensito Radical Rebound è probabilmente il più immediato e con lo schema di gioco fra i più semplici in assoluto.
Tutto il gioco si basa su di un semplice concetto: la nostra astronave è dotata di una barriera con la quale bisogna fare rimbalzare i colpi dei nemici su loro stessi per distruggerli.
Per quanto riguarda i controlli ci sono solo due tasti da usare (che tra l'altro non si possono configurare), necessari per direzionare la nostra astronave. La nostra astronave non rimane ferma ma si muove in avanti automaticamente ed in pratica un tasto serve per farla girare in senso orario e l'altro in senso anti orario. Dopo qualche minuto di gioco si è comunque già in grado di guidare agevolmente il nostro veivolo.
Durante il gioco ci capiterà anche di vedere passare degli "smile", cioè delle faccine sorridenti di colore giallo, cerchiamo di prenderle perchè ci danno degli aiuti (per un limitato numero di secondi) come ad esempio la possibilità di sparare colpi, una barriera più grande, energia vitale e altro ancora.
L'importante è cercare di non essere colpiti dalle pallottole ed evitare le collisioni con i nemici altrimenti l'energia vitale (rappresentata da una vistosa barra gialla sull'angolo dello schermo) dell'astronave scende e quando arriva a zero abbiamo perso la partita. Una maggiore attenzione deve essere posta nei confronti dei boss nemici (delle grosse astronavi di colore rosso), infatti anche una leggera collisione con loro causa la sconfitta istantanea della nostra astronave.
Voto: 5 su 5


Interesse
Radical Rebound è divertente da giocare soprattutto se si gioca in due o più giocatori (anche se giocare in quattro sulla stessa tastiera può non essere molto agevole).
Ottima la possibilità di scegliere fra quattro diverse modalità di gioco, di solito negli arcade non ci sono queste opzioni e quindi ci fa molto piacere trovarle in Radical Rebound.
In single player i livelli da superare per completare il gioco sono 40 e ci terranno impegnati per parecchio tempo.
Voto: 4 su 5

Pregi
- Giocabilità e schema di gioco immediati
- Multiplayer con ben quattro modalità di gioco

Difetti
- Nessuno da rilevare

Considerazioni finali
Radical Rebound è un discreto gioco arcade adatto a tutti e tutte le età e totalmente privo di scene di violenza.
Abbastanza divertente da affrontare da soli ma ancora di più se giocato in compagnia grazie alle quattro modalità di gioco offerte dall'opzione multiplayer.
I requisiti di sistema permettono a Radical Rebound possa tranquillamente girare senza problemi anche su Mac non proprio recentissimi.
Voto: 4 su 5


Nome Gioco Radical Rebound
Produttore e Sito Radical Rebound
Distribuito in Italia da: direttamente dal sito
Prezzo al Pubblico 9,95 Dollari
Requisiti di sistema - G3 da 350 Mhz. Mac OS 9 o X
Provato con questa configurazione: eMac G4 700 Mhz, 384 MB di Ram, GeForce 2 con 32MB, MacOS X 10.2.6
Eta' dei giocatori Per tutte le età
Confezione Multipiattaforma No