RainBow Six: Rogue Spear
di Filippo Ciarlora

Confezione
Sulla copertina della confezione e' raffigurato un uomo in divisa mimetica bianca (come quelle che si utilizzano per missioni in mezzo alla neve) mentre sta puntando la sua arma verso un bersaglio. Trova spazio anche una scritta la quale specifica che é inclusa anche l'espansione ufficiale denominata "Urban Operations".
Sulla parte posteriore ci sono otto schermate relative al gioco, una breve introduzione alla trama, le maggiori novità introdotte rispetto al precedente titolo (già recensito qualche tempo fa su ilmioMac) ed anche un indirizzo internet relativo ad Infogrames.
Dentro alla scatola troviamo la custodia con due CD (uno per l'installazione e l'altro per giocare), un depliant promemoria con indicati tutti i tasti da usare ed il manuale in inglese di circa sessanta pagine. Sulle pagine del manuale é riportato anche l'inidirizzo internet di Red Storm Entertainment, la software house sviluppatrice del gioco.

Una cosa importante da sottolineare é il fatto che non occorre essere in possesso del primo Rainbow Six per giocare a Rogue Spear, qualcuno infatti potrebbe pensare che si tratti solo di una espansione.
Per ulteriori informazioni (in inglese) o eventuali acquisti possiamo rivolgerci anche al sito di MacSoft, casa editrice per la piattaforma Mac.
Voto: 4 su 5

Storia e scopo del gioco
Rogue Spear é il seguito del primo Rainbow Six e come il suo predecessore anche questo secondo episodio é tratto dai romanzi del famoso scrittore Tom Clancy.

Anche in Rogue Spear saremo ai comandi della squadra speciale anti terrorismo Rainbow Six. Tale squadra é capitanata sempre da John Clark, cioè un ex agente della CIA.

Ovviamente saremo noi ad impersonare John Clark e dovremo elaborare i piani e guidare le successive azioni per sventare la minaccia delle organizzazioni terroristiche.
Dovremo compiere una serie di missioni: nella prima ad esempio, un gruppo di estremisti Egiziani ha preso il controllo del Museo dell'Arte di New York durante la festa d'apertura di una mostra di antichità egiziane e minaccia di uccidere gli ostaggi. Il nostro primo compito quindi sarà quello di liberare gli ostaggi ed eliminare la resistenza opposta dai terroristi, il tutto tendendo presente che nessun civile deve restare ucciso.

La seconda missione é ambientata in Giappone, dove un gruppo di terroristi si é impadronito di una petroliera con la minaccia di fare esplodere tutto. Qui la faccenda é più delicata perché dobbiamo neutralizzare i terroristi prima che facciano esplodere la bomba.
Ogni missione si divide in due fasi: la prima (Planning Phase) é la fase di studio ed organizzazione dove si deve elaborare il piano, la seconda (Action Phase) é quella in cui dobbiamo scendere in campo e mettere in pratica il piano appena elaborato.
I luoghi in cui dovremo entrare in azione sono sparsi in varie parti del mondo e sono veramente realistici: un museo dell'arte a New York, un giacimento petrolifero nel deserto dell'Oman, una petroliera in Giappone, paesi devastati dalla guerra in Kosovo, un aereo jumbo e palazzi congressuali a Bruxelles, basi ed installazioni militari in russia e tanti altri posti ancora.
Voto: 4 su 5

Grafica e audio
Rispetto al primo Rainbow Six la grafica ha subìto dei buoni miglioramenti per quanto riguarda il dettaglio e i movimenti dei personaggi. Le uniformi ora sono più curate ed anche i volti sono più delineati; ottimi i movimenti soprattutto quando un personaggio viene colpito (il quale cade a terra con dei movimenti assolutamente realistici).
Il resto della grafica é rimasto pressoché invariato, tranne l'aggiunta di qualche effetto atmosferico (la pioggia e la neve) e visivo tipo la nuvoletta di alito ghiacciato dei personaggi quando ci troviamo nei paesi freddi.

Alcuni ambienti ci sembrano bene riusciti come ad esempio il villaggio distrutto in Kosovo, con le case e gli edifici che danno proprio l'idea di un paese devastato dalla guerra.
Gli ambienti interni sono abbastanza curati (molto sfarzosi in alcuni palazzi e ville) per quanto riguarda gli arredamenti delle varie stanze (camere da letto, servizi igienici, salotti, cucine, lavanderie, ecc.), ci sono quindi i mobili, quadri, sedie, poltrone, divani, librerie, elettrodomestici, apparecchiature elettroniche e altri accessori.
Negli ambienti all'aperto invece lo sfondo che rappresenta cielo é leggermente grezzo e approssimativo, poteva essere realizzato in maniera migliore.
Come nel precedente Rainbow Six anche in Rogue Spear non ci sono dei vistosi effetti speciali e giochi di luci.

Ottima, ancora una volta, la parte audio: le musiche di sottofondo sono eccellenti (sembrano quelle di un film) e danno proprio la senzazione di trovarci nel pieno di un'eroica impresa. Gli effetti sonori non sono da meno, si sente il rumore del traffico in lontananza, il sibilo del vento, il rumore dei passi, il frastuono dei macchinari, il rumore degli spari delle varie armi, le voci dei personaggi ed altri effetti ancora. Un particolare che ci é piaciuto é stato quando abbiamo colpito a morte un terrorista al volante di un'auto, che accasciandosi con la testa sul volante ha iniziato a fare suonare il clacson.
In generale la grafica non é allo stato dell'arte, molti titoli sono migliori sotto questo punto di vista, comunque c'é da dire che Rogue Spear é un gioco che non punta tutto sulla grafica ma nella combinazione tra strategia ed azione.
Voto: 3,5 su 5

Giocabilita'
Se abbiamo già giocato al precedente titolo non avremo nessun problema, in quanto il tutto é rimasto invariato (l'interfaccia ha subìto qualche cambiamento con l'aggiunta di alcuni pulsanti). Viceversa ci vorrà un po più di tempo per capire come funziona il sistema di gioco.

Come abbiamo già detto il tutto si divide in due fasi: quella di studio del piano e quella dell'azione vera e propria.

Nella fase di studio dobbiamo elaborare il piano tracciando i percorsi da seguire e possibilmente sincronizzando i movimenti tra i nostri gruppi.
Nella fase di azione Rogue Spear si gioca come essenzialmente come un gioco sparatutto in 3D e si controlla il tutto con il mouse e tastiera (teniamo sempre a portata il promeroria che ci illustra i tasti da usare).

Nella fase di piano (Planning Phase) ci vengono illustrati gli obiettivi della missione (libera gli ostaggi, disinnesca la bomba, neutralizza i terroristi, ecc.). Successivamente dobbiamo scegliere una squadra (massimo otto membri alla volta per missione) tra la rosa a nostra disposizione; ogni personaggio ha caratteristiche diverse quali capacita' fisiche, mentali, armi preferite ed abilita' varie.
Dobbiamo poi fornire alla squadra l'equipaggiamento: divise ed uniformi, giubbotti antiproiettile, vari tipi di armi, bombe ed altri accessori tipo il sensore di battiti cardiaci o dispositivi elettronici.

La squadra deve essere divisa in gruppi di fuoco, possiamo scegliere tra quattro colori: Red (rosso), Green (verde), Blu e Gold (oro).
Il passo successivo consiste nel progettare l'attacco vero e proprio, stabilendo il percorso tramite dei punti di passaggio (waypoint) che ogni squadra dovra' seguire. Per stabilire il percorso c'e' una mappa che ci indica anche la posizione dei terroristi e dei punti chiave per la riuscita della missione (ad esempio ci indica dove é collocata la bomba). Possiamo inoltre impartire degli ordini speciali con il menu Special Action e Go code.

Si sceglie il gruppo con il quale vogliamo iniziare (possiamo comunque passare da uno all'altro durante il gioco) e si parte all'azione.
Nella fase d'azione (Action Phase) dobbiamo mettere in pratica il piano appena elaborato. Da adesso in poi Rogue Spear si gioca quasi come uno sparatutto, la visuale e' in prima persona (possiamo scegliere anche quella in terza) ed il tutto si svolge in tempo reale. Quando controlliamo un gruppo in realta' muoviamo solo il comandante mentre e gli altri ci seguono. Per fortuna l'intelligenza artificiale é migliorata (anche quella dei terroristi però!), ora i nostri uomini si spostano e non ci ostruiscono più come nel precedente episodio (nel primo Rainbow Six ci trovavamo spesso con i nostri uomini che non si spostavano per farci passare, rischiando di essere facilmente colpiti dai nemici).

Il realismo dell'azione é impressionante, in alcune missioni se i terroristi ci vedono corrono a dare l'allarme e in ogni caso non ci pensano due volte prima di spararci. Bisogna quindi stare attenti ed agire con cautela perché ci basta un colpo ben assestato per rimetterci le penne.

In tutte le missioni ci viene offerta l'opportunità di partire con un piano predefinito, ottimo espediente per chi vuole passare subito all'azione (anche se le maggiori soddisfazioni si ottengono elaborando piani di propria invenzione).
Voto: 3,5 su 5

Interesse
C'é molto da giocare in Rogue Spear, le missioni che formano la campagna completa sono diciotto, alle quali vanno aggiunte quelle relative all'espansione Urban Operations, che portano il totale a ben oltre la ventina.
Inoltre, quando completiamo una missione con successo, se vogliamo possiamo giocarla e rigiocarla in tre modalità a partita singola: Pratice Mission, Lone Wolf e Terrorists Hunt (altre modalità sono disponibili nell'espansione Urban Operations).
In Lone Wolf siamo soli contro una trentina di terroristi e dobbiamo andare dalla zona di arrivo (insertion zone) alla zona di fuga (extraction zone) senza farci uccidere.

In Terrorist Hunt invece possiamo portare con noi una intera squadra e dobbiamo neutralizzare tutti i terroristi.
Nella Pratice Mission possiamo provare e riprovare una missione senza che essa abbia effetti sulla campagna in progresso.
Tornando a parlare dell'espansione si deve dire che essa aggiunge (oltre a nuove missioni, armi, mappe e modalità di gioco) la possibilità di creare missioni personalizzate, in cui siamo noi a scegliere tutti i parametri principali come mappa, numero di terroristi, tipo di obiettivi e altre variabili.
Non manca la possibilità di giocare in multiplayer sia in rete locale LAN sia su internet al servizio www.gameranger.com.
Rogue Spear non ci stancherà tanto facilmente anche perché ogni missione può essere giocata e rigiocata in tante maniere e non c'é una regola fissa per completare gli obiettivi.
Voto: 5 su 5

Pregi
- Alta sensazione di realismo e ottima combinazione tra strategia e azione
- Ambientazioni realistiche
- Espansione Urban Operation compresa nel gioco
- Migliorata l'intelligenza artificiale e i movimenti dei personaggi

Difetti
- Stile di gioco non immediato
- Grafica non eccezionale

Considerazioni finali
Chi ha già giocato al precedente titolo Rainbow Six e si é divertito non ci pensi due volte ad acquistare questo appassionante seguito, possiamo assicurare che non ne rimarrà deluso.
Chi invece non ha dimestichezza con questo genere dovrà avere un poca di pazienza per acquisire lo stile di gioco, certo é che una volta acquisita la necessaria padronanza con i vari comandi la soddisfazione di completare una missione é enorme.
Dal punto di vista tecnico Rogue Spear é un buon prodotto che riesce a combinare molto bene la strategia e l'azione pura sul campo sebbene lo stile di gioco non sia proprio semplicissimo.
Voto: 4 su 5


Nome Gioco Rainbow Six: Rogue Spear
Produttore e Sito Infogrames & Red Storm Entertainment
Distribuito in Italia da: Melaeffe
Prezzo al Pubblico 52,20 Euro (iva comp.)
Requisiti di sistema - MacOS 8.5 o successivi, MacOS X incluso
- Processore Power PC G3 a 300 Mhz o superiore
- 96 MB di memoria RAM
- 84 MB su Hard Disk per l'installazione minima
- Scheda video accellerata con 8 MB di memoria VRAM
Provato con questa configurazione: iMac DV 400 Mhz, 384 MB di Ram, ATI RAGE 128 con 8MB VRAm, MacOS 9.2 e MacOS X
Eta' dei giocatori Dai 13 anni in su
Confezione Multipiattaforma NO


Leggi le altre recensioni di giochi apparse su "ilmioMac"
/messages/4161/767.shtml?1013444990">Partecipa al Forum di ilmioMac dedicato ai giochi su Mac con trucchi e scambio di opinioni