Star Trek
Elite Force II
di Filippo Ciarlora

Confezione
Sulla copertina della confezione, oltre al titolo del gioco, sono disegnati alcuni tra i personaggi principali della serie Star Trek: il tenente Munro (il nostro alter-ego), Murphy e Chell.
Sulla parte posteriore invece ci sono quattro schermate di gioco, vengono descritte le caratteristiche principali, c'è una breve introduzione della trama
e l'indirizzo della software house sviluppatrice del gioco: www.aspyr.com.
Dentro alla confezione di S
tarTrek Elite Force II troviamo la custodia con due cd ed un manualetto in inglese di circa 30 pagine (che fa anche da copertina alla custodia dei cd) e la scheda postale per la registrazione facoltativa.
Sul fondo della scatola sono riportati i requisiti di sistema.
Voto: 3 su 5

Storia e scopo del gioco
Star Trek Elite Force II è il seguito del primo "Star Trek Voyager" e quindi ci troviamo di fronte ad un gioco di azione in 3D con visuale in prima persona che ci riporta nelle atmosfere della famosissima ed omonima serie televisiva e cinematografica.
In questo secondo episodio impersoneremo nuovamente il tenente Alexander Munro, cioè il leader della squadra speciale chiamata "Hazard Team" (una squadra addestrata per compiere le missioni più pericolose).
Tutto ha inizio dopo il nostro trasporto all'interno di una Sfera Borg (una sorta di enorme astronave di forma sferica) con una precisa missione: disabilitare il campo di forza per permettere all'astronave Voyager di fuggire dall'interno della Sfera Borg.
Questa sarà solo la prima delle tante missioni che ci verranno affidate e dopo il recupero dell'astronave Voyager dovremo compiere altre missioni pericolose come ad esempio esplorare astronavi abbandonate nello spazio, aiutare altre razze aliene, assaltare astronavi nemiche, fuggire da situazioni pericolose e naturalmente combattere con i numerosi menici che incontreremo nel corso dell'avventura (Borg, mostri alieni, Klingon, ecc.).
Ci troveremo a combattere dentro enormi astronavi, in stazioni spaziali orbitanti, città sotterranee, mondi vulcanici, pianeti di ghiaccio, paludi e altri ambienti.
Come nel precedente episodio, durante il gioco verremo quasi sempre affiancati da un certo numero di compagni della squadra che ci aiuteranno nella missione in corso e soprattutto durante le sparatorie contro i nemici.
I nostri compagni sono comunque controllati in automatico dal gioco e non possono morire se non è previsto dalla trama del gioco.
La sceneggiatura è molto curata e ci sono moltissimi filmati sia durante le missioni sia tra un livello e l'altro (i filmati sono realizzati con lo stesso motore grafico del gioco).
Una novità di rilievo, oltre alle tante nuove armi, è l'uso del tricorder, uno scanner indispensabile per riparare ed attivare strumenti di vario tipo (per attivare generatori, per aprire porte bloccate, sabotare impianti nemici, ecc.).

Si può giocare anche in multiplayer: in "HoloMatch" possiamo scegliere di giocare contro bot controllati dal computer (SoloMatch) oppure contro altri giocatori attraverso internet o in rete locale.
La sezione multiplayer prevede circa una quindicina di arene, varie possibilità di configurazione e ben dieci modalità di gioco (oltre ai classici Deathmatch, Capture The Flag, ci sono alcune novità come Bomb Defusion, Action Hero, Disintegration, ecc.).
Voto: 5 su 5

Grafica e audio
Elite Force II (come il precedente episodio) usa il motore grafico di Quake III Arena, un motore che ha già qualche anno sulle spalle ma che dobbiamo dire ancora in grado di restituire una grafica molto piacevole.
Anche se ormai ci sono motori grafici più evoluti come quello di Unreal Tournament 2003 che gli sono superiori l'engine di Quake III Arena si difende ancora piuttosto bene.
Si sente il peso dell'età soprattutto sulla qualità e la spigolosità di alcune tipologie di texture come quelle che rivestono le pareti e l'oggettistica.
Il punto forte di Elite Force II sono gli spettacolari effetti luminosi scaturiti dagli spari delle bellissime e fantascentifiche armi in dotazione: raggi laser, sfere di luce, fasci energetici, scariche elettriche, bagliori ed eslposioni tutte rigorosamente dai colori molto sgargianti.
Gli ambienti, soprattutto quelli interni, sono ricchi di fonti luminose (fari, lampade, pannelli, insegne, luci che corrono lungo le pareti, quadri elettrici, circuiti lampeggianti, ecc.) che creano una atmosfera molto suggestiva grazie a giochi di luci colorate ed ombre.
Decisamente bene realizzati i vari fumi, sia quelli prodotti del fuoco sia quelli gassossi che ad esempio escono dalle tubature o dalle griglie di protezione.
Migliorata la realizzazione dei vari personaggi nelle skin e nei movimenti (ora quando vengono colpiti cadono in maniera più naturale) soprattutto nei riguardi degli alieni della razza Borg che ora si presentano con movimenti più fluidi e meno meccanici (ottima la cura prestata nella realizzazione dei membri dell'equipaggio dell'astronave Voyager).

Riuscita la parte sonora con musiche epiche tratte dalla serie televisiva e cinematografica, le quali aumentano decisamente il coinvolgimento e l'atmosfera all'interno dell'azione di gioco. Le musiche sono di ottima qualità e si adattano perfettamente alle ambientazioni ed allo stile di gioco.
Molti gli effetti sonori, anch'essi di elevata qualità, a partire dai rumori dei colpi delle armi fantascentifiche, il rumore dei macchinari, lo sfiato dei gas che escono dalle tubazioni, vari rumori ambientali fino ad arrivare ai numerosi dialoghi tra i personaggi.
Voto: 4 su 5

Giocabilita'
Elite Force II mantiene l'ottima giocabilità che caratterizzava il primo episodio, lo stesso discorso vale per i controlli molto precisi e veloci.
L'interfaccia é migliorata ed è ancora più semplice e ci permette ovviamente di salvare la nostra posizione in qualsiasi momento.
Anche lo schema in cui sono organizzati i livelli ha mantenuto lo stesso stile e quindi non ci troveremo mai in ambienti troppo complicati da esplorare, così non dovremo girare per ore ed ore alla ricerca di un passaggio o di una leva.
Una novità assoluta è data dall'uso molto intenso che dovremo fare del "tricorder", cioè un congegno elettronico che ci permetterà di rimettere in funzione macchinari fuori uso, aprire porte bloccate, rilevare tracce, sabotare impianti nemici e così via.
Durante le missioni quindi non dovremo solamente sparare ai nemici ma anche eseguire dei compiti specifici (attivare o disattivare un dispositivo elettronico, proteggere o andare a liberare un compagno, sabotare le armi nemiche, fuggire dall'astronave che sta esplodendo, ecc.).
Come nel primo episodio durante le missioni non saremo quasi mai da soli ma verremo accompagnati da alcuni membri del team (sono controllati dal computer e ci seguono in base ai nostri spostamenti).
Le armi a nostra disposizione sono decisamente migliorate, sono sempre tutte dotate di fuoco secondario e sono aumentate di numero (fucili al laser e di precisione, lanciagranate, cannoni al plasma, mitragliatori, spade, ecc.).
Anche stavolta in alcune missioni all'interno del Voyager non avremo le armi, si tratta infatti di livelli con compiti particolari (per lo più di addestramento).
Peccato solo per i caricamenti che sono un pò troppo frequenti e talvolta anche di una certa durata, questo comunque era un difetto presente anche nel primo Elite Force.
Voto: 4,5 su 5

Interesse
I livelli che dovremo completare per portare a termine tutta l'avventura (in single player ovviamente) sono molti e rispetto al primo episodio ci sembrano più vasti anche se, dobbiamo ripeterlo, non sono mai troppo difficili da esplorare.
Una delle caratteristiche più entusiasmanti è il fatto di procedere in squadra con altri membri del team. Questa particolarità aumenta di molto il coinvolgimento del giocatore in quanto i nostri compagni sono dotati di una buona intelligenza artificiale, a volte ci chiederanno di coprirli oppure ci difenderanno nei momenti di difficoltà.
In ogni caso le sparatorie in squadra contro i nemici rappresentano una delle caratteristiche più avvincenti del gioco.
Star Trek Elite Force II é un gioco molto divertente e sicuramente ci terrà impegnati per molte ore prima di portare a termine l'avventura.

Una volta che avremo portato a termine le tante missioni previste Star Trek Elite Force II non mancherà di divertirci ancora con la sezione multiplayer per entusiamanti sfide contro i nostri amici in internet o in rete locale.
L'implementazione multiplayer infatti si è arricchita di nuove funzioni e modalità di gioco (ben dieci modalita!) anche se le arene disponibili rispetto al primo episodio sono diminuite (ora ne abbiamo circa una quindicina contro le venti del precedente episodio).
Possiamo giocare in SoloMatch (contro avversari controllati dal computer) e MultiMatch (si gioca in internet o in rete locale contro avversari controllati da giocatori umani).
Voto: 4 su 5

Pregi
- Giocabilità eccellente
- Ottimi effetti luce
- Armi molto fantasiose e divertenti da usare
- Elevato coinvolgimento del giocatore dettato dal fatto di procedere in squadra
- Ben 10 modalità di gioco per il multiplayer

Difetti
- Non ci sono i sottotitoli in italiano nei dialoghi
- I caricamenti sono un pò troppo frequenti
- Ci sono meno arene per il multiplayer rispetto al primo episodio
- Alcuni particolari grafici di mediocre qualità

Considerazioni finali
Rispetto al primo episodio Elite Force II ha mantenuto intatti tutti gli aspetti positivi come la giocabilità ed il coinvolgimento del giocatore nell'avventura in single player e ci sono piaciute molto le armi in dotazione.
Le opzioni e le modalità di gioco nel multiplayer (denominato MultiMatch) sono aumentate anche se le arene ora sono di meno.
Restano purtroppo i frequenti caricamenti anche durante lo stesso livello (anche se non è un difetto di vitale importanza) ed alcune texture di mediocre qualità.
Elite Force II riprende temi, stile ed ambientazioni e personaggi della serie televisiva e cinematografica (il comandante Jean Luc Picard è doppiato dallo stesso attore che lo interpreta nella serie) ed è un gioco consigliato agli appassionati della serie di Star Trek ed a tutti quelli che cercano uno sparatutto in prima persona da giocare sia in single player sia in multiplayer.
A chi ha già giocato con il primo episodio possiamo solo dire che questo seguito è migliore.
Un'ultima nota per quanto riguarda i requisiti di sistema: anche se le richieste parlano di un processore a 733 Mhz, Elite Force II ha girato tranquillamente sul nostro eMac con G4 a 700 Mhz .
Infine, ecco due link utili per approfondire il mondo della serie Star Trek:
- Sito ufficiale del gioco: http://www.st-ef2.com/
- Sito ufficiale di Star Trek : http://www.startrek.com/

Voto: 4,5 su 5


Nome Gioco Star Trek Elite force II
Produttore e Sito Aspyr
Distribuito in Italia da: UpWare
Prezzo al Pubblico 50 Euro IVA compresa
Requisiti di sistema - Processore G3, G4 o G5 a 733 mhz o superiore
- 256 MB di memoria Ram
- scheda video accellerata con 16 MB di Vram
- 1,05 GB di spazio su hard disk
- Mac OS 10.1.5 o successivo
- Modem a 56k per giocare in internet
Provato con questa configurazione: eMac a 700 Mhz, 384 MB di Ram, GeForce2 con 32MB VRAm MacOS X 10.3.1
Eta' dei giocatori Da 13 anni in su
Confezione Multipiattaforma NO