Unreal Tournament 2003

di Filippo Ciarlora

Confezione
Sulla copertina della confezione, oltre all'ormai celebre logo di Unreal Tournament, vi sono disegnati tre guerrieri che imbracciano altrettanti armi da fuoco fantascientifiche.
La copertina si può aprire come una pagina, all'interno della quale possiamo vedere alcune schermate di gioco.
Sulla parte posteriore ci sono altre schermate di gioco e vengono descritte le caratteristiche principali del prodotto (effetti grafici, tipologie di armi, ambientazioni, ecc.). La caratteristica più importante però è il riquadro che specifica l'aggiunta di due bonus pack compresi nel gioco: Epic Bonus Pack (con 10 mappe aggiuntive, 3 nuove tipolgie di gioco e due nuove combo) e Digital Extremes Bonus Pack (6 nuove mappe aggiuntive).
Sulla parte sotto alla scatola sono come al solito elencate le richieste di sistema.
Una volta aperta la confezione troveremo all'interno la classica custodia in plastica usata per i cd audio con i due cd necessari all'installazione ed un essenziale manualetto (che fa anche da copertina alla custodia stessa) di circa trenta pagine in lingua inglese.
Unreal Tournament 2003 è sviluppato da Epicgames e pubblicato per Macintosh da MacSoft.
Voto: 3 su 5

Storia e scopo del gioco
Finalmente è arrivato sui nostri monitor Unreal Tournament 2003, il seguito del fantastico gioco che vinse il titolo di "Gioco dell'anno".
Stiamo parlando del primo Unreal Tournament, il grandioso titolo sviluppato da Epic Games e che viene distribuito per la nostra piattaforma da MacSoft.
Unreal Tournament 2003 è quindi la seconda edizione dello storico sparatutto che, assieme all'altra pietra miliare degli sparatutto "Quake 3 Arena", ha segnato la svolta dei videogiochi a tornei in rete.

Unreal Tournament 2003 può essere giocato individualmente in single-player, contro dei bot controllati dal computer, oppure contro altri avversari umani in multiplayer via LAN (rete locale) o via Internet.

Nelle partite individuali si deve progredire in un torneo, giocando da soli o in una squadra di guerrieri di propria scelta, affrontando il nemico in varie modalità di combattimento (le stesse che possiamo affrontare in multiplayer).
Se si vince (sia da soli, sia assieme alla nostra squadra) si sale in classifica fino a giungere allo scontro finale che incorona il campione assoluto del torneo.
In alternativa possiamo scegliere la voce "Istant Action", la quale ci permette di scegliere qualsiasi tipologia di gioco e qualsiasi mappa disponibile senza partecipare al torneo (in pratica una partita singola).

La sezione multigiocatore del gioco, comunque, è quella più impegnativa ma anche la più divertente ed entusiasmante.
Si devono affrontare da soli o in squadra altri giocatori o squadre (sempre via LAN o via Internet) sfruttando le diverse modalità multigiocatore di Unreal Tournament 2003.

Queste le tipologie di combattimento:

  • DeathMatch: è la classica sfida dove tutti combattono ognuno per se stesso e l'unica regola è quella di eliminare un certo numero di nemici, vince la partita chi arriva per primo ad eliminare il numero di nemici richiesto.
  • TeamDeathMatch: come nel DeathMatch, solo che invece siamo divisi per squadre (la rossa e la blu) e dobbiamo eliminare i componenti delle squadra avversaria per vincere la partita.
  • Capture The Flag: la nostra squadra deve rubare la bandiera nella base avversaria e portarla alla propria base per ottenere i punti indispensabili a vincere la partita.
  • Double Domination: ogni livello ha due punti chiave da dominare (A e B). Per ottenere il punteggio la nostra squadra deve "catturare" entrambi i punti "A" e "B" (semplicemente passando sopra al punto) e tenerne il possesso per almeno 10 secondi. Ogni volta che una squadra detiene il possesso di entrambi i punti per i 10 secondi ottiene dei punti. Vince la squadra che arriva per prima a totalizzare il punteggio richiesto.
  • Bombing Run: si deve raccogliere e portare una sfera fino alla porta avversaria lanciandola dentro. Se entriamo direttamente nella porta avversaria con la sfera in nostro possesso il punteggio ottenuto sarà più elevato. Vince la squadra che arriva per prima a totalizzare il punteggio richiesto.
  • Last Man Standing: si tratta di una sorta di Death Match, con la differenza sostanziale però che si devono eliminare tutti i nemici e vince chi resta vivo per ultimo.
  • Invasion: assieme ai membri del team dobbiamo resistere il più a lungo possibile alle invasioni dei mostri che ci attaccheranno senza tregua (alcuni mostri sono ripresi addirittura dal primo "Unreal").
  • Mutant: in questa tipologia si deve cacciare il guerriero mutante (avvolto da una livrea che lo rende quasi invisibile), se lo uccidiamo diveniamo a nostra volta un mutante e dobbiamo eliminare gli altri guerrieri, tenendo presente che quando siamo mutanti il punteggio sarà maggiore per ogni uccisione effettuata. Vince chi arriva prima al punteggio stabilito.
Voto: 5 su 5

Grafica e audio

Già nella versione demo avevamo potuto apprezzare l'incredibile resa estetica del nuovo motore grafico di Unreal Tournament 2003 (Unreal Warfare).
Questo nuovo motore grafico è di molto superiore rispetto al "vecchio" Unreal Tournament.
Le nuove mappe sono stupende e le ambientazioni sono decisamente azzeccate: ci troveremo a combattere all'interno di basi spaziali dall'aspetto metallico, in castelli dallo stile gotico, in satelliti orbitali attorno alla luna e pianeti, tombe egizie, fortezze infernali e tante altre locazioni molto fantasiose.
La grafica è estremamente sofisticata ed accurata con numerosi effetti luce, superfici dei materiali realistiche e animazioni incredibilmente fluide.
Il rovescio della medaglia è che per far girare Unreal Tournament 2003 al massimo delle opzioni grafiche bisogna disporre di un hardware assai potente: PowerPC G4 a 700 Mhz (raccomandato 1 Ghz), 256 MB di Ram (512 MB raccomandati), scheda video con almeno 32 MB di memoria (64 raccomandati), il modem (minimo 33,6 Kbps) per giocare in internet e la scheda ethernet per giocare in rete.
Sulla configurazione da noi provata (eMac a 700 Mhz, 384 MB di Ram, Geforce2 con 32 MB e OS X 10.2.6) Unreal Tournament 2003 ha girato abbastanza discretamente con la opzioni grafiche impostate su "normal". Con le opzioni grafiche al massimo invece il nostro eMac ha sofferto un po' soprattutto nelle mappe all'aperto e con tanti giocatori contemporaneamente.
Dal punto di vista tecnico abbiamo potuto ammirare gli spettacolari effetti luminosi prodotti dalle armi (raggi laser, esplosioni, raggi energetici colorati, ecc.), le esalazioni dei fumi dalle griglie di aerazione, la scia di fumo dei missili del lanciarazzi, le luci ambientali (fari, torce, pannelli luminosi, ecc.) e l'incredibile effetto dei riflessi dinamici dell'acqua sui muri circostanti.
La gestione delle luci e delle ombre (una delle migliori caratteristiche grafiche del motore di Unreal) quindi rimane eccellente anche in questo Unreal Tournament 2003; quando ad esempio spariamo su una parete vediamo le scintille rimbalzare sulla parete stessa e che si illumina per effetto della luce dei colpi. Anche la nostra arma cambia di colore e di intensità luminosa a seconda dell'ambiente circostante.
Le superfici dei materiali sono molto realistiche, in particolare le rocce, le pareti in muratura e quelle metalliche (vediamo anche le bullonature, la ruggine, le ammaccature, ecc.), ci sono inoltre anche superfici dall'aspetto cromato che riflettono le luci e gli oggetti attorno.
Ottima anche la realizzazione della vegetazione con l'erba realizzata filo per filo ed il fogliame con i singoli rami che si muovono sotto l'azione del vento.
Ottimi anche i movimenti e l'aspetto dei personaggi, dei quali possiamo nettamente distinguere i tratti somatici dei volti ed i particolari delle armature, che ora quando vengono colpiti cadono in maniera più naturale oppure vengono sbalzati via per effetto dell'onda d'urto delle esplosioni e dei colpi.
Eccellente anche l'audio con musiche dai toni epici che fanno salire l'adrenalina a mille.
Gli effetti sonori poi ci immergono totalmente nella battaglia: gli spari ed il rumore delle armi, il rimbombo delle esplosioni, le urla ed i commenti dei combattenti, il rumore dei macchinari e così via.
Voto: 5 su 5

Giocabilita'

Unreal Tournament 2003 è, come il suo predecessore, estremamente giocabile e già dopo pochi minuti di gioco si ha il pieno controllo dei movimenti e della situazione (uno dei requisiti fondamentali per decretare il successo di un gioco di azione è l'immediata giocabilità).
I controlli sono pressochè prefetti: rapidi, veloci e precisi con un' ottima risposta ai comandi.
A nostro avviso il modo migliore per controllare il personaggio è dato dall'accoppiata mouse-tastiera, anche se magari alcuni giocatori potranno preferire altre periferiche come gamepad o joystick.
L'interfaccia grafica dei menu è eccellente e possiamo impostare tante funzioni (n. di giocatori, tipologia e regole di combattimento, difficoltà di gioco, dettagli grafici, ecc.) con semplicità.
Durante l'azione di gioco vediamo, oltre all'arma che stiamo impugnando, il livello di energia, le munizioni restanti ed il tipo di arma in basso allo schermo mentre sulla parte alta ci sono i punteggi (numero di nemici eliminati, quante bandiere abbiamo catturato, ecc.).
Come possiamo bene immaginare non possiamo salvare la nostra posizione in quanto ogni partita è indipendente dalle altre e dobbiamo vincerla per accedere all'arena successiva (tranne che nella modalità "Istant Action" dove possiamo scegliere qualsiasi arena).
L'intelligenza artificiale dei bot controllati dal computer è molto buona ed equilibrata anche se ovviamente giocare contro avversari umani è più appagante e coinvolgente.
Le armi da impugnare sono ben dodici, alle quali si aggiungono anche due super-armi caratterizzate da un'elevato potenziale distruttivo (anche noi possiamo lasciarci la pelle se le usiamo in modo incauto), alcune sono abbastanza simili a quelle viste in Unreal Tournament (fucile al plasma, mitragliatore, lanciarazzi, il mitico reedemer, ecc.) mentre altre sono completamente nuove (Lightin Gun, Ion Cannon, ecc.) e addirittura ne abbiamo una, la Ion Painter, con cui possiamo effettuare l'attacco via satellite (bisogna mirare con il raggio laser sull'obbiettivo per almeno 5 secondi).
Le arene, rispetto al precedente Unreal Tournament, sono più vaste e si ambientano sia in spazi chiusi che aperti; tutto questo rende gli scontri più avvincenti anche considerando il fatto che possiamo impartire dei veri e propri ordini creando così dei giochi di squadra per avere la meglio sui nostri avversari.
Voto: 5 su 5

Interesse

In questa versione di Unreal Tournament 2003 per Mac possiamo giocare su circa cinquanta di arene con otto modalità di gioco, scegliendo tra oltre 35 guerrieri divisi in 6 razze diverse (questo grazie ai due bonus pack compresi nel gioco).
Oltre alla modalità "single-player" abbiamo molto apprezzato quella "Instant Action" che ci permette di entrare subito nel vivo dell'azione senza dover partecipare al torneo (molto utile per fare pratica).
Naturalmente Unreal Tournament 2003 offre il meglio di se' quando giocato in "multiplayer" contro altri giocatori, si potranno in tal caso organizzare tattiche e veri e propri giochi di squadra, sia in rete locale sia in internet.
Crediamo inoltre che tra non molto verranno realizzate anche altre mappe aggiuntive da scaricare via internet che allungheranno sicuramente la vita di gioco di Unreal Tournament 2003.

Voto: 5 su 5

Pregi

- Grafica ed effetti luce allo stato dell'arte

- Tante opzioni per il multiplayer con ben otto modalità di gioco
- Combattimenti divertenti e coinvolgenti con la possibilità di organizzare giochi di squadra

- Tantissime arene ottimamente progettate dalle ambientazioni stupende
- Giocabilità immediata

Difetti

- Alte richieste di sistema
- Occupa oltre 2 Gb di spazio su hard disk

- Molto crudo e violento, per cui non è adatto ai più piccoli

Considerazioni finali

Eravamo ansiosi di provare questo Unreal Tournament 2003, anche perchè il primo episodio è uscito da qualche anno oramai.
L'attesa comunque ci viene ripagata con un prodotto dalla grafica eccezionale, probabilmente la migliore vista finora su un gioco del genere, armi di nuova concezione, oltre 35 personaggi che si muovono con una sofisticata modellazione fisica, caratteristiche di gioco inedite ed una cinquantina di nuove arene su cui combattere.
La casa sviluppatrice Epic Games definisce Unreal Tournament 2003 come uno sport del futuro, frenetico e spietato, in cui i guerrieri si affrontano come i gladiatori dell'antica Roma per decidere chi è il più forte.
La differenza tra vittoria e sconfitta è una questione di riflessi fulminei, armi straordinarie e la capacità di usarle al meglio.
Secondo noi Unreal Tournament 2003 è un vero e proprio capolavoro e crediamo che possa possa ripetere l'enorme successo del primo episodio e diventare il nuovo punto di riferimento per gli sparatutto in prima persona (ora però aspettiamo la risposta di Id Software... magari con un "Quake IV").
Pertanto non possiamo fare altro che consigliarvi l'acquisto di questo stupendo gioco, un vero e prorio "must" per ogni un mac-gamer che si rispetti.
Infine, ecco una serie di utili link per esplorare ulteriormente il mondo di Unreal Tournament 2003:
- www.unrealtournament2003.com
- www.epicgames.com
- www.macsoft.com
- http://www.us.atari.com

Voto: 5 su 5


Nome Gioco Unreal Tournament 2003
Produttore e Sito

MacSoft e Epic Games

Distribuito in Italia da: Upware
Prezzo al Pubblico 65 Euro iva comp.
Requisiti di sistema - Processore PowerPC G3 o G4 a 700 Mhz o superiore (consigliato 1 Ghz)
- 256 MB di memoria Ram (512 consigliati)
- Mac OS X 10.2.6 e successivi
- 3 Gb di spazio su hard disk
- Scheda video ATI Radeon o GEForce 2 con 32 MB di Vram
Provato con questa configurazione: eMac G4 700 Mhz, 384 MB di Ram, nVIDIA GeForce 2con 32MB VRAm e Mac OS X 10.2.6
Eta' dei giocatori Dai 14 anni in su
Confezione Multipiattaforma NO