Video Facile - Seconda puntata
Collegare al Mac telecamera o videoregistratore analogici (senza Firewire/DV/iLink)

di Settimio Perlini

Ed eccoci alla seconda puntata del nostro appuntamento sul video facile.

Ci dedicheremo ad esaminare la possibilita' di collegamento ai Mac con Firewire di vecchie telecamere, videoregistratori, ricevitori satelitari, sintonizzatori TV esterni come SmarTV Magnex

Come abbiamo visto nella prima puntata (che vi invitiamo a consultare per capire la differenza tra uscite analogiche e digitali), se si possiede una normale telecamera con uscita Digitale, DV, iLink, Firewire o 1394 o comunque la volete chiamare, il collegamento al Mac e' facilissimo.

Ma se abbiamo una telecamera VHS, VHSC, 8, HI8, un comune Videoregistratore o anche un tuner video o satellitare? E se vogliamo registrare il nostro Filmato elaborato sul Mac su un VHS?

Soluzioni Esterne: il convertitore Analogico Digitale
In questo caso, avendo un Mac gia' con prese Firewire la cosa piu' semplice ed immediata e' l'utilizzazione di un convertitore Analogico-Digitale.Soluzioni Esterne Firewire: i cosiddetti "box di conversione Analogico/Digitale"

Si tratta generalmente di uno scatolotto della piu' varia foggia che ha la capacita' di convertire il segnale Analogico (quello presente sulle prese VideoComposito e SuperVideo - quando presente) della vostra sorgente video e trasferirle insieme all'audio sull'ingresso Firewire del vostro Mac.


Funziona ovviamente anche alla rovescia: il segnale digitale viene convertito in segnale analogico permettendo la registrazione dei vostri filmati su qualsiasi videoregistratore o telecamera con ingresso video abilitato.

Il collegamento con la telecamera e' facilissimo e vi servono i normali cavi in dotazione che utilizzereste per uscire con i vostri filmati sul televisore.
Molto spesso nella dotazione della telecamera e' presente anche un adattatore SCART che non vi servira' in questa fase.

Tutti questi "scatolotti" sono dotati di ingresso videocomposito o supervideo: vi consigliamo di usare quest'ultimo se avete dispositivi S-VHS, S-VHSC o Hi8.
Ovviamente dovete scegliere i dispositivi compatibili con lo standard PAL: sulle pagine di MacProf abbiamo testato molti di quelli in commercio in Italia con foto e particolari: ecco l'elenco completo
- Director's Cut Miglia (versione 1 e 2)
- Dazzle Hollywood Brigde
- Formac Studio
(dotato di Tuner TV)
- Canopus 100

Inoltre abbiamo preparato una tabella comparativa con caratteristiche, dimensioni e collegamenti a confronto che trovate su questa pagina.
Per un ulteriore orientamento all'acquisto abbiamo in linea un test comparativo approfondito anche con schede PCI e dispositivi USB.


Soluzioni interne: Schede Video PCI

Se avete a disposizione un Mac Desktop come i G3 bianchi e blu, i piu' recenti G4 o G5 e comunque un PowerMac con processore 604, G3 e G4 potete montare una scheda PCI come quelle di Formac (che fornisce anche un sintonizzatore TV) o le Miromotion (nata per l'editing video analogico), mentre sui G4 e' possibile inserire la scheda Matrox RTMac che oltre ad altri benefici permette anch'essa l'acquisizione di video dalle porte analogiche incorporate (verificate la compatibilità di con Mac OS X, non è garantita per tutti i modelli!)

Le soluzioni indicate hanno diversi risultati qualitativi e potranno soddisfare diverse esigenze.



La Formac TV (che gira solo su Mac OS 9 al momento) nasce per servire l'utente occasionale che necessita di acquisire piccoli filmati per il multimedia con dimensione finale ridotta (di solito 320x240 pixel).

La Miromotion e' stata ed è una delle soluzioni - solo analogico - di punta per il mondo Mac, mentre la piu' costosa e completa RTMac di Matrox ha tante caratteristiche in piu' per l'editing video in tempo reale con applicazioni come FinalCut e Premiere.
La scelta e la relativa spesa dipende quindi dall'uso professionale, semipro o consumer che farete dei vostri video.

Esistono poi altre schede di acquisizione professionali (come quelle di Pinnacle) e ottime schede come quelle di Aurora (Igniter) dedicate alla sola acquisizione analogica ma non ce ne occupiamo in questa sede.

Soluzioni esterne di minore qualita': i convertitori video su USB 1.1

Per l'elaborazione di filmati QuickTime da utilizzare su presentazioni multimediali, CD ROM o per internet, la qualita' e la risoluzione del PAL pieno possono essere sovrabbondanti: in questo caso ci si puo' rivolgere tranquillamente ad un convertitore con interfaccia USB come il Interview 2 di XLR8 (non piu' in produzione) o altri modelli analoghi.



USB non e' una interfaccia nata per il video come lo e'Firewire ma se la qualita' ottenibile (non si va oltre il "mezzo Pal", 352x288 pixel) e' per voi soddisfacente, il costo diventa accessibile e vi permettera' di realizzare anche i Video CD che sfruttano il formato mezzo Pal o filmati Quicktime di dimensioni ridotte (vi consigliamo per questo VideoCD Builder - freeware).
Ovviamente non potrete utilizzarla per l'uscita video dal Mac sul VHS.
Gli attuali convertitori USB-TV in uscita non garantiscono un flusso dati sufficiente a presentare un video a pieno schermo senza perdita di frame e sono adatti per presentazioni statiche o animazioni a basso numero di frame per secondo ma...

.Sono disponibil i modelli Eskape Labs per Mac che dispongono di un chip Zoran che effettua la compressione in Mjpeg prima di inviare il segnale attraverso USB al computer ed Ŕ in grado anche di decomprimerlo per inviarlo al videoregistratore in uscita.
Noi abbiamo provato il modello con la sola entrata video (abbinato al tuner TV) e ve ne riportiamo le impressioni d'uso.


C'e' poi la possibilità di sfruttare la cattura Mpeg1 a due livelli di qualità del TV Eye USB di El Gato che dispone di un ingresso videocomposito e della capacità di registrare nel formato compresso.

Soluzioni esterne di maggiore qualita': i convertitori video su USB 2
Esistono in commercio convertitori Video basati su USB 2.0 ma per nessuno di essi a quanto ci risulta, e' stato realizzato un driver per Mac. C'e' pero' la possibilita'di usare l'ingresso audio video di un apparecchio più versatile quale il sintonizzatore USB 2.0 EyeTV EZ di Elgato che dispone come già detto di un ingresso ausiliario.
La qualità di registrazione dipende in questo caso dalla potenza di elaborazione del vostro Mac.

Per ottenere il massimo occorre almeno un doppio processore G5 altrimenti dovete limitarvi a registrare in qualita' Video CD con un G4 intorno al GHZ e SuperVideo CD con G4 singoli attorno a 1.5 Ghz.


Altre soluzioni esterne Firewire: una telecamera DV "passante" oppure Digital 8.
Esiste anche una ulteriore possibilita' di conversione che non coinvolge una scheda o un box ma un'altra telecamera.
In questo caso la telecamera deve avere come caratteristica dichiarata (oppure attivabile con un Widget) "Ingresso Analogico Abilitato" o "AV IN".
La sola indicazione dell'input DV non e' sufficiente visto che il segnale dovra' entrare attraverso una presa in videocomposito o S-Video diretta o tramite adattatore Scart dalla vostra sorgente.

Tra le telecamere con Analogico in abilitata vi segnaliamo tutta la gamma recente di Canon che cha come suffisso la lettera "i" e quelleche vi segnaliamo in questo (non completo ma indicativo) elenco di video camere già abilitate o abilitabili con widget.

Le telecamere Digital 8 piu' recenti attivabili all'ingresso con un Widget o attivate al DV IN sono tutte anche abilitate all'analogico e permettono il passaggio diretto del segnale dalla sorgente analogica alla firewire del vostro Mac. I primi modelli di Sony, quelli con sigla TRV x10 non effettuavano il passaggio diretto ma era prima necessario registrare sul nastro DV e da qui trasferire attraverso Firewire sul Mac.

Ovviamente vi ricordiamo che se avete un nastro 8 o Hi 8, inserendolo in una videocamera Digital 8 potrete riversarlo direttamente sul Mac attraverso Firewire.

Controllate quindi se la vostra digicamera ha l'analogico in o è abilitabile, risparmierete l'acquisto di un convertitore ad hoc se l'unica funzione che richiedete è il semplice passaggio da analogico a digitale.

Da Digitale ad Analogico
Ovviamente una volta finito di montare il vostro filmato, avrete bisogno di riversarlo su un VHS o su un supporto analogico: gli stessi convertitori A/D sono in grado di farlo con efficienza.

Potete pero' sfruttare di nuovo la telecamera e questa volta puo' essere sufficiente che abbia abilitato il solo in ingresso DV (digitale): registrete il filmato montato "esportandolo" sulla telecamera con l'apposita funzione di iMovie e poi da questa, con le uscite analogiche (video composito e/o Supervideo - e/o adattatore SCART) la riverserete verso il videoregistratore VHS.

Non ci sara' alcuna perdita di qualita' percepibile nel filmato che esce dalla telecamera e avrete un "master" da cui effettuare molteplici copie del filmato stesso e la possibilita' di liberare il vostro Hard disk dai file preparatori e definitivi (magari fatene due copie su nastro da conservare in luoghi diversi per sicurezza).

Potete anche sfruttare la possibilitÓ che hanno quasi tutte le videocamere digitali di mostrare sull'uscita video composita o super quello che sta "entrando" nell'ingresso DV e mentre esportate verso la telecamera potete nello stesso tempo registrare sul VHS collegato alle prese analogiche.

(L'articolo sarà completato prossimamente con schemi e diagrammi)

Link utili:
La /messages/4160/143.shtml?1032634295">sezione Video Digitale del Forum di MacityNet
/messages/4160/143.shtml?1032634295">
La /messages/4160/459.shtml?1021882181">sezione Video Analogico del Forum di MacityNet

Il canale MacinTVinMac di ilmioMac

Il canale Video digitale di MacProf