Home Macity AggiornaMac IMac, la game console di Apple

IMac, la game console di Apple

L’iMac è da sempre una macchina che si rivolge al pubblico casalingo e come tale deve essere anche valutato sotto il profilo di chi lo utilizza per giocare. Questo è tanto più vero se si considera che nel corso degli ultimi mesi il numero di titoli disponibili per Mac è cresciuto in maniera esponenziale.

A fronte di questa rinascita Apple fino al lancio del nuovo iMac non aveva a disposizione macchine consumer realmente soddisfacenti. I “vecchio” iMac CRT, infatti, costringevano gli sviluppatori a compromessi sotto molti profili quando si trattava di convertire giochi da PC a Mac.

Ora molti di “colli d’imbuto” sono stati tolti di mezzo e con l’arrivo sul mercato dell’iMac TFT si può davvero dire che anche il settore consumer ha a disposizione una macchina davvero interessante.
A disposizione, prima di tutto, ci sono processori più potenti, fino a 800 MHz completi di unità  AltiVec. Ai “muscoli” del processore si somma uno schermo da 15′ a cristalli liquidi che equivale (o quasi) ad uno schermo 17 CRT.
C’è anche la possibilità  di connettere un maggior numero di periferiche USB (le porte sulla scheda madre ora sono tre anche se una e’ riservata alla tastiera che pero’ ne porta in dote altre 2), lo standard della stragrande maggioranza dei joystick e dei gamepad ma anche una “stazione” audio costituita o dagli speaker pro (visti in precedenza sui G4) abbinati ad iSub, i Soundstick di Harman Kardon o i piu’ economici Sonnet di JBL.

Ma il vero salto di qualità , più che su questi aspetti certo non marginali, l’iMac lo compie in fatto di accelerazione grafica. Viene infatti abbandonata l’ormai obsoleta Rage 128 in virtù della MX di Nvidia. Soprattutto Apple ha abbandonato i soli 16 MB di VRAM che costituivano un vero e proprio grattacapo per gli sviluppatori. Ora con 32 MB le cose andranno sicuramente meglio.
Chi storce il naso a fronte della scelta per i processori della seri GeForce MX invece che dei GeForce 3 sappia che la maggior parte degli sviluppatori da noi interpellati nel contesto del Macworld ha applaudito a questa scelta.
Secondo MacPlay, ad esempio, il chip MX di fatto è un vero e proprio standard nel mondo consumer PC mentre le GeForce 3 vendute sono relativamente poche anche per il loro costo non alla portata di tutti.
Di qui la scelta di molti, sempre nel mondo PC, di non ottimizzare i titoli per GeForce 3 ma per MX.
Tornando al Mac, momento solo Bungie avrebbe fatto una scelta diversa, questo per la necessità  di preparare i suoi titoli per X-BOX che usa un processore “parente” stretto del GeForce 3.
Non bisogna infine dimenticare che l’iMac sarà  la prima macchina di Apple a fare il boot da Mac OS X.
Questo consentirà  agli sviluppatori di lanciarsi senza più esitazioni nel rilascio di titoli specificatamente ottimizzati per il nuovo sistema operativo, il che nel caso dell’iMac significa anche ottimizzati per processori G4 sfruttati nativamente proprio dal sistema operativo.
Insomma, schermo di nuova concezione, processore G4, scheda MX, Mac OS X paiono fare dell’iMac un’ottima macchina per il mercato dei giochi ma in genere una macchina davvero interessante per il mercato casalingo in genere.

(a cura di Fabrizio Frattini e Settimio Perlini)

Offerte Speciali

Minimo prezzo per Apple Watch 5: sconti nel carrello

Black Friday: Apple Watch 5 in sconto (e secondo bracciale Apple in regalo)

Supersconto su Apple Watch 5. E in omaggio peril black friday anche un bracciale originale Apple aggiuntivo
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,954FansMi piace
93,812FollowerSegui