Viaggio nelle novità della Suite CS3 di Adobe

di Roberto Celano
11-04-2007

Cosa sta succedendo nel mondo del software?

Questa domanda riassume il progetto di Adobe, che da anni sta indicando il percorso da seguire: le applicazioni devono interagire. La missione è chiara: grafica, editoria, web, video, cellulari e quant’altro nel mercato devono scambiarsi informazioni, sempre più automaticamente. Anche se ogni applicazione può lavorare individualmente, essa nasce per lavorare in una interazione continua con tutte le altre della famiglia Adobe.

Ecco perché si parla sempre più di flusso creativo, cosa che riassume molto bene la realtà produttiva: per esempio, si crea un progetto di lavoro, che prevede la stampa, Internet, la visualizzazione sui cellulari, un video.

Con le applicazioni Adobe tutto questo non solo è possibile, ma più rapido: impaginazione in InDesign, uscita immediata per il web, modifiche con Dreamweaver, conversione per i cellulari con Device Central CS3 (leggi più avanti), lavorazione del video con Premiere Pro CS3 e ritocchi dello stesso video con Photoshop CS3 Extended.

Ah, già! Photoshop CS3 Extended (da distinguere da Photoshop CS3 Standard) ha acquisito capacità di ritocco dei fotogrammi video (prima lo faceva con un certo sforzo, utilizzando il formato Filmstrip).

Con la versione CS3, il video viene aperto in Photoshop e ritoccato con tutti gli strumenti classici dell’applicazione, quasi nessuno escluso. Se lavorate con Premiere Pro CS3 e fate le modifiche in Photoshop CS3, non occorre fare altro che salvare. Al salvataggio in Photoshop CS3, Premiere Pro CS3 si accorge dei cambiamenti e provvede sul filmato finale. Inoltre Photoshop CS3 Extended modifica le immagini 3D e quelle animate.

InDesign CS3 consente al grafico di accelerare il suo ritmo di lavoro: le tabelle si creano e si modificano finalmente in un attimo, Trova/Sostituisci è stato rinnovato in rapidità e efficacia, elenchi puntati e numerati, intestazioni e piè di pagina sono migliorati e velocizzati. Le trasparenze e le sfumature non sono più un problema. Ogni effetto è dinamico e non distruttivo.
Anche i risultati di stampa sono precisi e coerenti. I controlli tipografici professionali sono anch’essi rinnovati. Notevole anche la possibilità di esportare direttamente in XHTML e modificare in Dreamweaver CS3, formattando automaticamente con i fogli stile CSS. Una festa per l’impaginatore che guadagna tempo e migliora il lavoro.

Sempre per fare capire il livello di integrazione raggiunto, viene messo a disposizione Adobe Device Central CS3 che fornisce la progettazione di contenuti per i dispositivi mobili (leggi giochi, interfacce, sfondi, contenuti web e video per cellulari).
Device Central CS3 è un componente integrato in tutte le applicazioni Adobe Creative Suite 3, in particolare in Flash CS3 Professional, in Photoshop CS3 e in Premiere Pro CS3.
I creativi possono utilizzare la libreria incorporata che contiene oltre 200 profili di cellulari, per visualizzare le caratteristiche di ognuno e per provare in anteprima aspetto, prestazioni e comportamento del media realizzato.

Il destino delle applicazioni note

Tutti sanno che Adobe ha acquistato Macromedia e con essa i programmi Flash, Dreamweaver, Fireworks, FreeHand, Breeze ed altri ancora (circa una ventina). L’operazione attesa (e in fase di una prima conclusione) è stata quella di integrare quella tecnologia (tra l’altro all’avanguardia) nella già straordinaria architettura Adobe.
- Flash si è rivelato il factotum di tutte le stagioni: lo ritroviamo nelle applicazioni Adobe quasi sempre.
- FreeHand invece non poteva sopravvivere: per Adobe è pur sempre un alter ego di Illustrator. Entrambe sono applicazioni vettoriali. Con un po’ di amarezza da parte dei sostenitori, che lo trovavano molto user friendly (sono uno di questi) e sopratutto insostituibile nelle impaginazioni di progetti con ridotto numero di pagine.
- Breeze è diventato Acrobat Connect (di cui abbiamo parlato in un articolo dedicato: http://www.macitynet.it/immagini/visitaconnoi/acrobat8sipresenta/index.shtml).
- Director è sempre valido, ma risulta ancora un’incognita il suo sviluppo successivo.

Utenti FreeHand abbandonati?
Segnaliamo che Adobe non è stato insensibile al “grido di dolore” di chi continua a lavorare con FreeHand, pubblicando una guida di migrazione da FreeHand a Illustrator, risolvendo così alcuni conflitti. Segnaliamo l’indirizzo (molto lento ad aprirsi) per prelevare questo PDF di pronto soccorso (in inglese, ma pur sempre un aiuto):

Il destino di GoLive
Per chi si domanda che fine ha fatto GoLive, ecco la risposta: sta arrivando una nuova versione (confezione a parte) che anticipa la sua probabile scomparsa. D’altronde, Dreamweaver, Firework e Flash sono in grado di sostituirlo egregiamente, adesso che sono proprietà di Adobe...
FINE BOX

PPC o Intel?
Tutte le applicazioni presentate sono anche per Mac Intel. Il che significa che Premiere Pro CS3 torna a girare in Macintosh (l’ultima versione era stata Premiere 6.5). Ma ci sono anche due nuove entrate per Mac Intel (prima giravano esclusivamente per Windows): Soundbooth CS3 (modifica e lavorazione dell’audio) e Encore CS3 (creazione dei menu per DVD).

Apollo figlio di Adobe...

Apparentemente fuori dal coro, si è accennato a Apollo, un nuovo applicativo che ricorda un po’ i Widget di Apple. Apollo è un nome in codice per un runtime che permette agli sviluppatori di costruire applicazioni Internet per il desktop, senza utilizzare un browser Web. Apollo utilizza Flash, Flex, HTML, JavaScript, Ajax. Occorre scaricare il runtime dal sito.

Ci sono già esempi disponibili e molto accattivanti, come la mappa del mondo, con la possibilità di ingrandire un punto determinato. Altri esempi pronti all’uso consentono di scrivere su un editor di testo (salvataggio ed esportazione nei formati tradizionali), informarsi sul tempo atmosferico in tempo reale ecc. Si tratta di una tecnologia molto utile, che potrebbe approdare quanto prima anche nei nostri cellulari.

- Per i requisiti di sistema della Creative Suite 3 e una analisi dei singoli programmi, si veda questa pagina di Macity
- Per i prezzi delle applicazioni, consulta la pagina di Macity........
-
Per discutere di DTP e Web Design nel Forum di Macity partite da questa pagina.

Qui sotto commentiamo, schermata per schermata le più interessanti novità degli applicativi sopratutto sul piano dell'interazione reciproca e della gestione del flusso di lavoro.

01pshop3d 02pshop_animazioni 03apshop_auto_allineamento
^ Di grande effetto l'attuale 3D in CS3. Ora è possibile eseguire il rendering di contenuto 3D in composizioni 2D, modificare le strutture esistenti nei modelli 3D e incorporare i modelli elaborati all’interno di file Adobe PDF. In questa foto vedi la rotazione di un cilindro. ^ Image Ready non è più sviluppato, per cui ogni particolarità di questo programma diventa parte integrante di Photoshop CS3. Così l'animazione (che già era presente nella versione CS2) migliora e diventa più professionale. Ma non solo: ora è possibile ottimizzare i video direttamente in Photoshop Extended, aggiungendo testo, disegnando e clonando elementi in più fotogrammi di una sequenza video importata. ^ Nella versione CS2 potevamo comporre una foto panoramica da un insieme di foto scattate appositamente. I risultati erano promettenti ma spesso modesti. Adesso con Photoshop CS3 ci troviamo con il famoso "uovo di Colombo": bastava intuire che i pixel sono individuabili...
03bpshop_auto_alline_2eacb1 04pshopautoallineamento 05pshopbiancoenero
^ Per noi comuni mortali sembrerebbe impossibile procedere in tal senso, ma non per i prestigiosi sviluppatori di Adobe, che sono riusciti a realizzare l'allineamento automatico dei pixel. Ogni pixel si allinea con gli altri pixel comuni nelle varie foto, che si dispongono secondo una sola foto panoramica. Al termine si tratta solo di eseguire un taglio adeguato nelle parti inutili. ^ Grazie alla tecnica dell'auto allineamento, è possibile, per esempio, scattare più foto di una stessa inquadratura e ottenere la sostituzione di elementi non voluti. In questa sequenza fotografica, il risultato finale si ottiene da due foto, in cui nella prima il soggetto B non sorride e il soggetto A nella seconda viene distratto. La conclusione produce una foto con soggetti A e B corrispondenti alle aspettative.
^ Con CS3 disponi di un metodo rapido per gestire e correggere il colore con più facilità, convertire le immagini a colori in ottime fotografie in bianco e nero...
05_pshop_seppia 06pshop_camera_raw 07pshop_strumenti_di_2eacbb
^ ... seppia e così via, tramite una finestra che rende la cosa immediata. ^ Migliorati gli strumenti di ritocco, nella finestra Camera Raw, le foto possono essere elaborate con maggiore velocità e qualità. Ora sono supportati anche i formati JPEG e TIFF e nuovi strumenti, come Luce di schiarita e Polvere e grana. Sono stati integrati i dati di oltre 150 modelli di fotocamere. E viene assicurata la compatibilità con Photoshop Lightroom. ^ Una novità assoluta: le immagini DICOM in Photoshop CS3 possono essere misurate con precisione, aprendo un nuovo utilizzo nel campo medico, scientifico. Lo standard DICOM (Digital Imaging and COmmunications in Medicine) definisce i criteri per la comunicazione, la visualizzazione, l'archiviazione e la stampa di informazioni di tipo biomedico, come quelle relative alle immagini radiologiche. Con i nuovi strumenti di misurazione e conteggio puoi eseguire l'analisi delle immagini 2D e 3D.
08pshop_quick_selection 09pshop_filtro_smart 10pshop_vanishing_point
^ Si aggiunge un nuovo strumento di selezione, molto rapido ed efficace: Quick Selection che riconosce le zone dipinte come quelle da escludere e analizza l'immagine per completare automaticamente la selezione. ^ Ora è possibile applicare filtri non distruttivi, con un solo clic e ritoccare le immagini con strumenti di clonazione e correzione più avanzati. I filtri Smart applicano una maschera sulla quale puoi intervenire per regolare gli effetti del filtro nelle varie parti dell'immagine.
^ Questo strumento prende le mosse dal precedente Fuoco prospettico, aggiungendo alcune particolarità interessanti, come quella di generare piani 3D da modelli 2D. Per esempio, parti da un'etichetta stesa e la avvolgi in un cilindro, tutto automaticamente, dopo avere definito i piani della prospettiva.
01flash_movimento_co_2eacc7 02flash_importa_live_2eacc9 03flash_importa_live_2eaccb
^ Flash è la grande novità della famiglia Adobe (che ha acquistato appunto l'intera linea di Macromedia). Con l'occasione Flash si arricchisce di nuove potenzialità, come quella di copiare un movimento e inserirlo in uno script riutilizzabile.
^ L'acquisizione di Macromedia ha comportato l'innesto di Flash in tutte le applicazioni Adobe. Così è logico che il nuovo Flash possa importare e utilizzare i livelli di Illustrator... ^ e pure quelli di Photoshop.
04flash_importa_flash_video 01dreamweaver_e_photoshop 02_dreamweaver
^ La finestra di Flash importa i video compatibili per trattarli con nuove funzioni, presenti nella finestra relativa.
^ Con l'acquisizione di Macromedia da parte di Adobe, programmi web come Flash e Dreamweaver sono stati integrati nella famiglia delle applicazioni Adobe. Per questo puoi copiare e incollare immagini da Photoshop o trascinare elementi video Flash direttamente in Dreamweaver, che offre un'integrazione totale con Photoshop CS3, Fireworks CS3, Flash CS3 Professional, Contribute CS3 e Bridge CS3.
^ In Dreamweaver il controllo della compatibilità dei browser (Browser Compatibility Check) ti fornisce un resoconto sui CSS, sulle incongruenze fra browser e sulle soluzioni per risolvere ogni problema.
01_bridge_home 02_bridge_insieme_di_2eacdd 03_adobe_stock_photos
^ Bridge ti aiuta a fare ordine fra layout, immagini, animazioni, video, testi e così via. Bridge CS3 è migliorato e fa di più. Il nuovo pannello Filtro ti permette di localizzare e ordinare velocemente i file per attributi, come il tipo di file, l'impostazione della fotocamera e i livelli. Organizzi, visualizzi e localizzi senza cambiare l'area di lavoro. È un "ponte" che collega le immagini e i file, inclusi Acrobat Connect, Version Cue CS3, Adobe Stock Photos e Device Central CS3. ^ La nuova struttura di Bridge CS3 mostra tre colonne di lavoro: A) Features (caratteristiche) e Filter (filtri)
B) Content (contenuto)
C) Preview (anteprima) e Metadata
Il pannello Metadata include una serie di dati riguardanti la fotocamera digitale impostata.
^ Ormai noto dagli addetti ai lavori, Adobe Stock Photos continua a fornire un servizio veramente utile: l'accesso alle immagini royalty free con la possibilità di scaricare una prova in bassa risoluzione. Con Bridge CS3 sono stati aumentate le agenzie che forniscono questo servizio. Si sono aggiunti Getty, Jupiter e Corbis. Inoltre puoi trascinare la foto campione in Photoshop, InDesign, Illustrator, Flash o Dreamweaver.
01_device_anteprima__2eace5 02_device_central_docum 04_profilo_di_un_cellulare
^ Il nuovo programma Device Central è in grado di creare materiale grafico da visualizzare nei cellullari. L'anteprima si rivela preziosa, perché assicura il funzionamento nel cellulare reale. Dovevamo aspettarci questa applicazione, considerata la diffusione crescente dei cellulari. L'anteprima è possibile per file che hai progettato in Photoshop, Illustrator, Dreamweaver e Flash. ^ In Device Central sono incorporati i dati di moltissimi cellulari per garantire il funzionamento simulato per ogni marca. ^ Di ogni cellulare sono consultabili molti dati utili che si rivelano preziosi per consentire un'anteprima adeguata e sicura.
01_indesign_spazio_lavoro 02_indesign_effetti 03_indesign_cerca_e_cambia
^ Migliora InDesign, ormai noto per interagire rapidamente con Photoshop, Illustrator, Acrobat e ora con Dreamweaver. Per Mac gira su Mac Intel, ma anche su PowerPC.
^ Gli effetti in InDesign CS3 sono aumentati. Puoi applicare gli effetti di Photoshop e sperimentare metodi di fusione e opacità. Adesso sono effetti non distruttivi che possono essere rimossi in ogni momento. Inoltre possono essere salvati e riapplicati su altri oggetti. Un nuovo filtro crea la sfumatura di un'immagine, applicando una sfumatura lineare (con il controllo anche dell'angolo di incidenza) o radiale. Un altro filtro si occupa della trasparenza, indipendentemente dal riempimento dell'oggetto. ^ Cerca e Sostituisci adesso fa molto di più di prima.
A) Interviene su testo e attributi di un oggetto, in un documento oppure in più documenti InDesign.
B) Salva le ricerche, da utilizzare ancora.
C) Relativamente al testo trova le virgolette dritte, quelle all'inglese e gli apostrofi.
D) Trova oggetti in base al loro colore o in base a un certo numero di attributi.
04_indesign_multi_file 05_indesign_tabelle_stile 01_illustrator_allin_2eacff
^ Adesso è possibile intervenire su più file contemporaneamente, limitando il numero di passaggi, grazie al comando Multi File Place. ^ Con InDesign CS3 le tabelle non sono più un problema, specialmente se vogliamo cambiare lo stile rapidamente. E quando diciamo "non sono più un problema" è vero!

^ Illustrator CS3 permette di allineare e distribuire lo spazio fra punti, proprio come si faceva con gli oggetti nella versione CS2. Selezioni due o più punti, utilizzando lo strumento Selezione diretta e i nuovi punti ancòra che trovi nel pannello Allinea e nel nuovo pannello Controllo.
02_illustrator_flash_2ead01 03_illustrator_live_color 04_premcs3_interfacc_2ead0d
^ Finalmente Flash è integrato in Illustrator CS3. Questo significa che non ci sono più i problemi del passato nel creare progetti Flash in Illustrator.
^ Illustrator CS3 presenta Live Color (non ancora tradotto in italiano), una nuova funzione molto accattivante: determinato un colore, Illustrator CS3 stabilisce automaticamente quelli complementari e li applica ad un oggetto selezionato. Questo avviene più volte, fino a stabilire quale composizione scelta fa al tuo caso. Se vuoi meno colori, Illustrator rimappa quelli esistenti e crea nuovi colori basati su parametri che definisci. Per esempio, nella solita lattina hai applicato i colori rosso, verde, viola. Determini come colore base il rosso e lasci fare a Illustrator, che inizia a proporti una gamma di colori complementari, che ben si adattano a un gradimento visivo. Quanto tempo risparmiato per chi voleva scegliere tra un'armonia tradizionale di colori!


^ L'area di lavoro di Premiere Pro CS3. Dopo qualche tempo di assenza, Premiere Pro CS3 è tornato a girare anche in Mac OS X.
01_premcs3_clipnotes 02_premcs3_correz_colore 03_premcs3_taglio_pe_2ead0b
^ Migliora l'inserimento di note in un filmato di Premiere Pro CS3. Viene così creato un file PDF che contiene il filmato e appositi campi testo per scambiare messaggi tra interlocutori. Adesso è possibile importare tale file PDF anche in After Effects CS3. ^ Aumentata l'efficacia della correzione del colore nei fotogrammi di un filmato, tramite Three Way Color Corrector.
^ Premiere Pro CS3 ti consente di realizzare un video da visualizzare in un cellulare, grazie al taglio ad hoc previsto.
01_soundbooth_auto_i_2ead13 02_soundbooth_pulisc_2ead15 03_soundbooth_marcat_2ead17
^ SoundBooth prima era solo per Windows. Dalla versione CS3 gira anche su Mac OS X su Mac con processore Intel. Si tratta di un'applicazione dedicata alla pulizia e/o alla modifica dell'audio. Tra le funzioni disponibili, ne troviamo una efficace per eliminare rumori indesiderabili. ^ Eliminare i rumori che non c'entrano con la registrazione è la richiesta più diffusa da parte degli utenti. Eccoli accontentati con un preciso intervento di SoundBooth CS3.
^ SoundBooth CS3 riconosce i marcatori per Flash.
04_soundbooth_parametri 05_soundbooth_keyframe 01_aeffects_3d_text1
^ A corredo di SoundBooth CS3 troviamo la possibilità di verificare graficamente i parametri di equalizzazione. ^ Ogni applicazione audio video prevede i keyframe (punti di riferimento nel fotogramma). Anche SounfBooth li utilizza. ^ Tra le migliorie introdotte in After Effects CS3, particolare rilievo ha l'incremento degli effetti 3D per il testo.

<< Home Page macitynet.it <<