iSight: la presentazione ufficiale in Italia
di Fabio M. Zambelli
26-06-2003


Prosegue il nostro report speciale sulla presentazione post WWDC di Apple: per tornare alla presentazione dei nuovi G5 cliccate qui.


presentazbourdon isightscatola isightfronte
A mostrarci le caratteristiche di iSight con iChat AV (oltre che quelle di Mac OS X 10.3 Panther Developer Preview), la bellissima webcam FireWire di Apple, in alluminio bucherellato, è stato l'altro californiano di Apple presente, Chris Bourdon (Senior Product Line Manager, Worldwide Product Manager).
Ecco la scatola della iSight, facilmente prevedibile vederla raramente sugli scaffali dei rivenditori, si venderà così tanto che dovranno faticare gli addetti ai rifornimenti.
Poggiata sul display del PowerBook 17", tramite uno dei tre piedini appositamente concepiti, la iSight fa la sua bella figura. L'obbiettivo è attualmente in posizione chiusa, si noti l'otturatore tipicamente fotografico di colore bianco.
isightretro isightsottosganciata isightfronteretro
Questo è il retro della iSight, il logo Apple distingue ulteriormente un prodotto la quale paternità è comunque difficilmente attribuibile ad altro produttore di hi-tech.
Dalla iSight fuoriesce nella parte sottostante solo un cavo FireWire standard (che trasporta, come noto, l'audio, il video e l'alimentazione) che è possibile scollegare dalla iSight stessa e poi eventualmente sostituire il tipo di piedino.
Nella prima parte dell'immagine si vede la iSight scollegata dalla FireWire; nella seconda parte la prospettiva della iGisht inquadrata dal retro, si noti in fondo un singolo piccolo foro, sotto è presente il piccolo led verde che si accende per segnalare il funzionamento della webcam con CCD da 1/4 di pollice e risoluzione VGA da 640 x 480 e fino a 30 fps con autofocus e microfono integrato.
ichatav tugwellsmithxserve slidexserveappleadvantage
Col test fatto anche in questa sede, iChat AV funzionava proprio con la iSight collegata; non sappiamo se la connettività AirPort Extreme (punto-punto) abbia provocato le piccole perdite di frame sul collegamento video, che non abbiamo potuto non notare.
La sessione pomeridiana del nostro incontro con Apple ci ha riservato la conoscenza di Gary Tugwell-Smith (Apple Server Marketing Manager, EMEA) che ha ribadito le caratteristiche della linea Xserve con G4: Xserve 1U, Xserve RAID 3U e Xserve Cluster 1U (non illustrato). Non ci è stato mostrato Mac OS X 10.3 Server Developer Preview, anch'esso rilasciato a San Francisco per il WWDC. Ci è stato invece mostrata l'efficienza di Xserve RAID Admin, scritto in Java 2 e funzionante su qualunque piattaforma capace di supportare il linguaggio universale di Sun.
Le ottime caratteristiche tecniche del server di Apple sono note da tempo (nello scorso febbraio le ultime rivisitazioni del tema), ma il fatto che è opportuno sottolineare che, nonostante il preconcetto di marchio caro, i prezzi sono estremamente appetibili e il posizionamento della linea Xserve si equipara ai costosissimi server Sun ma con prezzi bassi quanto i meno potenti server di Dell.
Secondo i rilevamenti di mercato IDG il settore server di Apple è passato in pochi mesi dalla diciannovesima posizione generale in classifica alla quarta dietro a HP, Dell e IBM.

slidexservemarketplace slidexserveperformance slidexserveapachewebserver
A che mercato punta Apple per gli Xserve? A quelli evidenziati nella tabella; gli altri tre non sono per ora (e forse nemmeno per il futuro) un obiettivo di Cupertino. In Italia i nomi più importanti, clienti di Xserve, sono Rizzoli e Telethon ma diverse altre aziende o entri se ne avvantaggiano.
Le performance dei server Cluster di Apple sono di tutto rispetto, in questa tabella di calcolo della sequenza del DNA, Xserve batte nettamente gli IBM xSeries 335 e Sun LX50.
Xserve 1U si dimostra più performante anche nel settore dei server web con Apache: servendo simultaneamente 160 clienti, il computer di Apple supporta poco meno di 5500 connessioni al secondo, i concorrenti non riescono a fare di meglio.