HomeMacityFuturoscopioIntel presenta il futuro del multimedia (e di Apple)

Intel presenta il futuro del multimedia (e di Apple)

Poche novità  dal keynote tenuto ieri da Paul Otellini, CEO di Intel, rispetto a quanto non fosse già  stato reso noto, seppure a spizzichi e bocconi, dai vari siti dediti alla tecnologia.

L’amministratore delegato, come previsto, ha focalizzato la sua attenzione su due elementi fondamentali della strategia consumer della casa di Santa Clara: la piattaforma Viiv e i nuovi processori Core Duo (noti anche come Yonah) dando qualche cenno anche Centrino Duo, di fatto la piattaforma Centrino abbinata con i nuovi processori Yonah (anche se sono previsti laptop che integreranno differenti processori).

La maggior parte del tempo della presentazione è stata presa dalla presentazione di Viiv. Otellini, “aiutato” nella sua esposizione dai testimonial Tom Hanks, Danny De Vito e Morgan Freeman, ha elencato i vantaggi della tecnologia che consiste in un processore Intel (non solo il Core Duo, ma anche i Pentium Extreme e i Pentium D) abbinato ad una serie di chipset Intel (945/955/975 Express e le schede di network Intel PRO/1000 PM o Intel PRO/100 VE/VM) che renderanno le macchine che l’adottano capaci di operare le più disparate funzioni multimediali.

I computer Viiv supporteranno l’audio surround 5.1 o superiore, video ad alta definizione, si accenderanno e spegneranno come un TV (dopo avere fatto il boot iniziale) e permetteranno l’utilizzo di un telecomando. Successivamente nel corso dell’anno Intel aggiungerà  alla piattaforma anche la capacità  di creare quasi istantaneamente una rete domestica e di trasferire contenuti digitali dal PC ad un altro dispositivo domestico.

Lo scopo dei computer con tecnologia Viiv è quello di “rendere più facile alle famiglie – ha detto Otellini – scaricare, archiviare, vedere, gestire e condividere su vari dispositivi come PC, TV, portatile e dispositivi da tasca ogni genere di contenuto digitale”. Il punto di riferimento di Viiv, ha detto esplicitamente Otellini, è quello fissato da Centrino. Come nel caso della piattaforma per il wireless Intel ha contributo a popolarizzare la connettività  senza fili fissando uno standard e fornendo macchine complete di tutto quanto serve per il collegamento, così con Viiv i produttori di PC saranno in grado di creare computer in grado di funzionare “out of the box” come prodotti per l’intrattenimento digitale, fissando i parametri di riferimento a beneficio dei creatori di contenuti.

Otellini ha poi presentato una serie di alleanze strategiche proprio con chi dovrà  operare nel campo dei contenuti per Viiv. Da AOL ad MTV, da ESPN a Direct TV, passando per NBC (che promette quale primo “prodotto” per Viiv i giochi olimpici di Torino in alta definizione), hanno annunciato contenuti ottimizzati per la nuova piattaforma o servizi studiati appositamente per essa.

Ricordiamo che diversi osservatori ritengono attendibile l’ipotesi che Apple aderisca alla piattaforma Viiv, presentando computer (probabilmente una nuova versione del Mac mini) multimediali con specifico orientamento al supporto del vide digitale e dell’iPod.

Otellini ha poi presentato i processori Core Duo, ovvero gli ormai arcinoti processori noti fino a qualche giorno fa con il nome in codice di Yonah. Il CEO ha focalizzato la sua attenzione sulle prestazioni (“fino a 100 volte superiori ai vecchi Pentium”) e il consumo (inferiore a quello dei Pentium M di pari prestazioni). Le dimensioni del chip, che come noto avrà  due nuclei di calcolo il che di fatto consentirà  alle macchine di operare come se fossero dei multiprocessore, sono di un terzo quelle del Pentium originale. Il prezzo sarà  molto favorevole, per la precisione identico a quello dei Pentium M, consentendo ai produttori di rilasciare macchine a costi abbordabili.

Tra i primi produttori ad adottare i Core Duo ci saranno Dell, il cui CEO ha presentato pubblicamente un originale modello di “trasportabile” multimediale con otto altoparlanti un subwoofer e uno schermo da 20 pollici, e HP.

Ricordiamo che secondo voci che sembrano attendibili Apple potrebbe essere tra i pionieri del Core Duo, lanciando un portatile con questo processore già  la prossima settimana, al Macworld di San Francisco.

Otellini, infine, ha spiegato al pubblico presente a Las Vegas i vantaggi della piattaforma Centrino Duo, una evoluzione dell’attuale versione del Centrino. Tra i vantaggi illustrati i consumi ridotti (28% rispetto ai chipset con Pentium M) e la velocità  (60% più veloce). Diversi produttori di PC, come Toshiba e Lenovo ad esempio, hanno già  presentato nuovi portatili dotati di chipset Centrino Duo.

Al momento non è chiaro se Apple adotterà  il chipset di Intel o preferirà  creare schede madri customizzate usando semplicemente i processori Yonah.

Offerte Speciali

Super-sconto di 126 euro su Apple Watch 3 GPS+Cellular: lo pagate solo 242,90€

Prime Day: Apple Watch 3 al minimo storico, prezzi da 179 €

Su Amazon Apple watch 3 da 42 mm in versione GPS è al prezzo più basso di sempre: solo 179 euro in occasione del Prime Day
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

iGuida

FAQ e Tutorial