iPhone e iPod Touch: Installare le applicazioni native dal web con Jailbreak ins

Se avete un iPhone "attivato" o un iPod touch ora un hack vi permette di installare automaticamente e dal web l'installer di Applicazioni "native". Mai facile come ora portare dentro i dispositivi touch i programmi di terze parti che lavorano in locale.

Come abbiamo spiegato più volte, esistono per iPhone diverse applicazioni, prime fra tutte Independence che permettono di “attivare” il telefono, in pratica fanno partire le funzionalità  iPod e in seguito permettono l’installazione di applicazioni di terze parti.
Mai prima d’ora però era stato possibile gestire l’installazione di applicativi di terze parti con iPod touch o da un iPhone “attivato” senza passare dall’installazione attraverso il computer dell’applicazione “installer” perché il “Jailbreak”, l’apertura all’installazione di programmi e archivi doveva avvenire sempre attraverso un Mac o un PC.

Ma nel firmware 1.1.1 il Jailbreak e’ stato reso possibile da una falla di Safari e quindi potenzialmente con una pagina web ad hoc è possibile “aprire” i dispositivi touch di Apple all’installazione di software.
La novità  dell’ultima ora è la disponibilità  di una pagina web, allestita dall’iPhone Dev Team, attraverso la quale potrete installare l'”installer” in versione 3.0 sia su iPhone con firmware 1.1.1 che con iPod touch e poi da questo la marea di programmi di ogni genere che gli sviluppatori hanno creato per arricchire l’esperienza d’uso.

In pratica accedete alla pagina http://jailbreakme.com e da questa potete, dopo aver letto la faq e avere compreso i rischi a cui andate incontro, installare l’applicazione “AppSnap” che provvederà  a:
– effettuare il Jailbreak su iPhone e iPod touch
– effettuare un patch sulla SpringBoard, la home del dispositivo, per caricare applicazioni di terze parti
– attivare telefoni non AT&T automaticamente
– attivare la parte YouTube nel caso fosse bloccata
– installare l’applicazione “installer” all’interno del dispositivo
– bloccare il bug TIFF del telefono o dell’iPod Touch rendendolo più sicuro di prima.

Una volta applicato AppSnap non si puo’ applicare una seconda volta visto che ripara lo stesso bug di cui si serve per aprire il dispositivo Apple: dovete fare un restore completo che in ogni caso cancellerà  anche le applicazioni installate.

Ricordiamo che SnapApp funziona solo con iPhone dotato di firmware 1.1.1.
[A cura di iPhone Addicted]