fbpx
HomeHi-TechAudio / Video / TV / StreamingJean François Mulé, nuovo reclutamento Apple per il suo progetto per la...

Jean François Mulé, nuovo reclutamento Apple per il suo progetto per la TV

Con il reclutamento di Jean François Mulé torna d’attualità la Tv Apple. Mulè, di cui si è appreso ieri che lavora in Apple (cosa confermata anche dal suo profilo LinkedIn), è considerato uno dei principali esperti al mondo nelle tecnologie di trasmissioni dati su cavo connessi al video, audio, Voice Over IP, qualche cosa che viene visto come connesso, appunto, al “fronte” Tv Apple.

L’ingegnere di origine francese si è costruito un solida fama come direttore dell’engineering di CableLabs, una joint venture che riunisce i principali operatori del cavo negli Stati Uniti, ma nel corso della sua carriera, si legge nel curriculum, ha diretto o aiutato a crescere diversi progetti, tra cui PeerConnect, una realtà che si occupa di servire le compagnie, offrendo loro un sistema di comunicazione unificato per l’interscambio di dati tra i rispettivi network; si è anche occupato di servizi wireless e ha operato nel contesto di progetti di sviluppo di alto profilo nell’ambito IP, come DOCSIS 3.0, e delle applicazioni per il video

Mulè, con il suo know how, sembra la persona adatta sia per impiantare la piattaforma necessaria per un dispositivo (o servizi) per il video on demand, sia per intavolare discussioni sul piano tecnico con i fornitori di contenuti di un eventuale nuovo progetto per l’intrattenimento domestico. Di quel che si tratta, era e resta difficile da dire; per ora sappiamo solo, dallo stesso nuovo manager Apple, che sta lavorando su qualche cosa che è una sfida stimolante e parte di «un progetto di grande portata». Ricordiamo che al momento continuano a perdurare rilevanti dubbi sul fatto che la cosiddetta TV Apple sia realmente un televisore. Il settore opera con margini risicatissimi (i migliori produttori veleggiano già sotto il 10%, ma qualcuno dei meno in vista è anche sotto il 5%) e ben difficilmente Apple potrebbe conquistare un mercato interessante più che per sé, per i suoi partner che dovrebbero aiutarla nella creazione della piattaforma per la distribuzione dei contenuti, proponendo smart TV da 40 o 50 pollici a costi di mille o millecinquecento euro sopra il costo medio della concorrenza. Sussistono anche problematiche da non sottovalutare, dal punto di vista logistico con i negozi Apple e gli APR i cui magazzini, locali, scaffali, sono costruiti per dispositivi molto più piccoli e che in gran parte non possono essere adattati per l’esposizione di prodotti come un TV a schermo panoramico.

Molto più probabile, allo stato attuale delle cose, è la creazione di un sistema, hardware (una Apple TV di nuova generazione), software e di servizi che a braccetto con operatori del cavo e satellitari, possa consentire ad Apple di creare una piattaforma per contenuti on demand, streaming video, abbonamenti, interattività. Ed è su questo fronte che l’esperienza di Jean Francois Mulè potrebbe essere estremamente utile.

Offerte Speciali

MacBook Pro M1 pronta spedizione su Amazon

Risparmiate 410 € su MacBook Pro M1 da 512 GB: 1299 euro

Su Amazon va ancora in sconto il MacBook Pro M1. Risparmiate 410 euro per arrivare al prezzo minimo.
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

iGuida

FAQ e Tutorial