Jeff Williams di Apple sarà ospite in una conferenza di Re/code

Jeff Williams, Senior Vice President Operations di Apple, sarà ospite di Walt Mossberg in una conferenza di Re/code che si svolgerà dal 26 al 28 maggio

Jeff Williams
Jeff Williams

Jeff Williams, Senior Vice President Operations di Apple, non ha l’abitudine di stare sotto i riflettori, ma negli ultimi tempi la multinazionale della Mela ha cominciato a promuovere i suoi manager. È Williams il dirigente che si occupa di gestire la catena di approvvigionamento di iPhone e di Apple Watch, assicurando cheil complesso meccanismo sia “ben oleato” e in “gran forma”, ed è anche la persona a capo di ResearchKit, il framework open source di Apple progettato per la ricerca medico-sanitaria.

Williams sarà ospite di Walt Mossberg in una conferenza di Re/code che si svolgerà dal 26 al 28 maggio e sarà senz’altro interessante conoscere le sue opinioni su Apple e saperne di più sul lavoro, benché manager come lui siano sempre piuttosto abili nel dribblare alcune domande. Altri ospiti di Mossberg previsti sono: Hugo Barra di Xiaomi, il CEO di Snapchat Evan Speigel, l’amministratrice delegata di General Motors Mary Barra, il CEO di Pivotal Paul Maritz, il CEO di BuzzFeed Jonah Perett, il CEO di Sprint Marcelo Claur e il CEO ad interim di Reddit, Ellen Pao.

Secondo alcuni, Williams è l’uomo che un giorno potrebbe occupare il posto dell’ora invincibile Tim Cook. Al pari dell’attuale amministratore delegato di Apple, vanta un Master in Business Administration (MBA) conseguito alla Duke University, una delle università più famose e più prestigiose degli Stati Uniti. È arrivato in Apple nel 1998 (proviene da IBM, società dove ha lavorato dal 1985 al 1998); all’epoca Cook era Chief Operating Officer (direttore operativo), in altre parole responsabile di coordinamento e ottimizzazione di tutte le attività operative e progettuali, mentre Williams era vice president of Operations; è diventato “Senior” dopo il caso Antennagate e all’epoca della promozione fortuno lo definì “il Tim Cook di Tim Cook”.

Jeff Williams
Jeff Williams