Home Macity AggiornaMac Jeff Duntemann's Wi-Fi Guide: la guida definitiva al mondo senza fili

Jeff Duntemann’s Wi-Fi Guide: la guida definitiva al mondo senza fili

E’ raro trovare dei libri che segnino uno standard, un punto di riferimento netto. Jeff Duntemann c’è riuscito, dando alle stampe la seconda edizione, ampliata, della sua Wi-Fi Guide. Il corposo volume di Paraglyph Press, 498 pagine a 34,99 dollari, è indicato per utenti alle prime armi o di livello medio. Ma anche il tecnico ha l’opportunità  di trovare spiegato in modo chiaro tutto, ma veramente tutto quello che è necessario sapere sulle reti Wi-Fi.

Nato prevalentemente per una utenza Windows, il volume assume un rilievo particolare anche per il mondo Mac e Linux dal momento che consente di segnare con chiarezza quali sono le tecnologie, le logiche e i sistemi di rete implementabili in modalità  senza fili.

In realtà  Duntemann è quello che può essere definito un esperto non solo di networking e di sicurezza, ma anche e soprattutto di sistemi Windows. In questo senso la guida si rivela un prezioso aiuto per capire le logiche e le tecnologie necessarie per implementare una rete senza fili in un ambiente misto (Windows-Mac-Linux) con hardware non brandizzato Apple. Uno scrigno già  da questo punto di vista pieno di preziosi consigli e spiegazioni che facilitano la vita a chi abbia la necessità  di realizzare questo tipo di strutture.

Ma il vero valore della guida, a prescindere dal sistema operativo adoperato, sta nella chiarezza e semplicità  dell’esposizione, nella sua sistematicità  e nella capacità  di rendere conto di tutte quelle tecnologie (Wep, Wpa, 802.1X) che sono comuni alle differenti piattaforme e possono essere implementate con maggiore coscienza e cognizione di causa grazie alla disamina articolata e completa svolta dall’autore.

Conoscere la storia e la logica (oltre alla topologia) delle reti Ethernet è solo il primo passo per affrontare il settore più stimolante della scienza informatica, ovverossia il networking. Un mondo nel quale entrano in gioco una serie di fattori complessi, come abbiamo avuto modo di notare anche in alcune delle precedenti recensioni del fine settimana. Fattori che necessitano di essere compresi a prescindere dalla piattaforma utilizzata perché intrinseci dello standard costruito dai gruppi di lavoro del comitato 802.11.

Una volta imparato a padroneggiare (come viene spiegato nei primi tre capitoli) la struttura della rete e le relazioni che intercorrono tra gli strumenti classici (hub, router, switch) di un network locale, oltre alla loro relazione con Internet, Duntemann guida il lettore in un viaggio affascinante e ben documentato attraverso le differenti tipologie e topologie di network senza fili.

Spazio dunque al disegno e alla progettazione della rete locale senza fili, alla modalità  di integrazione con la parte di network che invece è realizzata con i cavi, attenzione alla realizzazione di access point e gateway e – infine – ampio spazio alle problematiche non solo tecnologiche ma anche sociali e normative.

Il valore del libro, infatti, è quello di indirizzare innanzi tutto il lettore attraverso un percorso fatto di metodo e capacità  di divulgazione di una serie di conoscenze che non appartengono solo al ristretto mondo della tecnologia pura. C’è spazio, nel pieno stile statunitense della divulgazione, per illustrare anche le modalità  di carattere sociale e storico in base alle quali sono sorti determinati tipi di network senza fili. Inoltre, la rassegna di comportamenti (e rischi) connessi all’apertura di uno spazio wireless all’interno del proprio network di casa o di ufficio consente di capire quali tipi di minacce e di opportunità  scaturiscono da queste tecnologie.

Purtroppo soprattutto la stampa generalista ha dedicato molto spazio al mondo del wireless senza in realtà  coglierne non solo con esattezza le implicazioni tecnologiche, ma neanche quelle sociali. Cosa cambia e che cosa ci possiamo aspettare da una rete senza fili sono due modi per chiedersi perché ci serve una rete Wi-Fi.

Anche per una situazione minima, come quella che vede un utente dotato di un fisso e un portatile, un modem analogico a 56KB e magari una stampante Usb o Ethernet, può essere l’occasione per trasformare il modo di lavorare e divertirsi con il computer grazie al Wi-Fi. Anche in casa, anche in spazi comunque ristretti.

Un po’ di sistematica visione delle differenti tecnologie e tipologie di antenne (una parte verso la quale l’hobbista appassionato di informatica si presenta di solito senza grosse competenze, che invece generalmente appartengono al radioamatore) non guasta. Oltretutto vengono abbondantemente spiegati sistemi (ed illustrati progetti) su come costruire economiche ma funzionali antenne esterne o su come sfruttare nel modo migliore l’hardware di fabbrica. Così come non guasta una rassegna di modalità  di uso e di strumenti (disponibili per differenti piattaforme) che consentono di garantire il miglior settaggio e gestione della rete Wi-Fi.

Inoltre, il discorso relativo alla sicurezza, che di solito viene illustrato in modo autoreferenziale, facendo cioè riferimento solo o prevalentemente alle modalità  di implementazione e non alle logiche e ai sistemi sottostanti, qui diviene un tema ampiamente sviscerato e abbondantemente illustrato con esempi e percorsi per la realizzazione del sistema migliore e più efficiente oltre che efficace.

Verrebbe da notare che anche per ricerche di carattere universitario, laddove sia necessaria una analisi di carattere teorico e logico prima di procedere alla sperimentazione concreta con l’implementazione del sistema, possa trovare qui un ottimo ausilio. Di sicuro consente di avere coscienza di tutte le parti in gioco e permette una visione sistematica e completa degli aspetti differenti ma strettamente interrelazionati del problema.

Nei venti capitoli che compongono il libro di Duntemann è possibile ritrovare tutti gli elementi necessari alla creazione non solo di una rete ma anche alla soddisfazione di quelle esigenze conoscitive che fanno la differenza tra un hacker e uno script kid. Cioè che consentono di avere una base per padroneggiare la conoscenza di un problema e di una tecnologia rispetto alla meccanica riproduzione di comportamenti e regole appresi in modo non razionale ma solo autoritario.

Il giudizio riguardo a questo libro, purtroppo non disponibile in edizione italiana (ma speriamo che nel nostro piccolo questa segnalazione possa valere anche per qualche coraggioso editore nostrano), non può che essere positivo. Non solo perché lo scopo di questa rubrica settimanale di recensioni approfondite di libri è quello di cercare il meglio della produzione tecnologica soprattutto statunitense che ancora non si trova nel nostro paese, ma soprattutto perché questo volume in particolare, Jeff Duntemann”s Wi-Fi Guide 2nd Edition pubblicato da Paraglyph Press (qui la presenza sul sito di Amazon, che lo vende attualmente a 23,79 dollari) è di sicuro di grande impatto anche in una antologia di libri di valore.

Offerte Speciali

Super sconto su MacBook Pro 13″ 16/512 GB: risparmio da oltre 400 euro

Su Amazon è in forte sconto il nuovo MacBook Pro 13" in versione 16 GB RAM / 512 GG HD SSD. Lo pagate oltre 400 euro meno del prezzo Apple.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,835FansMi piace
93,807FollowerSegui