Jimmy Iovine sul divieto della NFL di indossare le cuffie Beats: “Che fortuna!”

Il divieto di indossare cuffie Beats per i giocatori della lega professionistica nordamericana di football? Una fortuna secondo Jimmy Iovine, fondatore della società ora nel management Apple. Dirigenti delle società concorrenti "culturalmente inetti" alla pop culture spiega; "non si rendono conto della pubblicità gratuita indirettamente a favore di Beats".

Jimmy Iovine

All’evento Global Conversation dell’University of California, Jimmy Iovine, cofondatore di Beats e ora dirigente Apple, parlando del divieto di indossare le cuffie Beats per i giocatori della National Football League (NFL) statunitense evidenzia come in realtà l’interdizione si stia trasformando in ottima pubblicità. “Non abbiamo fatto nulla” ha detto Iovine “e ora i giocatori vanno in giro con il nastro adesivo che ricopre il nostro logo”. “Mi sento come se l’avessi mandato io quel nastro”.

Il divieto di indossare cuffie Beats per i giocatori, lo ricordiao, è parte di un accordo della NFL con Bose secondo il quale i giocatori non potranno indossare cuffie di altre marche nel campo di gioco, durante gli allenamenti e durante le partite, questo da prima che inizi il gioco fino a 90 minuti dopo il termine.

La scorsa settimana al quarterback Colin Kaepernick è stata comminata una sanzione di 10.000$ per aver indossato una cuffia Beats nel corso conferenza stampa. Il centromediano si era giustificato spiegando che la cuffia colorata di Beats era un riferimento al mese della consapevolezza del cancro al seno, un omaggio a sua nonna sopravvissuta a questa malattia.

Iovine ha spiegato che i competitor Sony e Bose non sono avvezzi (“culturalmente inetti”) alla cultura pop, con conseguente enorme pubblicità gratuita sulla stampa per Beats.

“Non c’è nessuno in queste società che dice: se banniamo questi ragazzi, sembreremo cattivi agli occhi dei giovani e loro supereroi”.

Beats Electronics, società acquisita da Apple a maggio di quest’anno, produce cuffie molto popolari tra atleti e artisti. In pochi anni dal lancio, il marchio è diventato leader nella fascia alta di mercato. Superstar della musica, tra cui Lady Gaga, Lil Wayne e Nicki Minaj hanno fornito il loro contributo e nome a modelli di cuffie e altoparlanti personalizzati. Stilisti e street artist come Alexander Wang, Futura e Snarkitecture hanno collaborato alla realizzazione di prodotti in edizione speciale limitata; il marchio è sponsorizzato da atleti del calibro di LeBron James, Serena Williams e Neymar.

kaepernick-beats-7