Home Macity Opinioni La bufala del Mac da 1.2GHz

La bufala del Mac da 1.2GHz

In questi ultimi giorni in numerosi siti che si occupano di news legate al mondo Macintosh, si è tanto parlato di una fantomatica società  svedese chiamata Xtrem, che ha annunciato prima della fine di quest’anno un sistema MacOS compatibile denominato “Xtremac” dalle caratteristiche sicuramente interessanti: processore G4 da 1.2GHz, bus di sistema di 150MHz, chiusura in alluminio tipo microfono anni 50 (la foto che appare sul sito e che ritrae il fantomatico computer, come ha avuto modo di arguire un redattore di Go2Mac, ricorda fin troppo il microfono “Shure 55SH series II”), un sistema di raffreddamento attivo e tante altre caratteristiche che ci paiono troppo esagerate per essere vere.
Il primo dubbio che è lecito porsi è il seguente: è risaputo che da circa un anno gli ingegneri Motorola stanno cercando un sistema che consenta di aumentare la frequenza di clock del processore G4 che non creai problemi di raffreddamento e affidabilità . Com’è possibile che questi sconosciuti signori che non conoscono e non hanno alcuna possibilità  di avere accesso alla documentazione rleativa alla struttura interna del processore abbiano potuto trovare un sistema che consenta di sfruttare il processore ad una frequenza di clock così elevata?
E’ risaputo che anche sfruttando particolari e sofisticati sistemi di raffreddamento attivo (sullo stile del sistema KryoTech sfruttato per accelerare i K7/Athlon di AMD), non è ad ogni modo possibile overclocckare un chip oltre il 30% (un G4 attuale dunque, potrebbe supportare la velocità  massima di 660MHz).
Qualcuno ha suggerito che probabilmente la società  potrebbe sfruttare non il G4 ma il G4+ (processore che dovrebbe essere disponibile in grandi quantità  prima della fine di quest’anno) ma anche overcloccando quest’ultimo tipo di CPU si arriverebbe in ogni caso alla velocità  di 900MHz e non ai 1.2GHz che la Xtrem dichiara di poter raggiungere sul proprio sistema.
Altri siti hanno ipotizzato che la società  svedese potrebbe in realtà  sfruttare più processori in parallelo (2 chip da 600MHz, 3 da 400MHz o 4 da 300MHz) ma questa possibilità  è smentita dalla Xtrem stessa che, di fatto, sul sito pubblicizza il sistema parafrasando una frase utilizzata per pubblicizzare le nuove macchine bi-processore di Apple: “One brain is actually better than two”.
Resta ancora un altro mistero da svelare sottolineato dall’ottimo sito tedesco macinfo.de: al momento sul mercato esistono moduli SD-RAM tipo PC-100 e PC-133 (oltre alle RDRAM di Rambus che però non sono utilizzate in nessun tipo di Mac). I successori di questo tipo di memoria RAM (di tipo DDR, Double Data Rate) sono stati già  denominati PC-200 e PC-266. Come potrebbe un sistema con un bus da 150MHz sfruttare le memorie impiegate attualmente sulle schede madre dei Mac attuali? (non esiste RAM di tipo PC-150). Anche ammettendo che in qualche modo i tecnici di Xtrem riuscissero a recuperare o far produrre RAM PC-150, il costo di quest’ultima sarebbe eccessivamente elevato (dal momento che nessun produttore utilizza questo tipo di moduli e che le società  produttrici di memoria RAM dovrebbero produrre memorie PC-150 appositamente per la sconosciuta società  svedese).
Il dubbio successivo è la compatibilità  con il MacOS. Tutti sappiamo che Apple ha da tempo (settembre 1997) annullato tutti i contratti che permettevano a produttori di terze parti di produrre cloni Mac. Sono state annullato le licenze a suo tempo concesse a società  del calibro di Motorola, IBM, PowerComputing, Umax, a due grandi sub-licenziatari taiwanesi quali Akia e Tatung e adesso come se niente fosse accaduto concede il permesso di costruire cloni Mac ad una sconosciuta società  svedese?
Spero francamente di sbagliarmi ma a me questa del compatibile Mac da 1.2GHz sembra una bufala colossale…

[A cura di Mauro Notarianni]

Offerte Speciali

Super sconto su MacBook Pro 13″ 16/512 GB: risparmio da oltre 400 euro

Su Amazon è in forte sconto il nuovo MacBook Pro 13" in versione 16 GB RAM / 512 GG HD SSD. Lo pagate oltre 400 euro meno del prezzo Apple.
Articolo precedenteMac OS X su processore Alpha?
Articolo successivoDilaga la Sims Mania!
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,835FansMi piace
93,809FollowerSegui