Home Macity Opinioni "La nuova strategia è nelle fiere"

“La nuova strategia è nelle fiere”

Presenza ridotta e selezionata, se non assenza (come al Seybold di Boston e al CeBit di Hannover) in quelle che riguardano un mercato di nicchia o troppo generalista. Il parere è di Matthew Rothenberg, editorialista di ZDNet che pubblica un lungo articolo nel quale cita alcuni interessanti fattori che potrebbero, alla lunga, giocare a favore della piattaforma senza incidere alla sua predominanza nel campo dell’editoria elettronica. “Il DTP e i professionisti della grafica – argomento Rothenberg sono molto restii al cambiamento, lo dimostra la difficoltà  con cui Adobe sta tentando di imporre InDesign là  dove iol suo concorente Quark, non è noto é per la sua attenzione maniacale per le esigenze dei clienti. Questo settore dell’informatica si muove lentamente e Apple lo sa. Il rilievo di Apple, pur nella sua assenza, è dimostrato dall’atteggiamento di Adobe e Macromedia”. I due colossi del DTP, dice ancora Rothemberg, hanno enfatizzato il loro robusto supporto al mondo Windows, ma si sono anche affrettati a sottolineare che i nuovi pacchetti saranno rigorosamente multipiattaforma. Molto più volatile e bisognoso di attenzioni e cure è il settore del cosumer e di Internet. In quel campo Apple ha bisogno di essere presente e molto ben visibile. Di qui la rinuncia al Seybold e anche a MacWorld Expo di Londra per dedicarsi, da una parte al MacWorld Expo di Tokyo e dall’altra a Internet World di Los Angeles.
Insomma, chiude Rothenberg i piani di Jobs che tralascia alcuni eventi tradizionalmente importanti potrebbe avere, nei piani strategici della società , maggior senso di quanto non sembri a prima vista, sempre se si guarda al di là  dell’immediato e delle giuste rimostranze di una fetta di utenza Mac.

Offerte Speciali

Super sconto su MacBook Pro 13″ 16/512 GB: risparmio da oltre 400 euro

Su Amazon è in forte sconto il nuovo MacBook Pro 13" in versione 16 GB RAM / 512 GG HD SSD. Lo pagate oltre 400 euro meno del prezzo Apple.
Articolo precedenteiMac al gusto yogurt
Articolo successivoA Tokyo anche MacOs 9.1?
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,835FansMi piace
93,821FollowerSegui