fbpx
Home Macity AggiornaMac La vera storia di Audion, il potente player CD e MP3 ora...

La vera storia di Audion, il potente player CD e MP3 ora freeware

All’inizio fu WinAmp. Anzi, bisognerebbe dire che all’inizio fu Justin Frankel, il geniale ragazzino che venne assunto (e che poi se ne è andato sbattendo la porta) da AOL, diventando una delle icone meno fortunate ma più creative della bolla della NetEconomy, con la sua NullSoft (chiamata così perché “null” è meno di “micro”). Padre anche di Gnutella, la seconda generazione di P2P dopo Napster, Frankel ha fatto quasi quanto Steve Jobs per la musica digitale, nel senso che ha messo un lettore gratuito di Mp3 su quasi tutti i computer del mondo.

Sul Mac, come andò la storia? Come si faceva a sentire la musica prima che arrivasse il (gratuito) iTunes? Semplice, con Audion o con SoundJam. Sembra passato un secolo, in realtà  sono meno di cinque anni, e quei due programmi sono stati quelli che hanno completamente cambiato il modo in cui si ascolta la musica (per chi usa il Mac, analogamente a WinAmp per Pc), precorrendo i tempi di Windows Media Player da una parte e di iTunes dall’altra.

La storia di come siano andati quei momenti, di come quelle tecnologie si combattessero e si confrontassero tutti i giorni, nel momento in cui la cosa più importante per un lettore software di Mp3 pareva dovessero essere gli skins, come Steve Jobs aveva in realtà  intuito il cammino che lo avrebbe portato in pochi anni a dominare completamente il settore è una storia che merita di essere raccontata.

Se avete un inglese abbastanza buono (basta un livello scolastico) e un po’ di pazienza perché l’articolo è lungo, ci pensa uno dei due fondatori dell’azienda, Cabel Sasser, a dirvi tutto, ma proprio tutto, in questa sorta di testamento spirituale di Audion, che da adesso è disponibile (senza più alcun futuro aggiornamento) come freeware. Va in pensione, insomma, o meglio in quel paradiso del codice che non è più ma che ogni tanto dovrebbe essere rivistitato, se non altro perché vi si nascondono come in questo caso tante, tantissime buone idee.

Per scaricare il software, la moltitudine delle sue skin ed anche un programma per l’editing delle stesse andate su questa pagina del sito di Panic.

Vi ricordiamo che tra le altre caratteristiche il software ha: Supporto di iPod, personalizzazione delle transizioni tra un canzone e l’altra, riproduzione di codifica e riproduzione mp3PRO, registrazione sull’hard disk, broacasting e streaming di ShoutCast e iCecast, menu contestuali, spegnimento programmato (sleep timer), codifica batch dei brani, utilizzo della codifica LAME, integrazione nel dock di tutti i comandi, supporto dei player Mp3 Rio e Nomad, Missaggio in tempo reale, editor delle forme d’onda Mp3, playlist con Link, supporto delle immagini di copertina degli album, equalizzazione e volume personalizzabili per ogni canzone.

Si tratta senza dubbio del migliore player MP3 disponibile per chi ha un “vecchio” Mac non aggiornabile a Mac OS X.

Offerte Speciali

Amazon fa il miracolo: AirPods Pro pronta spedizione e in sconto

Airpods Pro minimo storico: solo 159,98 €

Su Amazon gli Airpods Pro tornano in sconto e ora li "rubate": solo 159,99 euro, quasi 100 euro meno del prezzo Apple
Articolo precedenteInternet, un brevetto Microsoft?
Articolo successivoMWSF 2005: Jobs c’è
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,823FansMi piace
93,202FollowerSegui