Lytro Illum, arriva in Italia la fotocamera del futuro con messa a fuoco infinita e foto dinamiche

La prima fotocamera plenottica professionale Lytro Illum è disponibile in Italia. In ogni scatto rileva 40 milioni di raggi di luce che permettono di cambiare messa a fuoco e profondità di campo dopo lo scatto. La presentazione a Milano del costruttore Lytro e del distributore Fowa

Ma le opzioni creative migliori offerte da Lytro Illum si hanno quando si trasferiscono le immagini al computer e si lavora con il software gratuito a corredo. L’utente può creare foto dinamiche in cui la messa e fuoco e la profondità di campo variano in pochi secondi per mostrare magari all’inizio solo un piccolo dettaglio, spostando poi anche leggermente l’inclinazione per mostrare un altra parte più grande dell’immagine originale, fino ad arrivare a una messa a fuoco completa su tutta l’immagine o una sua parte rilevante, creando così una sorta di racconto visivo della durata di pochi istanti che però è in grado di immergere e catturare lo spettatore come le foto tradizionali statiche non possono fare e con una immediatezza paragonabile solo ai video. Si tratta di una tecnologia innovativa che nemmeno i fotografi più smaliziati potrebbero immaginare: oltre alla descrizione scritta consigliamo di visualizzare gli esempi che inseriamo in calce in questo articolo.

Come accennato Lytro Illum integra hardware e tecnologie proprietarie con una risoluzione indicata di 40 megaray, zoom ottico 8x (equivalente 30mm-250mm) con apertura fissa f/2 e otturatore ad alta velocità di 1/4000 secondo. Offre una formidabile messa a fuoco per gli scatti macro, schermo touch inclinabile e una presa a caldo per il flash. Per gestire la grande mole di dati associati a ogni foto è integrato un processore Qualcomm Snapdragon 800, anche se il costruttore non precisa la frequenza.