Home Macity Top News Apple Mac OS X 10.1: la cronaca della presentazione

Mac OS X 10.1: la cronaca della presentazione

Eccovi la cronaca del keynote del seybold minuto per minuto…
Come era da aspettarsi riguarda per gran parte Mac OS X e le sue applicazioni.

Si presenta sul palco direttamente Steve Jobs… San Francisco non e’ cosi’ lontana da Cupertino e non era il caso di fare un collegamento via Satellite.
Steve prepara con una piccola introduzione l’intervento di Schiller parlando in generale di Mac OS e annunciato tre upgrade importanti per Mac OS X 10.1:
il software sara’ disponbile nei negozi sabato prossimo (probabilmente anhe in Italia)
I possessori della versione precedente del sistema operativo potranno effettuare un aggiornamento gratuito recandosi direttamente dal rivenditore oppure richiedere il CD per 20$.

Una delle novita’ promosse da Jobs e’ quella di Microsoft! Office per X e’ veramante impressionante e costruito per l’utente Mac dalle fondamenta.
Come preannunciato sara disponibile da questa sera una versione “Test Drive” di Word per X liberamente scaricabile da Internet.

Poi Steve Jobs lascia il posto a Phil Schiller per tutta la presentazione del nuovo OS X.
Schiller comincia con una disamina storica del sistema operativo: le fondamenta Unix e la semplicita’ del Mac sposate, la grafica eccezionale, il motore ideale per il Digital Hub, la profonda integrazione con Internet, ideale per la Mobilita’ grazie alla moltitudine di linguaggi con cui puo’ operare.
Infine la compatibilita’ attraverso Classic per una migrazione morbida al nuovo OS.

Le performance della nuova versione dell’OS sono impressionanti (anche sulle macchine con G3, n.d.r) il lancio della applicazioni sia sotto X che 9 e’ velocissimo, il ridimensionamento e spostamento delle finestre, la copia dei file.. raggiungono vette di velocita’ inaspettate per chi ha provato la prima versione di X.
Vengono poi esaltate le performance di Java, Open GL e le novita’ di AQUA.

Ma ecco le novita’ di AQUA, alcune richieste dagli utenti, altre gia’ presenti in utilities apparse negli ultimi mesi:
– Il Dock e’ riposizionabile in qualunque parte dello schermo e una delle estremita’ termina in un angolo dove e’ piu’facilmente reperibile il cestino, un nuovo effetto di animazione “scale” permette di visualizzare le icone dei programmi ingranditi
– Al momento del login si puo’ accedere ad un lista (con foto) degli utenti, vengono supportati i nomi lunghi, c’e’ il supporto per i disabili con Universal Access e molte migliorie sul programma Mail.
Inoltre molti dei comandi di accesso alle finestre, ai dock, alle icone sulla scrivania sono gestibili con la tastiera o con combinazioni di tasti personalizzabili.

Tra le migliorie nella grafica la versione 1.3 di PDF con codifica a 128 Bit, il miglioramento delle prestazioni velicistiche di OpenGL , la stampa automatica attraverso USB, la gestione diretta delle stampanti postscript e LaserWriter e oltre i driver per oltre 200 stampanti gia’ disponibili.

Sale sul palco il product manager di X Bereskin che dimostra la velocita’ di lancio delle applicazioni e tutte le feature che vi abbiamo illustrato in precendenza oltre alla scelta di font sotto Mac OS X e alla loro bellezza (non dimentichiamoci di essere al Seybold)

Ed ora una delle cose piu’ eclatanti del nuovo OS: la gestione del playback dei DVD che fa impallidire quella ottenibile sotto MacOS 9 anche con le macchine piu’ potenti: sullo schermo appare il film di Batman e tutte le operazioni di spostamento della finestra e gli altri processi concorrenti non fanno perdere un singolo frame alla proiezione.
Ma c’e’ di piu’… con un SuperDisk installato il sistema riconosce i DVD vergini e permette la masterizzazione dei dati sul supporto con un semplice Drag and Drop.
Ora e’ il turno di Mike Evangelist: viene mostrato iDVD 2 che sara’ rilasciato ad Ottobre e girera’ solo su X: si tratta del demo gia’ mostrato a NewYork che suscita comunque lo stupore di un pubblico non necessariamente Mac-centrico presente allo show.

Ed ora per introdurre un argomento attinente all’ambiente Schiller mostra un trailer dell’ultimo film di Pixar: Monsters, Inc. e chiama il product manager Zimmerer per parlare di ColorSync 4 e del controllo colore disponibile sotto MacOS X.
Ma non dimentichiamoci che come Mac OS 9 anche X e’ “scriptabile” con AppleScript e un sistema operativo basato su Unix, con una interfaccia come AQUA, le applicazioni Mac e per di piu’ Scriptabile puo’ portare a risultati incredibili anche e soprattutto nel mondo del DeskTop Publishing ora che e’ prevista a breve anche l’uscita di “AppleScript Studio” che permette una gestione del sistema operativo a livelli professionali.

A dimostrazione di cio’ l’AppleScript product manager Sal Soghoian mostra un intero processo di pubblicazione automatizzata realizzata con Illustrator per Mac OS X e suscita l’entusiastica reazione del pubblico.
Apple Script Studio e’ semplice da gestire e permette una elevatissima personalizzazione.

E’ ora la volta di Office per X e le potenzialita’ della versione X di Excel.
Annunciata anche una versione di GoLive per X non ancora pronta ma con tantissime novita’ in arrivo, ma quel che e’ piu’ importante Bryan Lamkin di Adobe ribadisce l’impegno della sua compagnia sulla piattaforma Mac.
Seguono poi le demo di LightWave per Mac OS X che sfrutta sia Altivec che Multiprocessing e la dimostrazione di Maya tenuta da Andrew Pearce di Alias|Wavefront.

Per i commenti agli annunci vi rimandiamo a questa pagina del nostro Forum.
Nelle prossime ore il dettaglio sui nuovi prodotti annunciati e tanti servizi speciali su Mac OS X 10.1

Offerte Speciali

Articolo precedenteStuffIt 6.5.
Articolo successivoMacOs X 10.1, la parola di Apple
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,935FansMi piace
93,807FollowerSegui