Hard Disk Firewire 2.5" MassStorage-Datafab
di Settimio Perlini

L'hard disk esterno Firewire sta diventano un prodotto sempre più "universale" per il mondo Mac grazie all'introduzione dell'interfaccia su tutti i modelli recenti anche dei portatili piu' economici come i recenti iBook FW.
E con gli hard disk interni che crescono di dimensioni la necessità di effettuare velocemente un backup, di trasferire o trasportare grandi quantità di dati sta diventando una necessità sempre più impellente che non può essere soddisfatta sempre da sistemi rimovibili di ridotta capacità e velocità.

Da tempo sono in commercio dei minuscoli Hard Disk esterni Firewire che, dotati di meccaniche hard disk originariamente concepite per i portatili, coniugano ridotte dimensioni a prestazioni molte interessanti.

Uno di questi è l'oggetto del nostro test. (clicca sulle immagini per ingrandirle).
Si tratta di un case prodotto da DataFab e marchiato Mass Storage (distribuzione Turnover) che contiene una meccanica Hitachi da 12 Mb.

 

La Confezione
Nella confezione sono inclusi un CD con il driver (una semplice estensione da collocare nella cartella sistema che permette il riconoscimento della periferica), un cavo Firewire 6-6 poli (indispensabile per portare anche l'alimentazione proveniente dal Mac), e un piccolo manualetto.

Una volta installata l'estensione, riavvato il computer e collegato l'hard disk siete pronti ad utilizzarlo: viene montato senza problemi sulla scrivania ed è subito utilizzabile (il modello è già preformattato in una unica partizione - ma nulla ci vieta di personalizzare la sua formattazione).

Come potete vedere dalla foto qui sotto le connessioni consistono in due prese Firewire a 6 poli utili per collegare più periferiche in cascata, il connettore per l'alimentazione (necessaria nel caso di collegamento a macchine come i powerbook con interfaccia firewire su PCMCIA che non forniscono gli ampere necessari) e uno switcher che seleziona l'alimentazione dal bus firewire o da un trasformatore esterno (non in dotazione ma facilmente reperibile a poche migliaia di lire)

Velocità ed impieghi
A tanta semplicità di installazione corrispondono anche altre qualità proprie delle periferiche di memorizzazione Firewire: e' infatti possibile mettere in esecuzion un filmato Quicktime residente sull'hard disk esterno e staccare il cavo dal lato computer (che porta alimentazione dati insieme) per vedere il filmato fermarsi sullo schermo; se il cavo viene reinserito il film riparte dall'esatto punto in cui era stato bloccato.
Il giochetto, visto fare da Steve Jobs qualche mese nella presentazione di Firewire (a quei tempi sui G3 desktop) è sempre interessante per dimostrare il grado di evoluzione dell'interfaccia e di quanto siano lontani i problemi della SCSI di numeri di identifcazione, terminazioni, alimentazione etc...

Quanto é veloce una hard disk Firewire esterno?
La meccanica all'interno del case DataFab-MassStorage è quella di un
12 Mb Hitachi DK 23AA (ultra ATA 66) i dati di targa indicano un rate interno di 12.4 -20.6 MB/s, cache da 512K , tempo di accesso medio da 12 ms.

In realtà dai nostri test (eseguiti con Hard Disk Toolkit 4) la velocità media é risultata molto più bassa (si veda la figura) è questo è dovuto non tanto alle caratteristiche intrinseche del protocollo firewire (che vanta transfer rate teorici elevatissimi) ma all'interfaccia fisica IDE-Firewire che introduce una penalizzazione delle prestazioni dell'hard disk cosi' come viene visto dalla CPU collegata. (si veda l'immagine sotto)
In più non conosciamo esattamente quali siano i parametri utilizzati per testare l'hard disk da Hitachi stessa.


La cosa non e' cosi' preoccupante: basta scegliere una meccanica con buone prestazioni (e l'Hitachi provato lo e') per ottenere un transfer rate sufficiente ad esseguire back up e trasferimenti molto più veloci di qualsiasi altro sistema.
Non é poi escluso che un driver aggiornato, sia di Datafab che di Apple (le estensioni Firewire - noi abbiamo provate la versione 2.4 le ultime disponibili per il download in italiano - ma già siamo alla 2.5 USA) le prestazioni possano aumentare nettamente.

L'utilizzazione con il DV.
Come abbiamo detto più volte con gli attuali driver Firewire é impossibile gestire contemporaneamente l'acquisizione attraverso una telecamera DV e la contemporanea registrazione su un hard disk esterno Firewire: la necessita' di avere una velocità di trasferimento costante e di non perdere frame impedisce un uso del genere e molti programmi di acquisizione (come iMovie 2) segnalano questo fatto.
Ma questo non esclude che si possa utilizzare l'hard disk Firewire se non come serbatoio di acquisizione almeno come fonte di riproduzione: in questo caso mettendo in esecuzione un clip DV dall'hard disk esterno non avremo alcun problema e comunque la perdita di un fotogramma in riproduzione non sarà un fatto cosi' grave per il materiale che dobbiamo editare.


Un trucco per chi ha un Powerbook
Per chi possiede un PowerBook l'acquisto di un hard disk esterno firewire potrebbe essere una occasione ulteriore: infatti i tagli degli hard disk hanno raggiunto una dimensione tale da ritenere conveniente acquistare un dispositivo esterno per effettuare la sostituzione dell'hard disk interno.
Ecco allora che il kit si presenta come una preziosa risorsa non solo per il backup ma anche per migliorare capacità e prestazioni della macchina base.

 

 

 

Se ad esempio possedete un PowerBook 266 (o superiore - necessario per utilizzare il DV con interfaccia Firewire in dotazione o su PCMCIA) dotato in origine di un hard da 4 GB potrà essere conveniente sostituirlo con la meccanica dell'hard disk di questo test.

Avrete cosi' un hard disk interno molto più efficiente (in grado di memorizzare lunghe sessioni di girato DV senza perdita di frame) e potrete utilizzare la vecchia meccanica per i Backup e il trasferimento dati.

 


Questa operazione è resa possibile anche dalla istruzioni che DataFab inserisce nei propri CD con i Driver Firewire: con una serie di immagini molto esplicative (e il testo in inglese) viene spiegato come aprire il case, effettuare collegamenti e riassemblare il tutto.

Le foto che trovate qui a destra sono tratte appunto dal CD di Datafab.
Quello che non troverete saranno le istruzioni per lo smontaggio dell'hard disk interno ma a questo provvederemo con un articolo che troverete presto sulle pagine di MacProf.

 

Prove sul campo.
Dell'utilizzo con il DV abbiamo detto sopra... ma abbiamo testato l'hard disk abbinato ad un masterizzatore Freecom sempre collegato allo stesso bus e con scrittura diretta da HD a masterizzatore, lo abbiamo collegato a G4, iMac e iBook previa installazione della estensione di DataFab.
Abbiamo trasportato il dispositivo nello zaino e in giro per studi senza alcun problema di affidabilità e riuscendo a lavorare in maniera veloce ed efficace anche con file da alcuni GigaByte..

Con lo stesso case sono in commercio diversi tagli di Hard Disk provenienti da costruttori diversi (anche IBM) e quindi potete scegliere quello che meglio si adatta come capacità e velocità alle vostre esigenze.

Compatibilità:
Qualsiasi Mac con MacOS 8.5.1 interfaccia Firewire in dotazione. (anche modelli di interfacce firewire aggiuntive su PCI e PCMCIA)

Distributore Italiano
Turnover

Prezzo Medio rilevato su Internet (Ottobre 2000)
circa L.875.000 + Iva